raccolta fondi

AIL Milano e malati di leucemia: Stelle di Natale e di Cioccolato possono già essere prenotate online e telefonicamente

Pubblicato il 27 Nov 2020 alle 6:00am

Anche per AIL Milano, che da oltre 30 anni in occasione del Natale colora la città e tutta la provincia con la tradizionale manifestazione delle Stelle di Natale, l’attuale situazione complica le dinamiche in merito alla possibilità di scendere in piazza, con i suoi oltre 500 volontari, come previsto quest’anno, dal 5 al 8 dicembre.

Ma se è vero che ogni malato ha la sua buona Stella, in un anno difficile come questo, l’Associazione ha deciso di raddoppiare, lanciando una nuova versione della Stella, realizzata interamente di cioccolato e chiamata appunto “Sogni di Cioccolato”, da affiancare alla pianta a cui tutti siamo ormai affezionati.

I prodotti sono già disponibili online al sito www.ailmilano.it e possono essere ordinati anche telefonicamente chiamando l’ufficio di AIL Milano al numero 0276015897.

I proventi delle vendite sosterranno le principali attività di AIL Milano, da sempre in prima linea per l’aiuto ai malati di tumori del sangue, il supporto agli ospedali, il finanziamento alla ricerca e per la formazione nell’ambito dell’onco-ematologia. Tutti interventi che non si sono fermati nonostante l’emergenza sanitaria mondiale e il significativo calo delle donazioni per il 2020, che ha registrato oltre il 50% in meno rispetto all’anno precedente.

Per questo motivo AIL Milano rinnova l’invito, a vecchi e nuovi sostenitori, a dimostrare la propria vicinanza con un gesto di solidarietà come l’acquisto delle Stelle dell’Associazione.

Per informazioni: AIL Milano OdV Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma Corso Matteotti, 1 20121 Milano Tel. 02 76015897 Cel. 347.0361488 info@ailmilano.it www.ailmilano.it

L’Associazione Medicuore di Medici Monza e Brianza scende in campo per la raccolta fondi per il piccolo Davide Carrese, malato di tumore

Pubblicato il 21 Set 2020 alle 8:30pm

Il futuro dei bambini è sempre stato il cavallo di battaglia dell’Associazione Medicuore – Medici Monza e Brianza e Milano Onlus, intenta a preservarne l’importanza, anche grazie al suo presidente dott. Alberto Penati e il suo direttore commerciale Francesco Montaperto.

Medicuore ha voluto rispondere al grido d’allarme dei genitori del piccolo Davide Carrese, un bambino di soli tre anni della provincia napoletana, a cui i medici gli hanno purtroppo diagnosticato un terribile male, il rabdomiosarcoma embrionale in sede paravertebrale, una forma aggressiva di tumore altamente maligno che si sviluppa dalle cellule muscolari scheletriche, e colpisce nell’età infantile, comprendo la fascia dei primi quattro anni di vita.

La mamma e il papà di Davide purtroppo non hanno attualmente un’occupazione fissa, e per questo sono in difficoltà per le cure necessarie, del loro piccolissimo bambino.

Chiunque volesse donare, supportare Medicuore, per aiutare il piccolo Davide Carrere, potrà farlo inviando il proprio contributo all’associazione no profit, Medicuore, Iban: IT 71 L 08329 33250 000000007693 con la causale TUTTI INSIEME PER DAVIDE.

Photo Credit Medicuore.org

Medicuore, Quadrangolare di calcio benefico per Croce Rossa Italiana di Monza, sabato 12 Settembre a Biassono

Pubblicato il 10 Set 2020 alle 9:12pm

L’Associazione Medici di Monza Brianza e Milano Onlus scende in campo, sabato, 12 settembre, alle ore 19, presso il Centro Sportivo di Biassono (MB), in Via Parco 51, con un quadrangolare di calcio benefico per la raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana della città di Monza.

Oltre alla squadra di Medicuore (che parteciperà a partire dal prossimo 10 ottobre, a gare ufficiali della Coppa Italia Medici), saranno in campo anche le rappresentative di Popolo Sportivo (il nuovo free press magazine dedicato al Calcio Monza, sostenuto dall’associazione Medicuore Onlus), i medici dell’ospedale San Gerardo di Monza ed il Team Politici Brianza.

Per devolvere una somma a piacere per tale iniziativa benefica, è possibile utilizzare il seguente iban e la seguente causale:

IT 71 L 08329 33250 000000007693 con la causale QUADRANGOLARE PER CRI MONZA.

L’associazione benefica Medicuore Onlus, martedì 1 settembre 2020 ha ideato con successo una nuova puntata streaming ricca di contenuti e ospiti interessanti.

