gennaio 11th, 2016

David Bowie è morto a 69 anni dopo una lunga lotta con il cancro

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 9:12am

Il cantante britannico David Bowie è morto ieri dopo una “coraggiosa lotta di 18 mesi” con il cancro. L’annuncio è stato pubblicato sulla sua pagina Facebook e sull’account twitter ufficiale.

Il cantante britannico, nato a Brixton, sobborgo di Londra, come David Robert Jones l’8 gennaio 1947, è morto “in pace” circondato dall’affetto dei suoi familiari.

Proprio venerdì scorso aveva pubblicato il suo ultimo album, Blackstar, contenente solo sette canzoni, un ritorno accolto con grande entusiasmo da parte della critica, in cui il Duca Bianco si reinventava, ancora una volta, tra jazz sperimentale e new wave.

Anche Duncan Jones, regista e figlio della leggenda della musica britannica ha confermato la tragica notizia. In un post su Twitter, accompagnato da una foto di lui bambino sulle spalle del padre, Duncan ha scritto: “Sono molto dispiaciuto e triste di dirvi che è vero. Sarò off-line per un po'”.

Attivo dalla metà degli anni Sessanta, Bowie ha attraversato cinque decenni di musica rock, reinventando nel corso del tempo il suo stile e la sua immagine e creando alter ego come Ziggy Stardust, Halloween Jack, Nathan Adler e The Thin White Duke (noto in Italia come il “Duca Bianco”).

Dal folk acustico all’elettronica, passando attraverso il glam rock, il soul e il krautrock, David Bowie ha lasciato tracce che hanno influenzato anche molti artisti.

Germania, 500 uomini molestano le donne di una discoteca di Bielefeld

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 8:37am

Nuove denunce arrivano dalla Germania, dopo i fatti accaduti a Colonia e Amburgo, si aggiunge anche un’altra città, Bielefeld, in Westfalia, per violenze e molestie ai danni di moltissime donne.

Secondo il Westfalen Blatt oltre 500 uomini, sabato notte, avrebbero forzato l’ingresso in una discoteca, l’Elephant Club, e avrebbero molestato un cospicuo numero di donne.

Conferma arrivata anche da parte della polizia locale.

Mentre il capo della sicurezza del locale racconta di aver dovuto ricorrere alla forza per liberare le donne dalle “attenzioni” di un branco molto aggressivo.

Il ministro della Giustizia tedesco, Heiko Maas, ha spiegato che gli attacchi subiti dalle donne sono stati sicuramente «organizzati»

Alessandra Amoroso, il 15 gennaio presentazione ai fan del nuovo album “Vivere a colori”

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 7:55am

Alessandra Amoroso torna il 15 gennaio con nuovo album dal titolo “Vivere a colori” aprendo così presentazione del disco a tutti i fan che la seguono da diversi anni.

L’appuntamento è per giovedì 14 gennaio alle ore 15.30 a Milano, in Piazza Città di Lombardia 1.

Intanto i primi tre singolo già online “La Vita in un Anno”, “Il mio stato di felicità” e “Stupendo fino a qui” hanno invaso il podio dei brani più scaricati su I-Tunes.

Già aperte le prevendite per le due date di anteprima tour: il 27 maggio al Palalottomatica di Roma e il 30 maggio al Mediolanum Forum di Milano.

Papa Francesco, esce domani il suo primo libro intervista in 86 Paesi del mondo

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 7:20am

“Spero che il Giubileo straordinario faccia emergere sempre di più il volto di una Chiesa che riscopre le viscere materne della misericordia e che va incontro ai tanti ‘feriti’ bisognosi di ascolto, comprensione, perdono e amore”.

Queste le parole del Papa nel libro intervista “Il nome di Dio è Misericordia” scritto dal vaticanista della Stampa Andrea Tornielli, in libreria da martedì 12 gennaio, in cui Bergoglio evidenzia la differenza tra il peccatore e il corrotto, che “non si pente e finge di essere cristiano”.

I quotidiani Avvenire, Corriere della Sera, Repubblica e Stampa hanno pubblicato alcuni stralci del libro, in uscita in ben 86 Paesi del mondo.

“La Chiesa condanna il peccato perché deve dire la verità: questo è un peccato. Ma allo stesso tempo abbraccia il peccatore che si riconosce tale, lo avvicina, gli parla della misericordia infinita di Dio”, dice il santo padre, Francesco.

