moda

Dolce & Gabbana: a causa dello spot pubblicitario che non è piaciuto, i loro prodotti banditi da siti e-commerce cinesi

Pubblicato il 23 Nov 2018 alle 6:32am

Gli stilisti Dolce & Gabbana dopo le polemiche sui video “razzisti e sessisti” e ulteriori commenti su Instagram, sono al centro di diverse polemiche. I prodotti della griffe italiana sono spariti dalle piattaforme di e-commerce cinesi già dalla tarda serata di mercoledì 21 novembre.

Il boicottaggio è avvenuto sui tre colossi del settore Tmall, JD.com e Suning, quelli cross-border NetEase Kaola e Ymatou, e compagnie del luxury e-commerce come Secoo e Vip.com, e Yhd.com.

Un portavoce della piattaforma di lusso Xiaohongshu ha spiegato: “Gli interessi della nostra patria non possono essere violati. Tutte le collaborazioni sono basate sul rispetto reciproco. Accogliamo con favore i marchi internazionali, ma se operano in Cina dovrebbero rispettarla”.

In Cina non è piaciuto lo spot pubblicitario di D&G, postato sul profilo Instagram ufficiale per pubblicizzare una grande sfilata a Shanghai, in cui si vede una modella cinese che tenta con difficoltà di mangiare pizza, spaghetti e un cannolo siciliano con le bacchette sotto i consigli di una voce maschile che le chiede: “E’ troppo grande per te?”.

Yamamay, la collezione di intimo donna autunno inverno 2018 -19

Pubblicato il 21 Nov 2018 alle 6:07am

La nuova collezione di intimo Yamamay autunno inverno 2018/2019 è elegante e al tempo stesso molto seducente. I bustier da donna sono realizzati con un tessuto innovativo a balza in tulle e pizzo. I motivi fogliage e gli intriganti intrecci sulla schiena completano i look rendendolo più raffinato, sensuale ed intrigante. Non mancano nell’intimo femminile Yamamay i reggiseni push-up ornati da ricami macramè e scolli a cuore! (altro…)

Toppe sugli abiti, una moda che torna

Pubblicato il 16 Nov 2018 alle 12:13pm

Oggi giorno è possibile acquistare una varietà di abiti e accessori già decorati con toppe. Esistono toppe di ogni forma e tessuto e anche decorate con glitter che cambiano di colore (come le B-Queen Glitter Pacht di De Agostini Publishing) con cui personalizzare abiti, zaini, astucci, quaderni, diari e ogni superficie. Blue mermaid, gold e pink-fluo sono tra i colori fashion, con tante forme.

L’applicazione è diventata facile, oltre al classico ago e filo sui tessuti, c’è un biadesivo da fissare con l’alta temperatura (ad esempio, con il ferro da stiro). Cuore, fiocco, stella, due faccine, banana, ciliegia, bacio, teschio, ananas e un lettering con il classico “Love” tra i simboli.

Origine delle toppe

Utilizzate in passato solo per coprire i buchi sugli abiti logori ed etichettare le persone in uniforme, per riconoscere chi contava in campo militare: prima, durante la guerra anglo-americana del 1812 e successivamente durante la Guerra Civile del 1861-65, tra il 1960 e il 1970 divennero poi un segno di riconoscimento degli abiti folk degli hippies con sopra dei simboli che caratterizzarono un’epoca: la pace, il pugno, la a anarchica, l’amore.

Una sorta di marchio di appartenenza che poi negli anni, con altri decori – come spille e borchie – e altri simboli si trasmise alla controcultura dei pieni anni ’70. Al timone del punk britannico si piazzò Vivienne Westwood: invece di patch ricamate con segni di pace e fiori, i punk di strada indossavano toppe di stoffa delle loro band preferite.

Negli anni ’80 e ’90 le toppe erano usate per riparare i jeans strappati: alcune erano molto semplici, altre originali e coloratissime, decorate con strass e paillettes. Quando si è diffusa la moda dei “jeans destroyed” sono praticamente sparite. Recuperate poi nel decennio successivo da designer all’avanguardia come Martin Margiela, Ann Demeulmeester, Helmut Lang, Rei Kawakubo e Raf Simons. Quest’ultimo è particolarmente amante del punk patch: nel suo lavoro, la toppa è tornata oggi come espressione di anticonformismo.