Dagli studi della Larem Eventi di proprietà della famiglia Reitano ad Agrate Brianza (MB), l’associazione Medicuore di medici Monza e Brianza e Milano Onlus è andata in onda con una puntata dal rinnovato Medicuore Channel (tutte le puntate visibili sul canale YouTube e sulla pagina Facebook ufficiale) dedicata ad un doppio appuntamento con il compleanno numero 108 del Calcio Monza, che quest’anno tornerà a scendere in campo nella serie B, dopo ben diciannove anni di assenza, e dall’altro la nascita di un progetto editoriale di cui l’associazione fa parte, fortemente voluto dal suo direttore commerciale Francesco Montaperto, dal titolo, “Popolo Sportivo”.

Un free press magazine gratuito dedicato alle attività di raccolta fondi dell’associazione Medicuore e a tutto ciò che riguarda il Calcio Monza. Interviste, approfondimenti, foto e molto altro ancora.

In studio presenti gli storici ex giocatori biancorossi Paolo Monelli e Fabian Valtolina, i giornalisti AbdelMajid Sbaoui (BeIn Sports) e Claudio Segagni di Sportitalia, Marika Fruscio, e Andrea D’Errico, capitano dell’attuale Monza Calcio con il suo intervento a sorpresa.

Se volete ricevere una copia omaggio di Popolo Sportivo, a distribuzione mensile, dovete recarvi sui canali social di Medicuore, Popolo Sportivo Monza e Sport in Condotta, per avere a vostra disposizione la lista completa dei posti dove è potete trovarla.

“Chi vincerà La Partita del cuore? Ed. Speciale 2020”: 3 settembre Stadio Bentegodi, diretta Rai1, con 4 capitani (Amoroso, Bova, Morandi e Salmo)… per i lavoratori dello spettacolo!

Pubblicato il 07 Ago 2020 alle 6:00am

Lo storico appuntamento de LA PARTITA DEL CUORE, con la NAZIONALE CANTANTI, quest’anno, in occasione della ventinovesima edizione, sarà ricca di novità! “Chi vincerà LA PARTITA DEL CUORE? questo il nome dell’Edizione Speciale 2020”.

Giovedì 3 settembre in diretta su Rai 1, dallo Stadio Bentegodi di Verona, si sfideranno per la prima volta 4 squadre capitanate da ALESSANDRA AMOROSO, RAOUL BOVA, GIANNI MORANDI e SALMO. La diretta su Rai 1, in prima serata, sarà condotta da CARLO CONTI.

I 4 capitani costruiranno le proprie squadre scegliendo artisti, calciatori e lavoratori dello spettacolo, la cui partita è dedicata proprio a quest’ultimi!

Le 4 squadre, rigorosamente formate dai soli 11 giocatori titolari (senza possibilità di riserve), si sfideranno in 2 partite eliminatorie da 30 minuti ciascuna e le 2 vincitrici si contenderanno la finale di “Chi vincerà LA PARTITA DEL CUORE? – Edizione Speciale 2020”. Tutti insieme, uomini e donne, scenderanno in campo per aiutare i lavoratori dello spettacolo.

Sarà un’edizione speciale con una formula innovativa ideata da GIANMARCO MAZZI e GIANLUCA PECCHINI per la NAZIONALE CANTANTI, che questa volta svolge il ruolo di “game master” coordinando tutte le varie fasi della preparazione dell’evento, con la guida del suo presidente ENRICO RUGGERI e l’organizzazione generale a cura di GIANLUCA PECCHINI con GIANMARCO MAZZI. I 4 artisti “capitani”, grazie ai social, alla RAI e a RTL 102.5, “costruiranno” ognuno la propria squadra. Dovranno cercare e ingaggiare un portiere tra i campioni del panorama calcistico, una calciatrice della Nazionale di calcio femminile, altri artisti/cantanti/campioni di calcio ma anche lavoratori del mondo dello spettacolo… oltre a un direttore tecnico/allenatore.

“Chi vincerà LA PARTITA DEL CUORE? – Edizione Speciale 2020”, l’evento in programma per il 3 settembre prossimo, si inserisce nel progetto nazionale “Da Verona accendiamo la musica”, prodotto dalle principali organizzazioni e istituzioni italiane della musica. Insieme ai SEAT MUSIC AWARDS (2 e 5 settembre in diretta su Rai1 dall’Arena di Verona), allo “speciale” SEAT MUSIC AWARDS – Viaggio nella musica (6 settembre, Rai1) e al grande concerto HEROES (6 settembre in diretta streaming dall’Arena di Verona a partire dalle ore 19.00), la ventinovesima edizione de LA PARTITA DEL CUORE aderisce all’iniziativa di Music Innovation Hub – Impresa Sociale (MIH – www.musicinnovationhub.org), organizzazione promotrice e destinataria della raccolta fondi televisiva per sostenere i lavoratori dello spettacolo.