“Dobbiamo tornare al Vangelo. Là troviamo che non si parla solo di accoglienza e di perdono, ma si parla di ‘festa’ per il figlio che ritorna”.

Secondo Francesco anche il Papa è peccatore. “Il Papa è un uomo che ha bisogno della misericordia di Dio. L’ho detto sinceramente, anche di fronte ai carcerati di Palmasola, in Bolivia. A loro ho ricordato che anche san Pietro e san Paolo erano stati carcerati”.

Come ridurre macchie viso e rughe con maschera fai da te

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 6:26am

Se volete un rimedio tutto naturale per far sparire dal vostro viso le tanto odiate macchie scure e rughe, ecco quello che fa per voi.

Un rimedio tutto naturale, casalingo ed economico. Una maschera veloce da preparare con pochi e semplici ingredienti che in casa non mancano mai. (altro…)

Influenza, in ritardo in molte regioni per clima mite. Meno casi rispetto all’anno passato

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 6:00am

Sono quasi 100mila i casi stimati, per la precisione 99800, nella settimana di Capodanno, per un totale di circa 746mila (745600) dall’inizio del monitoraggio eseguito dal sistema Influnet, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Un’influenza che quest’anno sembra ancora non arrivare a differenza di quanto accaduto lo scorso anno che ha causato oltre un milione di casi.

“L’attività dei virus influenzali e ai livelli di base e, nelle ultime due settimane – si legge in un rapporto, relativo alla settimana dal 28 dicembre al 3 gennaio, con le segnalazioni di 623 medici ‘sentinella’ – il valore dell’incidenza, e inferiore a quello raggiunto in molte delle precedenti stagioni influenzali”.

Lo scorso anno i casi registrati nella settimana dal 29 dicembre 2014 al 4 gennaio 2015, segnalati da 671 medici ‘sentinella’, sono stati pari a 239mila, per un totale di circa 1.031.000.

Tutte le regioni sono sotto la soglia epidemica tranne Piemonte, Lazio, Campania, Sardegna, Basilicata e Provincia autonoma di Trento.

L’incidenza totale è di 1,64 casi per mille assistiti. I più colpiti sono i bambini: tra 0 e 4 anni, in quanto l’incidenza è pari a 5,59 casi per mille assistiti, per ridursi fino a 0,65 tra chi ha oltre 65 anni.

“Questo non ‘decollo’ e’ dovuto all’andamento meteorologico: il freddo e’ arrivato solo ora e gli effetti li vedremo tra un po’ – spiega il virologo Fabrizio Pregliasco – nelle prossime settimane entreremo nel vivo dell’influenza”.

Come preparare una Millefoglie di Patate e Gorgonzola

Pubblicato il 11 Gen 2016 alle 5:43am

Se amate il Gorgonzola e le patate, questo è il piatto che fa per voi. Potrete gustarlo come piatto unico, a pranzo, a cena, o come primo, secondo o antipasto. C’è veramente l’imbarazzo della scelta. Pratico e veloce da realizzare, adatto per tutta la famiglia, e in qualsiasi occasione autunnale o invernale.

Vediamo come preparare la Millefoglie di patate e Gorgonzola.

INGREDIENTI per 4 persone:

– 4 grandi patate – 150g di Gorgonzola D.O.P Galbani – 40g di parmigiano grattugiato – pangrattato – olio extravergine d’oliva – 1 ciuffo di erba cipollina – sale q.b

PREPARAZIONE:

1. Tagliate il Galbani Gorgonzola D.O.P a dadini e tenetelo da parte in un recipiente. 2. Pelate le patate e tagliatele a fettine sottili. 3. Lavate e tritate l’erba cipollina. 4. Ungete con dell’olio una teglia rettangolare di dimensioni 28 x 20. 5. Spolverate con un cucchiaio di pan grattato e procedete con il primo strato: mettete le patate, un filo d’olio, aggiungete il sale, l”erba cipollina e infine il gorgonzola. 6. Ripetete l’operazione per altri due strati. 7. Finite con un giro d’olio, gorgonzola e parmigiano. 8. Cuocete in forno a 180° per circa 20 minuti. 9. Se desiderate potete servire la millefoglie come antipasto. 10. Ricavate dalla teglia dei dischi aiutandovi con un coppa pasta della dimensione desiderata.