L’inquinamento è tra le cause della menopausa precoce

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Mar 2011 alle ore 10:12am


La Menopausa è una condizione che interessa le donne over 45 o over 50. Ma esisterebbe anche la menopausa precoce o Pof ( «Prematurian ovarian failure», o impoverimento ovarico precoce) che può arrivare intorno ai trent’anni, e che, oltre a tutti i sintomi fastidiosi della menopausa, comporta anche gravi ripercussioni psicologiche, dato che interessa prevalentemente le donne che non hanno ancora avuto figli e che credevano di avere tempo.

Quest’ultima, colpisce in media il 4-5 per cento della popolazione femminile, quella ai 30 anni è arrivata a colpire l’1 per 1.000, una condizione definita “rara” ma che non lo è.

Ebbene una delle cause più frequenti è l’endometriosi, una malattia grave e senza cura che rende sterili molte donne, poi ci sono anche altre cause come lo stress per la vita divisa tra lavoro, famiglia, dieta.

Ma non solo. A queste ci aggiungerebbero anche fattori genetici, malattie auto-immuni, terapie radianti, chemioterapia, interventi chirurgici, infezioni, tossine, sostanze tossiche ecc, provocano un impoverimento del patrimonio delle cellule uovo, questo comporta una riduzione della produzione di estrogeni e progesterone da parte delle ovaie.

Non è da escludere poi, anche l’inquinamento, sia quello dovuto a comportamenti errati, che quelli per le condizioni in cui viviamo e che sono sempre meno “naturali”.