In una nota diffusa dalla Farnesina si apprende che quattro italiani sono stati rapiti in Libia nei pressi del compound dell’Eni a Mellitah.

Si tratterebbe di dipendenti della società Bonatti di Parma. L’Unità di crisi del ministero si è immediatamente attivata per seguire il caso e si è messa subito in contatto con le famiglie dei connazionali e con la stessa azienda.

Con la chiusura della nostra ambasciata in Libia, risalente allo scorso 15 febbraio, la Farnesina avvertiva tutti i connazionali a lasciare subito il Paese.

La Società Bonatti spa è un general contractor internazionale con sede a Parma. Offre servizi di ingegneria, costruzione, gestione e manutenzione impianti per l’industria dell’energia. Ha anche altre sedi associate in Arabia Saudita, Egitto, Algeria, Kazakhstan, Austria, Messico Canada, Mozambico e Libia. E opera oltre che in questi stati anche in Francia, Germania, Iraq, Romania, Spagna e Turkmenistan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.