Sarebbero almeno sei le vittime, fra cui un giornalista italiano, rimaste uccise oggi a Beit Lahya, nel nord della Striscia di Gaza, in seguito alla deflagrazione di una bomba lanciata da un F-16 israeliano, rimasta sul terreno e poi esplosa. Ad affermarlo sono i medici dell’ospedale Kamal Adwan, dove sono stati trasportati i corpi delle persone uccise.

Cinque delle vittime sono artificieri palestinesi che erano stati incaricati di neutralizzare l’ordigno esplosivo. La sesta vittima è invece, un giornalista la cui identificazione non è stata ancora fatta.

Intanto il ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman ha annunciato che Israele non accetterà la tregua se Hamas non restituirà i corpi dei due soldati che risultano dispersi a Gaza, Shaul Oron e Hadar Goldin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.