uomo

Anche gli umani hanno un sesto senso per il “campo magnetico”

Pubblicato il 24 Mar 2019 alle 10:42am

L’essere umano potrebbe essere sensibile in maniera inconscia alle variazioni del campo magnetico terrestre (o campo geomagnetico). Questo è quanto emerge da uno studio condotto da geoscienziati e neurobiologi, coordinati dall’Istituto di tecnologia della California a Pasadena. Un gruppo che ha identificato una serie di percorsi cerebrali legati alla percezione inconscia della presenza del campo magnetico della Terra, aprendo così la strada ad un mondo rimasto quasi del tutto inesplorato. I risultati sono stati resi noti sulla rivista scientifica eNeuro, della Società per le neuroscienze con sede a Washington.

Il campo magnetico terrestre è un fenomeno fisico importante per la vita sulla Terra, dato che si estende in quota per molte migliaia di chilometri e individua la cosiddetta magnetosfera, che ci protegge da raggi cosmici e altre radiazioni. Tuttavia il campo geomagnetico non è costante nel tempo e non è uniforme nello spazio: le sue variazioni possono essere rilevate a livello giornaliero, mensile o annuale.

Alcuni animali, come tartarughe marine e uccelli migratori, sono in grado di percepire queste alterazioni ed hanno una percezione del campo geomagnetico. Questa percezione, chiamata magnetoricezione, fornisce un supporto biologico al loro sistema di navigazione spaziale. In questo modo, gli animali aggiustano i loro spostamenti anche sulla base del campo magnetico terrestre.

Questa particolare abilità innata e inconscia è stata studiata nel mondo animale. Già in passato è stata formulata l’ipotesi che questo possa avvenire anche nell’essere umano, tuttavia finora la magnetoricezione nell’uomo non era stata dimostrata.

Per provarla, gli autori hanno realizzato un esperimento coinvolgendo un gruppo di 34 volontari adulti. Gli scienziati hanno applicato un’elettroencefalografia (Eeg), che registra l’attività elettrica del cervello, mentre riproducevano, in una particolare stanza, una manipolazione del campo magnetico terrestre. Questa manipolazione consiste in una stimolazione cerebrale che serve a riprodurre variazioni rilevanti del campo magnetico terrestre.

Ebbene, negli esperimenti eseguiti gli scienziati hanno utilizzato una camera oscurata e schermata dall’esterno. Una camera che è stata avvolta da un insieme di tre gruppi, uno dentro l’altro, di spire quadrate ortogonali percorse da corrente, diventando così un grande campo magnetico. Nella camera il campo magnetico veniva ruotato oppure rimaneva fisso in una certa direzione o ancora non veniva applicata alcuna manipolazione del campo magnetico terrestre. All’inizio e alla fine dell’esperimento venivano inviati segnali sonori.

In base ai risultati ottenuti dall’elettroencefalografia, i ricercatori hanno osservato una diminuzione, in alcuni partecipanti, di specifiche onde cerebrali. In generale tutte onde che erano la manifestazione cerebrale dell’attività elettrica ripetitiva del tessuto nervoso.

Cervello femminile più attivo di quello maschile

Pubblicato il 10 Ago 2017 alle 6:06am

Secondo un recente studio statunitense, condotto dalla Amen Clinics, il cervello femminile è molto più attivo di quello maschile. (altro…)

Più empatia mostra l’uomo verso la donna, più il suo dolore diminuisce

Pubblicato il 24 Giu 2017 alle 6:18am

Tenersi per mano è un vero e proprio balsamo per l’anima e per il corpo: i cuori di due persone che si amano battono all’unisono, respirano lo stesso ritmo e il dolore sparisce.

Un meccanismo, studiato anche dai ricercatori del Colorado di Boulder, guidati da Pavel Goldstein, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports.

Tale processo è stato definito ‘sincronizzazione interpersonale’, che potrebbe aiutare a combattere il dolore senza farmaci.

“Più empatia c’è con il partner, e più forte sarà l’effetto analgesico e la sincronizzazione quando le due persone si toccano”, commenta Goldstein. Da tempo il mondo della scienza sa che, inconsciamente, due persone vicine sincronizzano i propri passi, la postura mentre si parlano.

Ma tale studio risulta essere il primo a esplorare l’effetto della sincronia legato al dolore e al tatto.

L’idea è venuta al ricercatore dopo aver notato che, tenendole la mano, il dolore della moglie durante il parto della figlia sembrava ridursi. Così ha sottoposto 22 coppie tra 23 e 32 anni di età, insieme da tempo, a diversi test in cui si imitava una sala parto. In un test gli uomini dovevano sedersi al fianco della compagna senza toccarle; in un altro dovevano sedersi al suo fianco e stringerle la mano; in un altro ancora dovevano sedersi in una stanza separata. Le tre situazioni sono state ripetute facendo provare alla donna un lieve dolore sul braccio per due minuti.

