Si ricorre sempre più al web per la scelta delle vacanze last minute – ad evidenziarlo anche Unioncamere – che ha svolto un’indagine, dalla quale è emerso che questo incide sulle scelte del 10 per cento degli italiani, soprattutto coppie senza figli disposte a muoversi all’ultimo momento a caccia della miglior offerta in città d’arte, estere o destinazioni balneari.

Internet, ha dunque, modificato la programmazione delle ferie degli italiani: oltre l’80 per cento preferisce le vacanze nel Bel Paese, organizzandole non oltre un mese prima della partenza, mentre per i viaggi all’estero si preferisce prenotare un po’ prima. Il 63,9 per cento lo fa entro i trenta giorni, mentre quasi il 18 per cento due mesi prima, e il 10 per cento tre mesi prima. Alla crescente richiesta di viaggi a prezzo conveniente, le imprese del ricettivo hanno dovuto mantenere i prezzi al di sotto delle tariffe pre-crisi del 2008.

Queste ultime, infatti, restano in linea con gli altri Paesi Europei, giacchè la media per una camera doppia in hotel è di circa 77 euro, mentre le strutture extralberghiere (B&B e Agriturismi) si fermano a meno di 60 euro a camera.

Gli italiani hanno scelto vacanze all’insegna del contenimento della spesa. Per luglio, ad esempio, hanno speso in media 765 euro, ossia -3,3 per cento rispetto al 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.