febbraio, 2017

Scoperte le molecole che sono alla base dell’invecchiamento

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 11:00am

Un team di scienziati dell’Ifom di Milano ha scoperto per la prima volta in assoluto le molecole in grado di bloccare i segni dell’invecchiamento, causato dal deterioramento dei telomeri, sequenze del Dna. (altro…)

La collezione moda di Ermanno Scervino “Soldier of love” per l’AI 2017/18

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 9:39am

Ermanno Scervino per la sua collezione moda donna Autunno Inverno 2017/2018, presentata in occasione della Settimana della Moda Milanese, punta sulla creatività e modernità: valori per i quali combatte la donna di Ermanno Scervino.

Da un costante, ricercato gioco di contrasti con capi e texture d’ispirazione militare emergono, con piena forza, sensualità e bellezza.

Una mescolanza di maschile e femminile. Cappotti e parka dalla vestibilità over, decorati come uniformi, con intarsi di pelliccia o in nuances delicate.

Il tailleur diventa capo icona. La donna Scervino lo indossa nella variante in Principe di Galles, rilavorata e alleggerita con fili di lino, oppure in impalpabile macramè, anche con revers effetto smoking, e in velluto a macro coste.

Il cinturone militare, morbidamente allacciato, è pretesto per esaltare il punto vita.

A capispalla mannish si abbinano abiti e gonne ultra-femminili nei quali si vede una sovrapposizione grazie a innovative lavorazioni couture, ricami valanciennes, pizzi e plumetis: caste trasparenze di pura sensualità.

E per la sera, è un contrasto di lunghezze: gli abiti bustier in rouches di organza su macramè, corti come minigonne sul davanti, si prolungano in uno strascico prezioso. Il plumetis su organza, raffinato e bon ton, rivela la propria anima rock grazie all’abbinamento con biker in pelle.

Gli accessori, poi, diventano veri e propri protagonisti: con gli outfit più femminili si indossano cuissard flat o francesine, illuminate dalle borchie che compongono la coda di rondine, mentre l’attitude garçonne è stemperata dal tacco a stiletto.

L’impatto delle malattie rare si misura oggi sui social, arriva il ‘Conta rarità’

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 8:32am

Si chiama ‘Rare Count’, ContaRarità, ed è una sorta di calcolatore capace di misurare, all’interno del proprio social network, il numero potenziale di contatti colpiti da malattie rare, applicando una media statistica di ‘uno su 20′. (altro…)

Aumenta la sopravvivenza dei bimbi nati prematuri

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 8:20am

Sempre più bambini nati prematuri sopravvivono non presentando problemi neurologici, grazie a migliori cure di oggi. (altro…)

George Clooney attacca il presidente Trump, ecco perché

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 6:37am

George Clooney ha ricevuto il premio del cinema francese alla carriera e in tale occasione ha attaccato il presidente americano Donald Trump alla cerimonia dei César. (altro…)

Pensioni usuranti, scade domani il termine per presentare la domanda

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 5:08am

Scade domani, mercoledì 1 marzo, il termine per presentare la domanda di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti, per ricevere benefici sanciti dal decreto legislativo 21 aprile 2011, n.67. (altro…)

Eutanasia, Dj Fabo è morto. Un ultimo video: “In Svizzera senza l’aiuto dello Stato”

Pubblicato il 27 Feb 2017 alle 1:00pm

Poco prima di morire, con il dolore nella voce, dj Fabo lascia un testamento morale, con tanto di accuse: “Sono finalmente arrivato in Svizzera e ci sono arrivato, purtroppo, con le mie forze e non con l’aiuto del mio Stato”.

Una considerazione straziante che arriva proprio dalla voce dell’artista che dall’estate del 2014, è cieco e tetraplegico. Un uomo che ha tentato di tutto, per migliorare la sua condizione di vita ma che purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Voleva “essere libero di morire”, come chiedeva poco più di un mese fa nell’accorato appello rivolto al presidente della repubblica Mattarella. Ed è morto questa mattina in Svizzera, dopo essersi sottoposto a un’ulteriore visita medica di controllo delle condizioni fisiche che lo hanno poi portato a scegliere la strada del suicidio assistito.

Ma prima di farlo Fabo ha voluto ringraziare una persona, colui che lo ha aiutato, “una persona che ha potuto sollevarmi da questo inferno di dolore, di dolore, di dolore. Questa persona si chiama Marco Cappato e lo ringrazierò fino alla morte. Grazie Marco. Grazie mille”.

