Pasqua 2011: in molti preferiscono le uova biologiche e solidali

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Apr 2011 alle ore 2:01pm


Mancano ormai pochi giorni alla Pasqua, così per adulti e soprattutto bambini, non può mancare l’uovo di cioccolato. Scegliere quello giusto diventa davvero difficile! Si va dal cioccolato al latte a quello fondente, da quello bianco al nocciolato o gianduia, ecc

Sono davvero tante poi le aziende che producono queste uova di cioccolato, e ognuna proprone qualche sorpresa particolare. Poi ci sono le uova artigianali, fatte dai migliori cioccolatieri.

In molti, però, preferiscono comprare un uovo che rispetti anche l’ambiente. Tra le tante novità, ci sono alcune case dolciarie che per quest’anno, anche a causa della crisi hanno preferito di abbattere l’imballo, riducendo di fatto gli scarti e l’immondizia da gettare nel cestino.

Anche in Inghilterra moltissimi marchi classici hanno preferito il cartone alla plastica e una confezione minimal e più sobria. Così facendo per fine Pasqua, si avrà un abbattimento dell’inquinamento da rifiuti del 25% rispetto all’anno precedente.

Tra le novità nostrane Altromercato propone una vasta gamma di uova prelibate ma realizzate con prodotti del mercato bio

In questo caso il cacao con cui sono state realizzate le uova arriva dalla Repubblica Dominicana e dall’Ecuador, lo zucchero di canna è, invece, prodotto dalla cooperativa Manduvirà in Paraguay. Il prodotto è avvolto in un velo di seta realizzato a mano dalle artigiane di Mcc (Mennonite Central Committee) in Bangladesh, ricavato dagli scarti di produzione delle fibre di seta.

Anche la sorpresa è realizzata con prodotti naturali da artigiani delle cooperative.

Poi ci sono le uova di cioccolato di Faitrade Italia realizzate con prodotti esclusivamente bio e reperibili anche presso i negozi Coop, oppure le uova di Icam e CiaoBio, consorzio specializzato nella produzione e fornitura diretta (anche online) di prodotti biologici freschi e confezionati, certificati da Icea (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) che offre anche cesti e confezioni Pasquali.

Anche la Bauli ha voluto firmare un accordo con Lifegate creando pertanto, una serie di uova a impatto zero per ridurre e compensare l’impatto ambientale.

A tal fine, si impegna a contenere le emissioni di CO2 generate dalla creazione e tutela di oltre 220.000 mq di foresta in crescita in Costa Rica.

Non è mancata la LAV, scesa in piazza per vendere le sue uova al cioccolato equo e solidale per sostenere la difesa e la tutela degli animali. Attraverso una firma, si potranno abolire i test cosmetici sugli animali. L’iniziativa continua fino a Pasqua presso le principali sedi Lav.

Per chi invece, volesse divertirsi nel decorare delle uova vere, può acquistarne comunque di quelle bio prodotte da galline allevate a terra, e non in batteria.

Ci si può recare in qualche fattoria di zona, o farmer market. Si cuociono con acqua e colorante, si può aggiungere all’acqua di cottura una bustina di tea o caffè macinato, in modo da conferirgli una tonalità romantica. Basteranno appena 8 minuti di cottura e saranno pronte.