novembre, 2019

“Mina Fossati”, un album di inediti che esce il 22 Novembre, in cui i due artisti fotografano il presente tra sentimenti e battaglie

Pubblicato il 19 Nov 2019 alle 3:31pm

Il 22 novembre prossimo, è in uscita su etichetta Sony Music il nuovo album di inediti di Mina e Fossati. Due protagonisti della musica italiana, da tempo lontani dalla ribalta, per la prima volta insieme a due voci in 11 brani inediti, scritti e composti da Ivano Fossati e cantati con Mina.

Mina Fossati, prodotto da Massimiliano Pani per Pdu e Il Volatore e distribuito da Legacy – Sony Music.

L’album è stato presentato in anteprima alla stampa nella Sala Puccini del Conservatorio Giuseppe Verdi, nell’ambito della Milano Music Week 2019. Una settimana di incontri, dibattiti ed eventi speciali nel centro di Milano, una delle più prolifere capitali europee per la musica, durante la quale Fossati ha presentato il nuovo lavoro inedito con la testimonianza del produttore dell’album, Massimiliano Pani, figlio di Mina, e la conduzione di Massimo Bernardini.

Mina Fossati è un disco che racconta del tempo presente, dell’importanza del concentrarsi sul qui ed ora, in un racconto che lascia la parola ai sentimenti, all’amore: quell’amore che “si perdona anche attraverso il furore del temporale”, l’amore che combatte le battaglie del tempo in un eterno rinnovarsi, quello che crede nonostante i tempi siano oscuri e le montagne alte, perfino per chi ci crede.

Un lavoro vivace e intenso, fatto di brani dalla sottile impronta blues-rock accostati a ballad dirette e toccanti, dove le voci dei due interpreti sono accompagnate da pianoforte e orchestra d’ archi. “Dopo otto anni la mia decisione non cambia: non torno a fare dischi né concerti, ma per niente al mondo mi sarei negato la gioia di scrivere questo album.  Nessun musicista sano di mente direbbe no a Mina” – racconta Fossati a proposito dell’amicizia che lo lega a Mina e di questo progetto.

L’album si apre con la toccante e decisa L’infinito di stelle, chiari accordi di pianoforte su cui si appoggiano appassionate le voci di Mina e Fossati, che cantano la voglia di continuare a coltivare la speranza “in questa terra civilizzata, soprattutto dai poeti”. Un piccolo manifesto del disco che introduce il discorso sul presente, come un filo sottile che lega gli undici brani e che spiega l’essere insieme dei due artisti.

A seguire la tracklist completa dell’album di inediti

– Infinito di stelle – Farfalle – Ladro – Come volano le nuvole – La guerra fredda – Luna diamante – Tex-mex – Amore della domenica – Meraviglioso è tutto qui – L’uomo perfetto – Niente meglio di noi due

Luna Diamante, che svela una Mina quasi inedita dalla potenza concreta, sincera e reale, è stato scelto come colonna sonora del nuovo film di Ferzan Ozpetek, La Dea Fortuna.

L’amore e l’attenzione per il presente sono il fil rouge che lega tutti questi brani raccolti nell’album inedito dei due grandi artisti Mina – Fossati.

Registrato soprattutto a Lugano, con poche incursioni a Milano o negli studi liguri di Fossati, Mina Fossati vanta arrangiamenti di Celso Valli e una band di tutto rispetto: Danilo Rea (piano e organo), Faso (basso), Massimo Moriconi (conrabbasso), Luca Meneghello (chitarre), Alfredo Golino (batteria), Ugo Bongianni (programmazione e tastiere). Guest host Massimo Tagliata alla fisarmonica, Gabriele Comeglio al sax e Claudio Fossati alle percussioni.

