C’è una correlazione causale, o anche di concausa, tra la presenza di siti di rifiuti incontrollati sul territorio dei comuni delle province di Napoli e Caserta ricompresi nella cosiddetta Terra dei Fuochi, e l’insorgenza di alcune patologie tumorali, come ad esempio il tumore alla mammella, l’asma, le varie forme di leucemie, le malformazioni congenite.

E’ il dato, che è emerso dal rapporto conclusivo dei lavori dell’accordo che la Procura di Napoli Nord stipulato nel giugno 2016 con l’Istituto Superiore di Sanità.

Danni scienziati e medici continuano a sostenerlo, come anche i diretti interessati, e cittadini del posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.