protezione

Ricerca: un adolescente su 3 non si protegge da Hiv e Hpv

Pubblicato il 20 Feb 2019 alle 7:04am

Un adolescente su tre di età compresa tra i 16-17 anni ha già avuto un rapporto sessuale completo con una persona della sua stessa età o anche più grande (35% dei maschi e 28% delle femmine), eppure, non si protegge da eventuali malattie infettive, sessualmente trasmissibili.

Oltre 8 casi su 10 non sono informati o cercano notizie in rete. È quanto emerge da Studio nazionale sulla fertilità, promosso dal Ministero della Salute in coordinazione con l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) al fine di raccogliere informazioni utili sulla salute sessuale e riproduttiva in Italia. A partire dagli adolescenti.

Ebbene, nello specifico, la parte dell’indagine relativa agli adolescenti, condotta in ambito scolastico su un campione di 16.063 studenti di 941 classi terze di 482 scuole superiori su tutto il territorio nazionale, ha fatto emergere che i ragazzi intervistati credono di essere informati ma in realtà non lo sono. E che il 94% poi, ritiene che debba essere la scuola a garantire l’informazione su temi come sessualità e riproduzione.

Eppure, proprio la scuola è la grande assente in materia. Nella maggior parte dei casi (89% i maschi e 84% le femmine) cercano, infatti, informazioni in rete in quanto in famiglia difficilmente riescono ad ottenere, in quanto per pudore non riescono ad affrontare argomenti di questo tipo, a parlare di «malattie sessualmente trasmissibili», nonché «metodi contraccettivi». Il 23% degli intervistati, infatti, dichiara, di non utilizzare i preservativi e di non proteggersi contro infezioni quali Hpv e Hiv.

Rimangono infine pochi i contatti con i medici specialisti, e ancor meno quelli con i consultori familiari.

Macchie scure sulle mani, quali creme comprare o rimedi naturali utilizzare

Pubblicato il 30 Dic 2018 alle 8:39am

Le macchie scure sulle mani sono un fenomeno abbastanza comune in molte donne di mezza età. L’iperpigmentazione della pelle è causata da diversi fattori, tra tutti uno squilibrio della melanina, condizione tipica delle persone più avanti con l’età. (altro…)

Crema solare, pelle protetta: ecco quali sono gli errori da non fare

Pubblicato il 26 Lug 2018 alle 10:58am

Se usate la crema solare per proteggervi dal sole, dovete fare molta attenzione a come la spalmate. (altro…)

Capelli, come proteggerli d’estate. La maschera naturale fai da te

Pubblicato il 20 Lug 2018 alle 9:00am

Il calore ma anche l’acqua salata, l’aria condizionata, la sabbia e il cloro delle piscine, possono rovinare e disidratare i nostri capelli.

Per questo motivo, che lunghi, corti, lisci o mossi, necessitano quotidianamente delle dovute attenzioni. (altro…)

Privacy, ‘protezione dei dati è un diritto di libertà’, lo spot della Rai

Pubblicato il 01 Mag 2018 alle 9:20am

E’ in onda in questi giorni sui canali radio e TV della Rai lo spot sul nuovo Regolamento europeo per la protezione della privacy “La protezione dei dati è un diritto di libertà”. (altro…)

Come fare per abbronzarsi più velocemente ma senza correre rischi. Ecco alcuni consigli

Pubblicato il 16 Giu 2017 alle 7:17am

Se volete abbronzarvi più velocemente basta seguire questi 5, semplici accorgimenti. Vediamoli uno ad uno per scongiurare possibili fastidi, a volte anche molto dannosi, quali macchie cutanee, melanomi scottature, eritemi e chi più ne ha più ne metta, causati dai raggi UVA e UVB. (altro…)

Creme solari, come scegliere il fattore protettivo giusto

Pubblicato il 12 Lug 2016 alle 7:44am

La maggior parte delle persone ritiene che applicare sulla pelle una protezione solare significhi non abbronzarsi, cosa assolutamente sbagliata.

Per le persone che hanno una carnagione olivastra o tendenzialmente scura è preferibile utilizzare un solare con protezione alta (30-50), ma di applicare un solare che abbia un fattore protettivo spf 15, per poi ridurlo nel tempo, nelle giornate di esposizione al sole.

