Spread the love

“Bonacatu. Storia di una bambina e di un soldato” è il quinto libro pubblicato quest’anno da Camena edizioni e disponibile da lunedì  9 ottobre nelle librerie e  store online.

Una graphic novel scritta e illustrata — con rara maestria, pur essendo un esordio — da Joele Ferreri, in arte Muzzurullu«Mi è sempre piaciuto scrivere e disegnare storie, e attraverso l’Accademia d’Arte di Cagliari ho trovato la mia via», racconta l’autore.

Nel libro si racconta da storia di Bonacatu, una bambina sensibile e sognatrice che si sente un’estranea a casa propria come nel paese sardo in cui vive, a metà anni Cinquanta, con un padre che spesso torna ubriaco a casa la sera e dei compagni di scuola che non accettano la sua voglia di esprimersi in modo originale e spontaneo«La trama interseca tra loro storie dell’infanzia di mia madre; avendola vissuta in prima persona, so quanto possa essere talvolta soffocante la realtà di un paese, se non corrisponde al proprio destino», sottolinea l’autrice del racconto Joele Ferreri, in arte Muzzurullu.

La natura e un soldato fantasma che solo a lei compare, costituiscono la dimensione in cui Bonacatu si sente a proprio agio: i silenzi del soldato e delle piante che rigogliose emergono dalle tavole, le permettono di trovare dentro di sé un equilibrio, dando vita così  una formazione che poggia sull’autocoscienza. («Gli asfodeli sono fiori che riescono a crescere anche in terre bruciate dal fuoco. La campagna ne era piena e io mi sentivo come loro, per una volta non ero fuori posto», dice la bambina

Trovare una voce e una sintassi per la bambina che possa essere credibile e comprensibile, anche da lettori adulti, è una delle sfide vinte da quest’opera così virtuosistica. Le altre riguardano la capacità di sposare insieme acquerello, pastelli, digitale, intervallati da collage e inserti materici di ricamo, testi di preghiere o perfino lo spartito di un libretto d’opera. E il tutto mantenendo una salda uniformità stilistica che si esprime in ampie tavole che spesso reinventano la prospettiva aprendo nuovi punti di vista possibili.

Come sottolinea Stefano Obino, editor di Camena e curatore del volume: «Bonacatu è una bambina nata negli anni 50 in un piccolo paesino nel centro della Sardegna. È incompresa da tutti, anche dalla sua stessa famiglia. Qualcosa in lei cambia quando, nel giardino di casa, incontra il fantasma di un soldato della Prima guerra mondiale. Come è arrivato lì? E perché Bonacatu si sente tanto simile a lui?» 

Muzzurullu, Joele Ferreri, nasce a Sassari nel gennaio del 2000. Fin da bambino si appassiona al disegno, decidendo di farne la sua carriera iscrivendosi nel 2019 all’Accademia d’Arte di Cagliari dove seguirà un corso triennale di Fumetto. Qui perfeziona la sua tecnica e acquisisce le competenze necessarie per realizzare il suo sogno di diventare un autore di fumetti per poter raccontare le storie che da sempre immaginava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.