Parlando di Mina, Ivano Fossati ha anche aggiunto: “Abbiamo di lei l’idea che sia una grande cantante, ma lei è una grande musicista. Ha un grande pensiero: dietro ogni nota, ogni passaggio, c’è un grande lavoro. Ha lo stesso atteggiamento dei grandi jazzisti. Ma oltre a questo enorme potenziale artistico, è una persona adorabile“.

Il pre-order è disponibile per tutti i formati: CD Digipack, CD Deluxe Hardcover Book, Vinile Nero 180gr, Vinile Bianco Trasparente 180gr, Special Book (contenente un Picture Disc, un 45 Giri di Settembre, un CD e una stampa speciale di Mauro Balletti limitata e numerata).

Obesità, riconosciuta come malattia

Pubblicato il 19 Nov 2019 alle 7:42am

La Camera ha approvato, all’unanimità, alcuni giorni fa, la mozione presentata da Roberto Pella (Fi) e che ha avuto la piena adesione dei gruppi parlamentari e il sostegno delle comunità scientifiche.

«Sono molto soddisfatto dell’unanimità espressa da tutti i gruppi politici attraverso il voto di oggi: votare unanimemente un testo unitario, sottoscritto da tutti i gruppi politici, non accade quasi mai», ha commentato Roberto Pella.

«È un momento importantissimo per tutte le persone con obesità e per i loro famigliari – scrive Pella in una nota – che vedono finalmente riconosciuta la loro condizione come una malattia e che possono contare sull’impegno del Governo a sostenere un Piano nazionale dedicato, con azioni di: promozione dell’attività fisica, della sana alimentazione e di corretti stili di vita; informazione e formazione dei cittadini con la collaborazione degli enti locali e delle autorità sanitarie; lotta alla discriminazione e al bullismo. Questa mozione è l’espressione della ferma convinzione di poter innescare una nuova stagione legislativa e dotata di strumenti operativi per l’obesità, grazie alla stretta collaborazione che continueremo a sviluppare con le società scientifiche e le associazioni dei pazienti e di cittadinanza che ringrazio per aver collaborato e con i Comuni italiani».

Da oggi, infatti, continua Pella «una forte alleanza della politica con società scientifiche, associazioni dei pazienti, ricerca, sanità, scuola e Comuni potrà mantenere alta l’attenzione sulle attività di prevenzione, sulla diagnosi precoce e sulle cure più appropriate da mettere in campo, per una maggiore conoscenza e consapevolezza del problema. In questi giorni di pianificazione e confronto sui numeri della manovra è importante concentrare le richieste sulla prevenzione: non è una missione semplice da attuare concretamente né indolore dal punto di vista economico, ma solo così si potrà veramente affrontare i rischi d’insorgenza dell’obesità».

Le azioni dovranno essere inquadrate all’interno di un Piano nazionale, un quadro condiviso dal Ministero con le Regioni, che, compatibilmente con la disponibilità delle risorse economiche, umane e strutturali, individuerà un disegno strategico comune per promuovere interventi basati sull’unitarietà di approccio centrato sulla persona con obesità.

«Per le proporzioni che ha assunto nel nostro Paese e per le implicazioni che genera dal punto di vista della spesa per i sistemi sanitari nazionali, regionali e locali, l’obesità è oggi una voce di bilancio sempre più insostenibile, se non saremo in grado di dotarci di politiche di prevenzione e di cura adeguate», ricorda Pella. L’impatto economico si stima sia pari al 4% della spesa sanitaria nazionale, per un totale di circa 4,5 miliardi di euro.

Charlie e la Fabbrica di cioccolato, il musical basato sul romanzo di Roald Dahl a Milano da Giovedì 21 Novembre

Pubblicato il 19 Nov 2019 alle 7:24am

“CHARLIE E LA FABBRICA DI CIOCCOLATO”, il musical basato sul romanzo di Roald Dahl, e sui film “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” del 1971, con Gene Wilder e ritenuto una delle 50 pellicole cult della storia del cinema, e del 2005, con Johnny Depp e diretto da Tim Burton, che ha incassato circa 500.000.000 di dollari, arriva a MILANO, unica città italiana a ospitare lo spettacolo che, per tutta la stagione teatrale 2019/2020 resterà alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore (Via Giulio Cesare Procaccini, 4), per la prima volta in assoluto trasformata in un teatro.

