Sotto Copertura 2: dal 16 Ottobre su Rai1, la 2^stagione della fiction ispirata a Vittorio Pisani

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Ott 2017 alle ore 6:50am

Dal 16 ottobre in prima serata, arriva su Rai1, la fiction “Sotto Copertura“, alla sua seconda edizione, con protagonisti Claudio Gioè, che interpreta il commissario Michele Romano e Alessandro Preziosi, nei panni del super latitante boss Michele Zagaria. La regia è di Giulio Manfredonia, tra gli altri, nel cast della serie tv, che alla prima edizione ha riscosso un grandissimo successo, prodotta da LuxVide con RaiFiction, in quattro puntate, troviamo anche Antonio Folletto, Antonia Truppo, Lorenza Indovina, Antonio Gerardi, Bianca Guaccero, Matteo Martari, Simone Montedoro.

La trama segue quella della 1^ serie, 13 mesi dopo la cattura del boss dei casalesi, latitante da 15 anni, Antonio Iovine. Il lavoro miticoloso del commissario Michele Romano (in realtà che fu fatto dall’ex capo della Squadra Mobile di Napoli, Vittorio Pisani. Oggi dirigente superiore con un ruolo ancora più importante), impegnato nella caccia al super latitante Michele Zagaria.

Abbiamo deciso di non usare il vero nome di Pisani” dice il produttore Luca Bernabei “perché quando abbiamo girato la prima stagione della fiction sulla cattura di Antonio Iovine, c’era ancora il processo in cui era stato coinvolto, era accusato di essere stato connivente con la camorra. Ora il suo accusatore è stato condannato per calunnia. A Pisani è stato ridato tutto l’onore”.

Girata tra le stradine di Casal di Principe, SOTTO COPERTURA 2, racconta come gli uomini della III Sezione della squadra mobile di Napoli il 7 dicembre 2011; alla guida del super poliziotto Pisani, in questo caso il commissario Michele Romano (interpretato da Claudio Gioè), siano riusciti a stanare e ad arrestare il super latitante boss nel suo bunker di cemento armato, costruito sotto l’abitazione, dove viveva a Casapesenna.

Su Zagaria abbiamo fatto uno studio” spiega Manfredonia “è un uomo che agisce con una logica quasi militaresca, ha i suoi perché. Ha una sua visione del rapporto con lo Stato come se la camorra fosse un piccolo stato nell’Italia. Zagaria fa un uso edonistico del potere, è ricchissimo, eppure la sua è una vita di mer..a“.