tumori

In arrivo anche in Italia il test del sangue che scopre in anticipo 8 tipi di tumori

Pubblicato il 23 Gen 2018 alle 7:33am

Basta un semplice test del sangue (da sani) per scoprire la presenza di un tumore. E nel giro di un anno il test potrà essere eseguito anche in Italia in un normale laboratorio di prelievi. (altro…)

Coppia di coniugi ricercatori, lui beneventano, lei barese, scoprono «il motore dei tumori»

Pubblicato il 04 Gen 2018 alle 11:55am

Il ricercatore beneventano Antonio Iavarone e la ricercatrice barese Anna Lasorella sono gli artefici di una scoperta sensazionale. La coppia, unita anche nella vita ha scoperto il ‘motore dei tumori‘. «Abbiamo identificato come funziona un’importante alterazione genetica che causa una consistente percentuale di parecchi cancri, fra cui il glioblastoma, il più aggressivo e letale di quelli al cervello — dice Iavarone – e grazie a questa scoperta stiamo sperimentando terapie “di precisione” per bloccare lo sviluppo dei tumori». I risultati di questo studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature . «È un lavoro che va avanti da anni — racconta Iavarone — frutto di una serie complessa di tecniche, come l’analisi dei Big Data: lo studio delle sequenze genetiche dei tumori, catalogati dal progetto americano The Cancer Genome Atlas (Tcga) di cui sono coordinatore per i tumori al cervello». A scandagliare e interpretare l’enorme massa di informazioni ottenute dal Tcga hanno contribuito anche due ricercatori dell’Università del Sannio a Benevento, Michele Ceccarelli e Stefano Pagnotta. «Sono due matematici statistici, che spesso trascorrono periodi di ricerca nei nostri laboratori alla Columbia a New York, dove lavorano altri 5 italiani su un totale di una ventina di ricercatori», aggiunge Iavarone.

Chef stellati insieme per una serata di beneficenza “Le Stelle per l’Oncologia”

Pubblicato il 10 Nov 2017 alle 8:25am

Gli Chef stellati Uliassi, Cedroni, Bei, Ciotti e Recanati insieme alle “stelle dell’imprenditoria”, sono scesi al fianco degli specialisti della Clinica Oncologica dell’Università Politecnica delle Marche nel progetto “Le Stelle per l’Oncologia”: un’iniziativa itinerante e solidale rivolta a pazienti oncologici e cittadini per divulgare corretti stili di vita e sana alimentazione. (altro…)

Studiosi italiani scoprono il meccanismo con cui i tumori “frenano” il sistema immunitario

Pubblicato il 27 Ott 2017 alle 2:01pm

Un gruppo di ricercatori italiani, grazie ad uno studio coordinato e diretto da Humanitas di Milano e sostenuto da Airc (pubblicato su Nature), è riuscito ad individuare la possibile chiave con cui i tumori “frenano” il sistema immunitario. Un gene, chiamato IL-1R8, scoperto dallo stesso team nel 1998, che se disattivato riattiva le difese naturali del nostro organismo contro il cancro, in particolar modo contro le metastasi al fegato e al polmone. (altro…)

Tumori, arriva ‘Watson’, il supercomputer che suggerisce la cura in 10 minuti

Pubblicato il 21 Ago 2017 alle 7:10am

E’ in arrivo un supercomputer Ibm, chiamato ‘Watson‘, che può analizzare un caso e suggerire una terapia in soli 10 minuti, contro le 160 ore necessarie a un medico specialista. (altro…)

Un’oncologia più umana con il nuovo ‘Manifesto delle cure’

Pubblicato il 23 Lug 2017 alle 7:35am

E’ in arrivo una guida per i malati oncologici e operatori sanitari. Un Manifesto per l’umanizzazione delle cure in oncologia, un documento – frutto del lavoro di un team multidisciplinare formato da esperti – che si propone come obiettivo quello di promuovere la sinergia tra i diversi settori della salute con cui entrare in contatto chi viene colpito da tumore. (altro…)

Napoli, scoperto al Tigem come inibire le cellule tumorali

Pubblicato il 21 Giu 2017 alle 8:06am

Arriva da Napoli l’ultimo scoperta in ambito oncologico. Dall’istituto Tigem di Pozzuoli, infatti, arriva un’importante risultato, grazie alla ricerca e al team guidato da Andrea Ballabio direttore dell’Istituto e professore ordinario di genetica medica all’Università Federico II di Napoli. (altro…)

Virus artificiali utili nella lotta contro il cancro

Pubblicato il 04 Giu 2017 alle 9:43am

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica “Nature Communications” svela che sono in arrivo nuovi trattamenti che possono combattere diversi tipi di tumore. A realizzarli i ricercatori dell’Università di Ginevra e di quella di Basilea.

Gli studiosi in questione sono riusciti a realizzare artificialmente dei virus in grado di mettere in allerta il sistema immunitario, indurlo a inviare cellule killer per combattere il cancro, testandoli sui topi.

I virus riprodotti dai ricercatori – che non sono pericolosi per questi animali ma che comunque mettono in allerta le cellule che dovrebbero combatterli – sono basati su quelli della Coriomeningite linfocitaria, malattia virale dei roditori che può venire trasmessa anche all’uomo.

Nei virus i ricercatori hanno inserito proteine tipiche delle cellule del cancro, e ciò ha permesso al sistema immunitario dei topi di riconoscerle come pericolose.

La combinazione tra il segnale d’allarme scatenato dal virus e le proteine tumorali ha scatenato a sua volta un “esercito” di cellule killer (o linfociti T), che nei roditori ha identificato e distrutto soltanto le cellule cancerose.

Per la prima volta, però, si raggiunge l’obiettivo di indirizzare le cellule immunitarie esclusivamente contro quelle cancerose, perché solitamente le cellule tumorali provocano una reazione limitata da parte del sistema immunitario.

Terra dei fuochi: “Dati confortanti, ma cautela su attendibilità aggiornamento registro dei tumori”

Pubblicato il 25 Mag 2017 alle 6:21am

Il presidente della III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche, ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi, commenta “I dati relativi alla situazione epidemiologica nei Comuni ricadenti nella ‘Terra dei Fuochi’, i quali, evidenziano un aspetto importante, ossia l’assenza di una stretta relazione tra alcune patologie e l’inquinamento”.

“Si tratta -continua Giampiero Zinzi – di un dato positivo per chi, come me ed i componenti della III Commissione speciale, ogni giorno lavorano per ristabilire la verità su un fenomeno che ha danneggiato pesantemente l’immagine della nostra regione. Tuttavia l’analisi non può confortarci del tutto, perché il numero di malati registratisi nella nostra zona qui è legato anche ad una incapacità della nostra organizzazione sanitaria regionale a curare tempestivamente una persona colpita da patologie tumorali. Auspico cautela per quanto attiene poi il registro tumori la cui presenza ed aggiornamento capillare deve essere una priorità per tutti”.

Tumori, sconfitti dal 63% delle donne e il 54% degli uomini. Esiste, però, un divario tra Nord e Sud

Pubblicato il 16 Mag 2017 alle 10:06am

Secondo un recente Rapporto AIRTUM 2016, presentato al ministero della Salute nella giornata di studio “Survivorship Planning Day”, in Italia sconfiggono il tumore, il 63% delle donne e il 54% degli uomini. (altro…)