New York, Victoria’s Secret show: in passerella le sorelle Gigi e Bella Hadid

Pubblicato il 15 Nov 2018 alle 7:18am

Gigi e Bella Hadid sono tornate insieme per sfilare per Victoria’s Secret show, l’annuale sfilata di lingerie del brand americano. La passerella, questa volta è stata allestita a New York al Pier 94, e ha visto tra gli ‘angeli’ Adriana Lima, Kendall Jenner, Candice Swanepoel in uno spettacolare show (con l’esibizione di Rita Ora e Shawn Mendes) che sarà trasmesso in tv il 2 dicembre sulla Abc.

Gigi Hadid ha 23 anni, la sorella Bella 22 ma la più emozionata, con tanto di lacrime in passerella, è stata invece la ‘veterana’ Adriana Lima, 37 anni, cui la maison ha dedicato uno speciale omaggio con i momenti iconici delle sue precedenti 19 sfilate.

Moda autunno inverno 2018/19, lo stile western

Pubblicato il 05 Nov 2018 alle 6:45am

Era ritornata la scorsa primavera estate 2018 e la ritroviamo sulle passerelle di questo nuovo autunno inverno 2018/2019 ancora più articolata. La tendenza western, è di moda. Quella che ci vuole tutte con indosso camperos e giacche con i taschini. Tanto da trasformarsi in declinazioni diverse dallo stile originale di Uma Thurman in Cowgirl, Il Nuovo Sesso (1993) e Madonna nel video di Don’t Tell Me (2001). Oggi preziosa e adatta anche alle grandi occasioni, perché molto elegante e raffinata. (altro…)

La moda di Gucci e Dior incanta la Fashion week di Parigi

Pubblicato il 29 Set 2018 alle 6:51am

Dopo New York, Londra e Milano, le Fashion week, le sfilate per la moda primavera estate 2019, terminano a Parigi nella settimana che va dal 24 settembre al 2 ottobre. Sfilano tra gli altri Saint Laurent, Maison Margiela, Kenzo, Issey Miyake, Celine, Vivienne Westwood, Elie Saab, Rahul Mishra, Comme des Garçons, Hermès, Sonia Rykiel, John Galliano, Givenchy, Stella McCartney, Valentino e Giambattista Valli, Alexander McQueen e Chanel.

A concludere la settimana del ready to wear è Louis Vuitton.

Ad aprire due italiani: Gucci con la nuova collezione di Alessandro Michele e Dior disegnato da Maria Grazia Chiuri, con due sfilate tra le più spettacolari e applaudite.

Per Gucci, la primavera è un mix anarchico, teatro anni ’70 e no-gender look. Alessandro Michele, punta infatti al lurex, con cristalli e omaggi a Janis Joplin.

Dior propone invece abiti ariosi con eleganti tutù per la Collezione primavera estate 2019 “sulle punte” disegnata da Maria Grazia Chiuri.

Emporio Armani, sfilata per lui e lei all’aeroporto di Linate: 2400 ospiti e super show con Robbie Williams

Pubblicato il 22 Set 2018 alle 10:18am

Una grande e bellissima sfilata è andata in scena all’aeroporto di Linate. L’idea è nata dopo le trasferte di Parigi e Londra. Per tornare a casa, re Giorgio ha fatto le cose veramente in grande, facendo imbarcare 2400 ospiti come se essi dovessero partire realmente.

‘Emporio Armani Boarding’ così è stata chiamata la sfilata. File lunghissime per il controllo dei documenti, e poi ancora per quelli di sicurezza, con più di un’ospite costretta a togliere tacchi e gioielli per passare il metal detector. E poi ancora il classico corridoio chiuso che porta alle navette per i velivoli, ma che questa volta si apriva sulla visione dell’hangar trasformato nel set della sfilata: un grande spazio allestito con tubi innocenti con al centro quattro buche per ospitare i 100 vincitori del concorso indetto dal brand. Non una serata di quelle che si improvvisano ma con 150 operai che hanno lavorato alla costruzione del palco per 10 giorni, mentre ci sono voluti 4 mesi di progettazione per l’intero evento, culminato con l’esibizione di Robbie Williams, apparso a sorpresa in giacca di paillettes e kilt blu, per la gioia di ospiti come la coppia formata da Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo, il regista Gabriele Muccino, Benedetta Mazzini, la top model Eva Riccobono, lo youtuber Cameron Dallas. E ancora la musica di Jack Savoretti, Levante, Ghali, Baby K, Nina Zilli e Fabio Rovazzi, dal calcio Mauro Icardi e signora, dallo sport Federica Pellegrini e Francesca Schiavone, ma anche il conduttore Alessandro Cattelan e la principessa Pauline, figlia di Stephanie di Monaco. E l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il prefetto Luciana Lamorgese.

