Un errore, o uno scherzo? Oppure una mossa promozionale? Fatto sta che non lo sapremo mai. Non è chiaro, se le dodici canzoni che compongono il nuovo album di Bruce Springsteen, ufficialmente in uscita dal 14 gennaio, perché siano già su Amazon.

In vendita da sabato, “High Hopes“, il diciottesimo album in studio del Boss, è un disco, come da lui stesso ha definito «anomalo», per poi aggiungere «ma non troppo, non sono mai stato molto lineare».

L’anomalia starebbe nella scelta delle canzoni, perché su dodici, tre non sono sue e nessuna delle altre nove è recente. Si tratta di brani composti intorno al 2000, dopo che il Boss era tornato a suonare con la sua E Street band, abbandonata per quasi tutti gli Anni Novanta.

Springsteen ha così raccontato nella recente intervista rilasciata alla rivista Rolling Stone che «La musica che ho scritto e non ho mai pubblicato, la porto sempre con me in un computer. E ogni tanto la riascolto, per divertimento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.