Botti e feriti a Capodanno

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 01 Gen 2019 alle ore 12:22pm

In tutto il Paese sono diversi i feriti per esplosioni di botti durante la notte di San Silvestro. Come ogni anno, non servono raccomandazioni da parte di amministrazioni. Quest’anno, anche il ministero ha sottolineato l’importanza di evitare fuochi pericolosi per sé e gli altri, per bambini e animali, ma incidenti ci sono stati ancora una volta, anche se di minore entità.

Solo a Napoli e provincia si contano 37 feriti, un dato questo che in lieve aumento rispetto al primo dell’anno del 2018, quando i feriti tra capoluogo e provincia furono 35, e in diminuzione rispetto ai 45 di due anni fa. Dei 37 feriti, 20 sono in città e 14 in provincia. Cinque i feriti più gravi per i quali la prognosi è di 30 giorni e che sono attualmente ricoverati, mentre per gli altri la prognosi è di 15 giorni. Tre i minori rimasti feriti, uno dei quali, un 12enne, che ha subito l’amputazione di un dito della mano destra.

Tra i casi più gravi si registra quello di una donna di 36 anni, ricoverata all’ospedale Rummo di Benevento per una ferita causata dall’esplosione di un grosso petardo a Sant’Agata de’ Goti. La donna ha riportato una grave perforazione al polmone a causa di una scheggia ed è stata sottoposta a una lunga operazione nell’ospedale beneventano, dove è attualmente ricoverata in terapia intensiva ed è in prognosi riservata. L’esplosione è avvenuta all’esterno di una tensostruttura nella quale la 36enne stava trascorrendo la notte di Capodanno. In un primo momento è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Sant’Agata de’ Goti, dopo circa due ore è stata trasferita al Rummo di Benevento dove è stata sottoposta all’intervento chirurgico. In provincia di Benevento si contano in tutto quattro feriti, tre dei quali sono stati giudicati guaribili in 5 giorni per abrasioni agli occhi e al viso.

A Bardonecchia, in Valsusa, invece, un 19enne residente nel torinese ha perso una mano ed è rimasto gravemente ferito ad una coscia. Per cause ancora in corso di accertamento da parte delle forze dell’ordine il giovane, mentre si trovava all’esterno di un locale, è rimasto ferito dall’esplosione di un petardo. Soccorso, il giovane è stato elitrasportato al Cto di Torino dove si trova tuttora ricoverato.

A Roma, almeno 160 interventi dei vigili del Fuoco per cassonetti bruciati. Contenenti spazzatura di ogni genere, depositi o scarichi di materiali di inerte.