Il libretto dello show è di David Greig (autore per la Royal Shakespeare Company), le canzoni di Marc Shaiman e Scott Wittman (Sister Act – il film, Hairspray, l’atteso Mary Poppins Returns), e Leslie Bricusse (Premio Oscar, The Candy Man, Victor Victoria) e Anthony Newley.

La regia di questa edizione italiana sarà firmata da Federico Bellone (Mary Poppins, Dirty Dancing nel mondo, Sugar – A qualcuno piace caldo) e vedrà la produzione di Wizard Productions (Dirty Dancing nel mondo, Sugar – A qualcuno piace caldo, The Bodyguard – Guardia del corpo, Fame).

Il musical ha debuttato con la regia di Sam Mendes (American Beauty, ultimi film di James Bond, regista di un’acclamata versione del musical Cabaret) nel 2013 a Londra, restando in scena per quasi 4 anni, e raggiungendo il più alto incasso settimanale nella storia del teatro inglese, per poi spostarsi a New York.

Lo spettacolo sarà coprodotto con il Comune di Milano e vedrà il coinvolgimento di attori, orchestrali, cambi completi di scena ed effetti speciali per una produzione che lascerà completamente meravigliati!

Oltre due ore di spettacolo, con musica dal vivo eseguita da 18 musicisti diretti dal Maestro Giovanni Maria Lori e coreografie curate nel dettaglio da Gillian Bruce, effetti speciali (curati da Paolo Carta già autore degli effetti speciali di Mary Poppins) e costumi di scena, che fin da subito catturano l’attenzione del pubblico.

Nel ruolo principale di Willy Wonka ci sarà Christian Ginepro, attore poliedrico e trasversale, capace di dividersi con naturalezza tra cinema, televisione e teatro, con alle spalle più di vent’anni di carriera DA PROTAGONISTA nel musical.

Oltre a Christian Ginepro, questi gli altri performer che saliranno sul palco: i giovanissimi Jeesee (Gregorio Cattaneo)/Alberto Salve/Alessandro Notari (Charlie Bucket), gipeto (nonno Joe), Simona Samarelli (Mrs. Bucket), Lisa Angelillo (Sig.ra Tv), Russell Russell (Sig. Eugene Beauregarde), Fabrizio Corucci (Sig. Oleg Disalev), Stella Pecollo (Sig.ra Glup), Annamaria Schiattarella (nonna Georgina e regista residente), Roberto Colombo (nonno George), Marta Melchiorre (Veruca Disalev), Davide Marchese (Augustus Glup), Michelle Perera (Violetta Beauregarde), Simone Ragozzino (Mike Tv), Donato Altomare (Jerry), Rossella Contu (Cherry), Robert Ediogu (Sig.ra Green), oltre ai membri dell’ensemble Andrea Spata (capoballetto), Federica Laganà, Mary La Targia, Pietro Mattarelli, Antonio Orler, Manuel Primerano e Monica Ruggeri e agli swing Emanuela Fiore, Nicolina Iandico, Davide Tagliento e Roberto Torri.

I biglietti dello show, prodotto da Wizard Productions (Dirty Dancing nel mondo, Sugar – A qualcuno piace caldo, The Bodyguard – Guardia del corpo, Fame), sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali.