Il fattore spf, cioè il fattore di protezione solare, viene consigliato in base al tipo di carnagione a ognuno di noi e varia dal spf 6 al 50+. Chi dovesse applicare una protezione spf 50+ fa più fatica sicuramente ad assumere un colorito ambrato.

Gli effetti positivi dell’uso dei solari sono certamente la colorazione più rossastra o ambrata della propria carnagione, i non fastidi alla pelle, scottature ecc.

Il solare deve essere applicato 20 minuti prima dell’esposizione in modo tale che il prodotto penetri e faccia il suo effetto, poi dovrà essere applicato dopo ogni bagno, con la frequenza di 2/3 ore per riattivare la protezione.

In commercio troviamo diverse tipologie di solari: spray, vapo, latte, in crema, in gel, in consistenza acquosa, contenenti diverse sostanze anche attivatori di melanina, fattori fisici e chimici, contro i raggi UVA e UVB, acceleratori di abbronzatura, lenitivi, opacizzanti.

Ma come scegliere il solare migliore?

1) Se avete una pelle normale e di colorito medio, gli esperti consigliano di prendere un solare con spf almeno 25-30 che vi permetterà di proteggervi e di abbronzarvi allo stesso tempo.

2) Scegliete un solare che implichi protezione UVA e UVB che protegge sia dai raggi che si fermano solo sull’epidermide sia su quelli che penetrano più in profondità.

3) Applicate il solare anche in viso perché è una delle parti più esposte e delicate del corpo, che tende ad invecchiare prima.

4) Acquistate un solare senza parabeni e siliconi che non vi otturi i pori della pelle e che non vi provochi altri disturbi.

Il cervello si cura a tavola: dal cioccolato fondente al caffè, i 7 cibi che aiutano la memoria

Pubblicato il 05 Giu 2016 alle 11:32am

Uova, germe di grano, arachidi, merluzzo, semi di girasole, caffè e cioccolato fondente sono alcuni dei cibi che aiutano a mantenere in salute il nostro cervello e la nostra memoria. A spiegarlo è la dottoressa Elisabetta Menna, ricercatrice di Humanitas e dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr.

Il “segreto”? L’azione benefica della vitamina B e della colina, molecola in grado di mantenere integra la struttura cellulare e le funzionalità del cervello.

Cioccolato fondente – ad esempio, perché ricco di flavonoidi rappresenta un valido alleato per la perdita di memoria.

Caffè – In grado di migliorare l’acutezza mentale grazie alla caffeina che, oltre a essere una fonte ricca di antiossidanti aiuta a mantenere il cervello in salute e a prevenire la depressione nelle donne.

Broccoli – Ricchi di vitamina C e acido folico, influiscono positivamente sulla memoria, la concentrazione e l’attenzione.

Uova – Il tuorlo ricco di colina, coenzima “amico” del sistema nervoso. Un’assunzione adeguata di questo micronutriente è stata calcolata dalla National Academy of Sciences americana in 550 milligrammi giornalieri.

Merluzzo – Ricco di iodio, acidi grassi omega 3 e fosforo, elementi fondamentali per la salute del cervello. E ancora, la forte concentrazione di vitamina E favorisce inoltre il funzionamento ormonale e il ricambio delle cellule cerebrali.

Germe di grano – Ricche di vitamina B6 e di folati, molto importanti per il nostro cervello, e di tiamina, sostanza in grado di migliorare le prestazioni cognitive.

Arachidi – Salutari per il cervello perché ricchi di acidi grassi omega3 e omega6, vitamina E e B6 e molto efficaci nel mantenimento della funzionalità del sistema nervoso.

Miley Cyrus si spoglia su richiesta di Mark Jacobs per la ricerca sul melanoma

Pubblicato il 30 Lug 2013 alle 7:00am

Miley Cyrus si è spogliata per beneficenza. la cantante, ha posato nuda per la campagna pubblicitaria del designer Mark Jacobs dallo slogan “Protect the Skin You’re In” ovvero “Proteggi la pelle nella quale sei”, allo scopo di raccogliere fondi utili per la ricerca sul melanoma. (altro…)

Arriva Immunoprotection: il nuovo solare immunoprotettivo

Pubblicato il 06 Mag 2012 alle 12:13pm

E’ in arrivo un innovativo solare che può definirsi “intelligente” in quanto, non solo protegge ma immunoprotegge, prevenendo, pertanto, i tumori della pelle come il melanoma, che possono svilupparsi per eccessive sollecitazioni ultraviolette. (altro…)