Per saperne di più visita il sito web www.nazionalecantanti.it

Lamilanesa, borsa Italia Bag a favore del Gruppo San Donato, in prima linea contro il Covid-19

Pubblicato il 24 Apr 2020 alle 6:19am

In un periodo così complesso e difficile per l’Italia ogni piccola azione benefica è importante.

La moda è uno dei settori più colpiti da questa grave crisi, eppure si sta dimostrando uno dei più resilienti ed attivi, con numerose iniziative di solidarietà.

Cinzia Macchi, designer del brand di borse eco-vintage Lamilanesa, da sempre interessata a tematiche solidali, ha deciso di dare il suo contributo, creando una borsa in limited edition a favore degli ospedali del Gruppo San Donato, impegnati nell’emergenza Covid-19.

Si tratta di una shopping bag 100% eco, dal nome significativo di Italia Bag, in juta e plastica riciclata da tappi di bottiglie, con manici in bambù, bordi colorati a contrasto e un ricamo ad arcobaleno, con la scritta “ANDRÀ TUTTO BENE”.

La borsa sarà acquistabile sul nuovo e-commerce del brand, shop.lamilanesa.it, dal 20 aprile al 20 maggio al prezzo di 85 euro.

Cinzia Macchi ha dichiarato: «Ho pensato che nel mio piccolo, con Lamilanesa, ho costruito qualcosa e ho clienti, amici e followers speciali e dal cuore grande. Così è nata l’idea di creare una borsa shopping in juta, plastica ecologica e bambù, con un disegno particolare e la scritta “andrà tutto bene”: si chiama Italia Bag e parte del ricavato di questa vendita verrà donato al Gruppo San Donato, affinché possano utilizzare i soldi ricavati per acquistare ciò che serve e offrire un aiuto concreto. Si tratta di una piccola goccia, ma io credo che tante gocce insieme possano fare un mare.»

Ha 5 mesi di vita, i figli una “Speranza negli Usa, aiutateci per la raccolta fondi”

Pubblicato il 19 Mar 2019 alle 6:06am

E’ arrivata quasi a 25mila euro la raccolta fondi indetta da Luca e Alessandro, per la loro madre Giovanna, affetta da un tumore al colon. Dopo l’operazione avvenuta all’ospedale Niguarda di Milano, i medici hanno comunicato a Giovanna che le rimangono circa 5 mesi di vita. (altro…)

“Salviamo Elisa dalla leucemia”, l’appello del papà per un nuovo donatore e la raccolta fondi

Pubblicato il 07 Mar 2019 alle 7:34am

Elisa Pardini, è la bimba di quasi 5 anni colpita da leucemia di cui si sono occupati in passato anche personaggi dello spettacolo come Fiorello e Anastacia, e che ora necessita di un nuovo donatore di midollo osseo dopo che un primo trapianto, compiuto nel gennaio 2018, non è andato a buon fine. Il papà della piccola, che oggi ha quattro anni, ha lanciato un accorato appello sul suo profilo Facebook.

Nel suo lungo messaggio sulla pagina “Fabio Pardini per Elisa”, il papà dice: “Sono parole che non avrei mai voluto scrivere… Ma mi sento in dovere per rispetto alle migliaia di persone che ci seguono e che costantemente ci scrivono e ci aiutano ormai da 2 anni di non poter più stare in silenzio…”. Pardini spiega che sua figlia è assistita con grande attenzione e professionalità dai medici dell’ospedale Bambino Gesù di Roma e ricorda la grande disponibilità dei tanti che hanno offerto aiuto e le terribili vicissitudini del trapianto fallito, effettuato utilizzando il midollo di un donatore compatibile all’85/90 per cento, ma evidentemente le cellule staminali non hanno attecchito come dovevano.

Una storia, la sua, che ricorda tanto quella del piccolo Alex Montresor, che ha scatenato in Italia una vera e propria gara di solidarietà. Nel messaggio, il padre di Elisa racconta “sofferenze, speranze, illusioni” che si sono susseguite negli ultimi due anni, fino alla recidiva. La leucemia, dice, si è manifestata di nuovo “dopo quasi 5 mesi di camera sterile con durissime conseguenze (Elisa ha avuto una Gvhd di terzo grado lottando tra la vita e la morte)” e dopo l’iniziale ripresa, con la piccola che aveva “ricominciato a mangiare camminare e giocare”. Poi però, spiega il papà, le condizioni di Elisa sono peggiorate e ora “si dovrà procedere a un secondo difficile pericoloso invasivo trapianto”, dallo stesso donatore “salvo non succeda un miracolo e se ne trovi uno ancora più compatibile”. Di qui la decisione di lanciare un nuovo appello, dopo quello che oltre un anno fa aveva coinvolto grandi personaggi dello spettacolo, da Anastacia a Fiorello.