Secondo Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato rischia “fino a 12 anni di reclusione”. Cappato ha accompagnato Dj Fabo in Svizzera per l’eutanasia ed è il tesoriere dell’associazione.

Filomena Gallo, ai microfoni di Sky Tg24, ha approfittato anche per ricordare che molti malati sono costretti a emigrare all’estero per scegliere di morire di eutanasia e questo non è giusto, è certamente discriminatorio anche per i costi alti da sostenere, anche di 10 mila euro.

Macchie scure sulla pelle, cosa fare?

Pubblicato il 27 Feb 2017 alle 12:23pm

Le macchie cutanee, spesso imbarazzanti e difficili da camuffare, che in medicina sono definite “discromie cutanee o iperpigmentazioni”, non sono altro che la conseguenza di alterazioni del funzionamento dei melanociti, le cellule addette alla produzione della melanina (pigmento che, oltre a colorare pelle, capelli, peli e occhi, protegge anche la cute dall’azione dannosa dei raggi ultravioletti).

Ebbene, i melanociti con l’avanzare dell’età tendono a non lavorare più nella maniera corretta, favorendo così una distribuzione disomogenea del pigmento, e sotto l’influenza dei raggi solari e lampade solari, schermo computer, ecc., con una funzione protettiva ne producono in eccesso, determinandone antiestetici accumuli.

Il 13% della loro comparsa rientra nelle naturali conseguenze del fisiologico invecchiamento: tutto il resto dipende essenzialmente dal troppo sole e dall’incidenza di questo su squilibri ormonali (menopausa, gravidanza…), farmaci invasivi (antistaminici, antinfiammatori, antibiotici…), pillola contraccettiva, cattive abitudini alimentari (dieta ricca di grassi, carenza di vitamine, minerali, oligoelementi…), prodotti topici non idonei (contenenti sostanze fotosensibilizzanti), e non in ultimo, l’inquinamento.

Ma cosa fare?

Di metodi per liberarcene ce ne sono diversi. Esistono, infatti, una grande varietà di rimedi, soprattutto appartenenti al mondo della cosmetica. In ogni caso bisogna sempre accertarsi dell’origine e del metodo migliore per combattere questo inestetismo della pelle.

Esistono rimedi domestici per macchie e cicatrici che possono accelerare la guarigione e ridurre gli inestetismi. Questi rimedi naturali possono richiedere tempo per presentare effetti visibili. Poi c’è l’uso dell’ Alfa-Idrossi-Acidi naturali o AHA. Concentrati di AHA sintetici utilizzati nei peeling chimici che possono causare infiammazioni e formazione di croste. AHA naturali, d’altra parte, che possono essere ottenuti da prodotti naturali e se usati regolarmente e con moderazione aiutano a sbarazzarsi delle macchie.

L’acido lattico, inoltre, presente nel latte e nello yogurt. Mescolando due cucchiai di yogurt bianco con un cucchiaio di farina di riso si ottiene una miscela da applicare sul viso. Massaggiando delicatamente e aspettare che la pelle si asciughi, lavando il viso con acqua fredda e tamponando la faccia con un asciugamano pulito, si può avere un ottimo rimedio fai da te.

Questa è una cura delicata che può essere utilizzata tutti i giorni. Aiuterà anche l’esfoliazione della pelle e a uniformare il tono e colorito cutaneo.

Un altro acido utilizzabile è quello citrico. Lavandosi il volto con una miscela ottenuta mescolando due cucchiai di succo di limone fresco e un cucchiaio di miele e massaggiandolo con un batuffolo di cotone . Aiuterà la nutrizione e il tono della pelle.

Utilizzate questa soluzione almeno una volta al giorno per sbarazzarvi delle macchie.

In ogni caso prima di procedere con qualsiasi “cura fai da te”, potete sempre rivolgervi ad un esperto del settore.

L’importante, proteggersi sempre con creme protettive, in estate e in altri periodi dell’anno.

Usare un fondotinta che presenta un fattore protettivo.

Eutanasia, Dj Fabo è in Svizzera, vuole morire. L’appello al presidente Mattarella

Pubblicato il 27 Feb 2017 alle 9:29am

Il 39enne Fabiano Antoniani, meglio conosciuto come Dj Fabo, è giunto in Svizzera per chiedere di morire liberamente, lanciando un appello al Capo dello Stato, Sergio Mattarella. (altro…)

Visita di Papa Francesco a Milano e Monza del 25 marzo, il programma completo

Pubblicato il 27 Feb 2017 alle 9:16am

Papa Francesco sarà a Milano sabato 25 marzo 2017. (altro…)