Quando il maxischermo alle spalle del palco si è acceso lo show è decollato, con le collezioni per lui e per lei per la prima e pare unica volta in passerella insieme. E con una location così, il tema non poteva essere che quello del viaggio, a partire dai tessuti, che hanno una consistenza aerea nei blazer da donna destrutturati, negli abiti da uomo fluidi, nei trench lunghi. Per muoversi veloce, il lui con bermuda in vinile (giacca, boxy o comoda come una maglia), lei tute drappeggiate senza spalline o pantaloni fluidi ripresi al ginocchio portati con top scintillanti. Tutto è svelto e giovane: anche l’abito lungo portato con il maxizaino e il giubbino di denim lungo, il completo maschile con il cappellino sportivo con la visiera. Per la sera, poi, gli abitini sono color verde acido o blu elettrico incrostati di cristalli e con il corpino logato, ma anche shorts di paillettes, che osa anche lui, insieme alla giacca con ricami che ricordano gocce d’acqua. Quando si spengono le luci, Armani è una rapida visione: partono le note di ‘Let me entertain you’ e Robbie Williams travolge tutti con la sua irriverenza. Prima mostra il lato B alzando velocemente il kilt, poi omaggia l’amico George Michael, scomparso nel 2016, con una cover di ‘Freedom’: “Io non sono omosessuale. Però, per il mio George Michael – dice – lo sarei stato almeno un pochino. Mi manchi George”. E poi via con una carrellata di successi, da ‘Love my life’, dedicata ai figli, a ‘Monsoon’, passando per un duetto a sorpresa con il padre e un siparietto con un’ospite, fino all’omaggio ad Armani, “leggenda vivente”, cui dedica ‘My way’.

Meghan Markle vera icona di stile ed eleganza. People la incorona regina

Pubblicato il 12 Set 2018 alle 7:22am

Meghan Markle è la donna più elegante al mondo. A dirlo gli esperti della rivista People, che l’hanno incoronata regina di stile.

La duchessa di Sussex ha battuto in finale Amal Clooney e Sandra Bullock, conquistandosi il titolo di icona chic. “In pochi mesi è diventata una delle icone di stile più influenti al mondo e ha dimostrato più volte che tutto ciò che indossa viene venduto” spiegano i redattori del magazine, riferendosi all’ormai celebre Meghan Effect. La moglie di Harry infatti sceglie con cura i suoi outfit e tutto ciò che indossa diventa di tendenza, così tanto che i suoi abiti, dopo essere comparsi nelle foto ufficiali, vanno subito a ruba, addirittura in poche ore.

Una vera e propria “magia”, che dimostra il potere enorme dell’ex star di Suits, divenuta in pochissimi mesi una delle donne più influenti al mondo. D’altronde è davvero impossibile resistere ai suoi sorrisi, alla dolcezza con cui si rivolge al marito anche in pubblico.

Moda sostenibile, il lato oscuro del fashion in un film virtuale di Francesco Carrozzini

Pubblicato il 01 Set 2018 alle 6:44am

Veleni nei corsi d’acqua, utilizzo di prodotti chimici tossici, tessuti degli abiti smessi che invadono le discariche, non tutti sanno che la moda e’ la seconda fonte di inquinamento al mondo dopo il petrolio. (altro…)

Moda e cattolicesimo, un grande successo per la mostra allestita al Metropolitan Museum di New York

Pubblicato il 28 Ago 2018 alle 8:04am

Sono oltre un milione i visitatori del Metropolitan Museum di New York che ha annunciato che il suo blockbuster “Heavenly Bodies: Arte e immaginazione cattolica” e’ diventata una delle sue mostre più visitate di sempre.

La rassegna organizzata dal Constume Institute con il Dipartimento di arte medievale del museo, ha aperto i battenti con il lussuoso red carpet del primo lunedì di maggio – madrine Anna Wintour, Rihanna e Donatella Versace – e chiuderà i battenti l’8 ottobre.

Il successo di “Heavenly Bodies”, che accosta capi di alta moda firmati da Versace a Alexander McQueen a tanti altri, e’ ancora piu’ rimarchevole in quanto da marzo il Met ha introdotto il biglietto di ingresso per il pubblico non residente a New York. Il record di visitatori di questi mesi porta la mostra al terzo posto tra le mostre del Met.

Al primo “Tesori di Tutankhamun” del ’78 (1.360.957 visitatori) ma e’ assai probabile che questo record possa venir superato nel prossimo mese di settembre.

Foto Ansa