Numero telefonico per la biglietteria: 351 889 71 75 (attivo dal martedì alla domenica dalle 14:00 alle 19:00)

Canale Telegram per la biglietteria: LaFabbricadiCioccolatoilMusical

FABBRICA DEL VAPORE

Via G.C. Procaccini 4 – 20154 Milano

e-mail: ed.fabbricadelvapore@comune.milano.it

telefono: 020202

http://www.fabbricadelvapore.org/wps/portal/luogo/fabbricavapore

I biglietti sono in vendita sul sito di Ticketone

o presso la biglietteria situata nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore

Aperta dal martedì alla domenica dalle 14 alle 19

(durante le rappresentazioni serali la cassa per il ritiro biglietti aprirà alle ore 20.00)

Informazioni&Prezzi

PREZZI (da € 39,00 a € 96,00)

Mercoledì – Giovedì (ore 20.45)

GOLDEN TICKET € 91

WILLY WONKA intero € 54

WILLY WONKA ridotto* € 49

UMPA LUMPA intero € 44

UMPA LUMPA ridotto* € 39

Venerdì (ore 20.45) – Sabato (ore 15.00 / ore 20.45) – Domenica (ore 15.00 / ore 19.00)

GOLDEN TICKET € 96

WILLY WONKA intero € 59

WILLY WONKA ridotto* € 54

UMPA LUMPA intero € 49

UMPA LUMPA ridotto* € 44

PIANTINA POSTI

*i biglietti ridotti sono dedicati a:

-Under 26 / Over 60

-Dipendenti comunali

-Accompagnatori di portatori di Handicap

-Portatori di Handicap**

-Ridotto Family Pack 3 Pacchetto 2 adulti + 1 under 12

-Ridotto Family Pack 4 Pacchetto 2 adulti + 2 under 12

-Ridotto Family Pack 5 Pacchetto 2 adulti + 3 under 12

**I portatori di Handicap con il 100% di invalidità entrano gratuitamente

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: 3518897175

CONVENZIONI BIGLIETTI

**Speciale COUPON FIDATY ESSENLUNGA**

Per poter prenotare tramite i coupon Essenlunga, basterà presentarsi con essi alla biglietteria fisica situata nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore, oppure telefonando al numero 3518897175 e presentando i coupon al ritiro.

Il settore acquistabile con tale promozione è SOLO l’Umpa Lumpa!

**Speciale TESSERA EUROCHOCOLATE**

Presentando la tua chococard presso la biglietteria fisica situata nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore, o prenotando telefonicamente i tuoi biglietti al numero: 3518897175 e presentando la tessera al ritiro, ti verrà apportato il 10% di sconto.

**Speciale TESSERA RINASCENTE**

Presentando la tessera della Rinascente presso la biglietteria fisica situata nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore, o prenotando telefonicamente i tuoi biglietti al numero: 3518897175 e presentando la tessera al ritiro, ti verrà apportato uno speciale sconto per qualsiasi settore!

Home

https://www.facebook.com/LaFabbricadiCioccolatoilMusical/

https://www.instagram.com/lafabbricadicioccolatomusical/

Canale Youtube

Paradontopatia, diabetici a rischio tre volte in più

Pubblicato il 19 Nov 2019 alle 7:14am

Sono 8 milioni gli italiani che soffrono di parodontopatia, una malattia che comporta la perdita di osso intorno alla radice dei denti.

L’11% della popolazione occidentale, 800.000.000 milioni di persone, sono affette da una forma severa con mobilità, spostamento e perdita di denti.

Molto frequente nei malati di diabete. Chi soffre di diabete, dicono infatti gli esperti, sono a rischio tre volte di più di ammalarsi di parodontopatia e, viceversa, chi soffre di questa malattia dei denti ha una maggiore tendenza a sviluppare il diabete.

“La parodontopatia, se non trattata, non solo può portare alla perdita dei denti – dice Mario Aimetti, presidente della Società italiana di Parodontologia e Implantologia (Sidp) – ma è anche la seconda causa di infiammazione cronica sistemica dopo l’obesità. Questo impatto sistemico influenza l’insorgenza e il decorso del diabete. Esiste infatti una relazione diretta tra la gravità e l’estensione della parodontopatia e il peggioramento del controllo glicemico”.