Nel tempo, si legge sulla pagina Facebook sulla quale è attiva anche una raccolta fondi, “oltretutto inevitabilmente si sono accumulati altri problemi che un tempo sarebbero stati impensabili…Io ho chiuso l’attività da circa 2 anni pur di stare a qualunque costo vicino alla piccola e giuro che lo rifarei all’infinito…la mia compagna che vigila 24/24 Elisa finirà a breve l’aspettativa”. Per questo, conclude il papà della piccola, “dobbiamo nonostante tutto abbassare il capo e chiedere ovviamente in maniera dignitosa a chi vorrà contribuire con una donazione anche minima, pur di darci la forza e la speranza di poter continuare a vivere questo lungo e travagliato periodo facendolo diventare meno buio”.

Morto Farinelli, medico di Ancona malato di tumore: il web si era mobilitato per le cure in Usa

Pubblicato il 12 Feb 2019 alle 2:46pm

È morto in serata ad Ancona Lorenzo Farinelli, il medico 34enne affetto da Linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B, che aveva commosso il web e il mondo dello spettacolo, sino a raccogliere oltre 500mila euro per andare in Usa a curarsi con una terapia sperimentale con buone probabilità di successo. (altro…)

Fondazione Umberto Veronesi, raccolta fondi per ricerca tumori in età pediatrica fino al 23 febbraio

Pubblicato il 07 Feb 2019 alle 6:36am

Dal 3 al 23 febbraio è possibile sostenere la Fondazione Umberto Veronesi con un SMS da telefono cellulare o una chiamata da rete fissa al 45516 per dare ai bambini e ai ragazzi malati di tumore la speranza di combattere questa terribile malattia e diventare grandi. Il ricavato della raccolta fondi permetterà di finanziare cure sulle leucemie, in particolare un protocollo di cura per la leucemia linfoblastica acuta (LLA) che rappresenta il 75% dei casi di leucemia infantile e in Italia colpisce circa 350-400 bambini di età compresa soprattutto tra i 2 e i 5 anni.

Sostenere questo progetto è fondamentale, perché permette ai bambini e ragazzi malati di ricevere cure immediate ed altamente efficaci, grazie a terapie all’avanguardia. Infatti, seppure il tasso di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è passato da meno del 10% nei primi anni ’60 all’attuale 80%, studi recenti dimostrano che attualmente è assai difficile migliorare ancora questi risultati mediante l’intensificazione della chemioterapia. È necessario mettere a punto nuove combinazioni di trattamenti di prima linea, utilizzando, anche farmaci e trattamenti non chemioterapici più mirati, secondo la logica della precisione medicine, per avvicinarci il più possibile a curare tutti i piccoli malati di LLA.

Sviluppare queste cure rappresenta quindi per i bambini e i ragazzi colpiti da questa terribile malattia, una speranza di guarire e diventare grandi. Con un SMS da telefono cellulare o una chiamata da rete fissa al 45516, dal 3 al 23 febbraio, è possibile aiutare Fondazione Umberto Veronesi a garantir loro le migliori terapie e avere l’opportunità di diventare grandi e di poter realizzare i propri sogni.

In Italia, sono poco più di 2.000 i bambini (fino ai 14 anni) e gli adolescenti (tra i 15 e i 19 anni) che ogni anno si ammalano di tumore. Con il progetto a favore dell’oncologia pediatrica e degli adolescenti, Fondazione Umberto Veronesi e A.I.E.O.P. (Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica), collaborano per promuovere la ricerca scientifica e sostenere i costi di gestione e avviamento dei protocolli di cura per i tumori infantili per questi bambini e ragazzi. I protocolli di cura forniscono le linee guida operative per prendere in carico e curare ciascun paziente, secondo gli standard internazionali più elevati ed innovativi, garantendo così le migliori possibilità di guarigione.

Per maggiori informazioni sul progetto: www.fondazioneveronesi.it Hashtag della campagna: #ilcancrononaspetta

Soleterre: al via l’asta dei sogni “Dreaming Night For Children”, in palio speciali experience con Pio e Amedeo, TheGiornalist, Maurizia Cacciatori, Demetrio Albertini e altri

Pubblicato il 26 Nov 2018 alle 12:24pm

“Fashion For Children” è l’evento esclusivo organizzato da Fondazione SOLETERRE, che compie 10 anni e per l’occasione si rinnova grazie a un nuovo format ideato, organizzato e donato a Soleterre da Action Agency di Manuela Ronchi. (altro…)