“Ogni giorno ha il suo male”, un avvincente thriller all’italiana di Antonio Fusco

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Lug 2015 alle ore 6:01am

ogni giorno ha il suo male

Ogni giorno ha il suo male” di Antonio Fusco, funzionario della Polizia di Stato, è un noir avvincente che cattura il lettore grazie a un ritmo serrato e alla cruda atmosfera dell’indagine.

La sonnacchiosa provincia toscana di Valdenza è improvvisamente scossa dall’omicidio di una donna che viene ritrovata in casa, in una posizione innaturale e con una fascetta stringicavo attorno al collo. Si pensa subito al movente passionale, ma all’occhio esperto di Casabona, il commissario incaricato del caso, qualcosa fin da subito non quadra: troppi elementi diversi sulla scena del crimine, troppi particolari contrastanti.
Schivo, ma con una forte carica umana, reso cinico da troppi anni di mestiere alle spalle, Casabona capisce ben presto che l’omicidio è solo l’inizio di un gioco molto pericoloso in cui le regole sono quelle stringenti e folli di un serial killer.
Al commissario non resta dunque che accettare la sfida. «Chiediti perché e troverai il movente e se troverai il movente sarai vicino all’assassino»: seguendo questa frase come un mantra e con l’aiuto dell’affascinante collega Cristina Belisario, Casabona cercherà di venirne a capo e per farlo sarà obbligato anche a una profonda riflessione sull’impotenza dell’essere umano rispetto alle conseguenze delle proprie azioni.

Un romanzo da non perdere. Un commissario difficile da dimenticare.

Antonio Fusco nato nel 1964 a Napoli. Laureato in Giurisprudenza e Scienze delle Pubbliche amministrazioni, Funzionario nella Polizia di Stato e Criminologo forense, ha lavorato a Roma e a Napoli. Dal 2000 vive in Toscana, dove lavora e si occupa di indagini di polizia giudiziaria.