Disturbi alimentari, Villa Miralago, la più grande comunità terapeutica italiana compie 10 anni

Pubblicato il 19 Nov 2019 alle 6:53am

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i disturbi alimentari rappresentano la seconda causa di morte, dopo gli incidenti stradali, tra i giovani. Oltre 3 milioni le persone in Italia, di cui il 95,9% donne, ne soffrono (Ministero della Salute).

Sempre più frequenti i casi che coinvolgono anche bambine di 8-9 anni. Le persone più colpite restano quelle in età adolescenziale. A prendersi cura di loro con amore e competenza da ben dieci anni sono gli specialisti di Villa Miralago a Varese, la più grande comunità terapeutica d’Italia per la cura dei disturbi del comportamento alimentare convenzionata con il SSI (anoressia, bulimia, vigoressia, frequente anche nei maschi adulti, l’ortoressia e il disturbo da alimentazione incontrollata – obesità) e una delle più grosse d’Europa.

Qui il 92% dei pazienti porta a compimento il suo percorso di cura terapeutico con esiti molto positivi. La quasi totalità delle pazienti durante il percorso di cura arriva a guarigione sintomatica: l’82 % dei casi di anoressia, il 78% di bulimia e il 65% dei casi nel disturbo di alimentazione incontrollata.

“Curare un disturbo alimentare vuol dire non aver più bisogno di manomettere il proprio rapporto con il cibo e con il corpo. Fino a quando si frapporrà qualcosa tra il paziente e il cibo/corpo, fino a quando le paure continueranno ad inquinare, la libertà di mangiare o di apparire, non può esserci guarigione, al di là di ogni peso immaginabile, al di là di ogni abitudine alimentare – ha detto il Direttore Sanitario di Villa Miralago, Leonardo Mendolicchio – Guarire significa, infatti, non essere più costretti a ricorrere al cibo per assecondare le proprie aspettative di perfezione, significa non dover più fustigare il proprio corpo per lenire le proprie colpe. Guarire significa essere liberi di entrare in risonanza con la propria umanità senza sentirsi troppo giudicati o in balia dello sguardo altrui”.

La scommessa che compie Villa Miralago, con ogni paziente, è quella della riappropriazione del rapporto con l’Altro, con la famiglia, con gli amici, con il mondo anche per i casi più gravi che trovano ospitalità nel nucleo “Ginestra” che è riservata ai pazienti con gravissima malnutrizione e che necessitano di nutrizione artificiale.

I risultati eclatanti di Villa Miralago sono dovuti a più di un fattore: una struttura all’avanguardia e un’equipe di altissimo livello, che realizza percorsi individuali e personalizzati per ogni singolo paziente, grazie anche alla presenza di un numero elevato di personale, più di un operatore per ogni paziente. La riabilitazione nutrizionale viene fatta in modo lento e senza traumi, preparando la psiche ai cambiamenti fisici corporei. La psicomotricità è un altro pilastro del percorso di riabilitazione in questo centro, che mette il corpo nella relazione, in una dimensione ludica permettendo ai pazienti di viverlo in maniera meno sintomatica.

Preservativi anche a scuola

Pubblicato il 18 Nov 2019 alle 7:51am

Sul sito del ministero della Salute in un comunicato, si spiega che «Tra le nuove generazioni c’è ancora poca consapevolezza sul virus, su come si trasmetta e su cosa fare per proteggersi – a spiegarlo è Pierpaolo Sileri, vice ministro della Salute -. Aggiungendo anche che , molti confondono la prevenzione delle gravidanze indesiderate, e quindi l’assunzione della pillola contraccettiva, con la prevenzione dall’Hiv e il resto delle malattie sessualmente trasmissibili, contro cui lo strumento più efficace è senza dubbio il profilattico».

Ecco perché, in questa prospettiva, diventa «Fondamentale allora promuoverne l’uso nelle scuole e nelle università. Tra l’altro c’è già un protocollo d’intesa del 2015 tra il ministero della Salute e il Miur per l’educazione alla salute e alla sessualità in favore degli studenti e dei docenti. Sulla base di questa intesa – conclude – è già pronta una proposta di linee di indirizzo».

E mi sembra questa un’ottima iniziativa da parte del governo per le nuove generazioni, molto più precoci di quelle passate.

Vista, pillole di zafferano in grado di frenare una rara malattia

Pubblicato il 18 Nov 2019 alle 7:23am

Lo zafferano sarebbe in grado di frenare una grave e rara malattia degenerativa della vista, la sindrome di Stargardt. Questo il risultato scientifico ha cui è giunto uno studio clinico senza precedenti condotto presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Irccs e pubblicato sulla rivista scientifica “Nutrients”. (altro…)

Iss, calano i nuovi casi di Hiv. Il 1 dicembre Giornata Mondiale dell’Aids

Pubblicato il 18 Nov 2019 alle 7:06am

Calano per la prima volta, dopo diversi anni, in particolare dal 2010, in poi, i nuovi casi di Hiv in Italia. Che sono scesi del 20% nel 2018 rispetto al 2017. Ad affermarlo l’Iss, che sottolinea come siano in aumento pero, le diagnosi tardive.

La riduzione, scrive ancora l’Istituto, interessa soprattutto le modalità di trasmissione, sia eterosessuali che MSM (Maschi che fanno Sesso con Maschi) ed è probabilmente da attribuire in modo principale all’efficacia delle terapie antiretrovirali ed alle nuove Linee Guida Terapeutiche che prevedono di iniziare la terapia precocemente dopo la diagnosi.

“Purtroppo continua ad aumentare la quota di persone (57% nel 2018) che scoprono di essere sieropositive molti anni dopo essersi infettate – si legge nel rapporto del Centro Operativo AIDS (COA) – e vengono pertanto diagnosticate quando il loro sistema immunitario è già compromesso; questo è evidentemente l’effetto di una scarsa consapevolezza sulla diffusione ancora ampia di HIV nel nostro Paese e del rischio che si corre di contrarre l’HIV attraverso rapporti sessuali non protetti”.

I giovani tra i 25 e i 29 anni costituiscono il gruppo maggiormente colpito in termini di incidenza. “Dai dati emerge che l’offerta del test Hiv in contesti informali (test in piazza, auto test, test in strada, easy test, test in sedi extrasanitarie) costituisce uno strumento prezioso per raggiungere i giovani e identificare nuove diagnosi”. Tra gli stranieri, una stabilizzazione delle nuove diagnosi.

A disposizione dei cittadini, ricorda l’Istituto, ci sono gli esperti dell’ISS rispondono al Telefono Verde AIDS 800 861 061 da lunedì a venerdì dalle 13 alle 18. In occasione della Giornata Mondiale dell’AIDS, domenica 1 dicembre, il servizio sarà attivo invece dalle 10 alle 18.

Emicrania in gravidanza e rischio di aborto

Pubblicato il 18 Nov 2019 alle 6:05am

Uno studio danese condotto da Nils Skajaa della Aarhus University, ha esaminato 22.841 donne in gravidanza con emicrania, confrontandole con circa 228.324 controparti senza problemi di mal di testa. I dati sono stati presi dal Danish National Patient Registry e dal Danish Medical Birth Registry e le gravidanze si sono tutte svolte tra il 2005 e il 2012. (altro…)

Leggere e scrivere per proteggere il cervello dalla demenza

Pubblicato il 17 Nov 2019 alle 7:13am

Secondo un recente studio condotto da Jennifer Manly, della Columbia University Vagelos College of Physicians and Surgeons a New York pubblicato sulla rivista Neurology, che ha coinvolto quasi 1000 individui di età media di 77 anni, tra cui 237 analfabeti, leggere e scrivere aiuta a proteggere il cervello dalla demenza. (altro…)