Ebbene, è emerso che stando sedute insieme, le coppie mostravano una certa sincronia fisiologica, che scompariva se lei provava dolore e lui non poteva toccarla. Se invece il fidanzato poteva toccarle la mano, i loro ritmi fisiologici si sincronizzavano e il dolore di lei diminuiva. Più empatia mostra l’uomo verso la donna, più il suo dolore diminuisce.

Zika primo caso di contagio tra parenti

Pubblicato il 20 Lug 2016 alle 9:12am

Negli Usa, un uomo dello Utah è risultato essere positivo al virus Zika dopo essersi preso cura di un anziano suo parente che era stato contagiato al ritorno da un viaggio in uno dei Paesi colpiti dall’epidemia. L’anziano, che soffriva anche di altre patologie preesistenti, è morto a fine giugno, dopo essere stato ricoverato nell’Ospedale universitario di Salt Lake City. Si tratta del primo decesso correlato a Zika nel continente (in precedenza c’era stato il caso di un altro anziano a Porto Rico). Il virus è trasmesso dalle zanzare Aedes aegypti e Aedes albopictus o tramite rapporti sessuali.

«Questo nuovo caso è una sorpresa per la comunità scientifica e mostra quanto ancora dobbiamo imparare» ha commentato Erin Staples, epidemiologa dei Cdc statunitensi (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie).

Il paziente più giovane, che al contrario del parente non aveva lasciato lo Utah, si è ripreso velocemente. «Riteniamo sia una situazione unica», ha aggiunto Angela Dunn, viceresponsabile per l’epidemiologia del Ministero della Salute di Salt Lake City. L’anziano aveva nel sangue livelli di Zika altissimi: 100mila volte più elevati rispetto ad altri campioni di persone contagiate.

Bologna, trovato un uomo di 56 anni morto in strada

Pubblicato il 08 Apr 2016 alle 10:50am

Un uomo di 56 anni è stato trovato morto per strada, in via del Giglio, alla periferia di Bologna. Si tratta di un postino, residente nel Bolognese. Dalle prime informazioni sembrerebbe che la testa, che presenta una ferita, fosse coperta da alcuni indumenti.

L’uomo nella notte aveva avuto un incidente in via Emilia Levante, senza conseguenze, e gli era stata sequestrata l’auto perché guidava in stato di ebrezza.

La prima ipotesi secondo gli inquirenti è che l’uomo, allontanatosi a piedi, sia caduto accidentalmente battendo la testa o sia stato investito.

Sembrerebbe esclusa la pista di un’aggressione, anche perché la vittima aveva con sé portafogli ed effetti personali.

Il corpo è stato trovato verso le 6,30, riverso a terra vicino a una vetrina di un negozio. Una donna lo ha notato e ha dato subito l’allarme.

Sul posto è arrivata la polizia, con il medico legale e il pm di turno Gabriella Tavano. A terra, vicino al cadavere, c’erano uno zaino nero con un paio di scarpe da lavoro, una giacca cerata e un paio di auricolari.

Giorgio Armani: “Uomini passate inosservati”. La collezione autunno inverno 2016-2017

Pubblicato il 21 Gen 2016 alle 7:45am

Gli altri provocano mentre lui preferisce rimanere sulla sobrietà. Giorgio Armani porta in passerella alla fashion week Milano Moda Uomo una collezione che non presenta nessuna stravaganza.

Armani Emporio piace molto anche a Russell Crowe, ospite in prima fila, per il suo forte richiamo all’ordine e alla tradizione tipicamente maschile.

“Il mio è un compito difficile”, racconta lo stilista. “Oggi cerco di cambiare l’abbigliamento maschile senza cambiarlo. In apparenza è tutto normale e tranquillo, ma nei dettagli, in alcuni tagli dei pantaloni, nella costruzione perfetta e aderente delle giacche che si gioca il vero discorso creativo. Rispetto chi si muove su altri binari, chi colora, osa, infrange, la mia è un’altra storia, un percorso di normalità”.

Ed ecco allora che re Giorgio punta sulle diverse sfumature del grigio e del blu. “Sono colori pensati appositamente per non fare girare le persone per strada. Trovo che gli uomini si devano far notare proprio per il loro passare inosservati. La vera eleganza, a mio parere, sta in questo. E in fatto di lusso, tutto si gioca nei materiali. Lì sta la vera prova dello stile e dello stilista”.

La sfilata della sua collezione si apre sulle note di ‘Life on Mars per un sentito omaggio a David Bowie. In passerella capi della collezione autunno inverno 2016/2017, dedicata a un guardaroba maschile in rapido aggiornamento grazie a termonastrature e termosaldature che innervano persino il repertorio più formale.

Un tecno tailoring che vede protagonisti il denim e i tagli al laser per un “uomo sicuro di far parte del nuovo anno”.

Clima, allarme Wwf “Sulle Alpi il 40% di ghiaccio in meno in 50 anni”

Pubblicato il 22 Set 2015 alle 11:17am

La superficie dei ghiacciai delle Alpi si sarebbe ridotta del 40% in poco più di 50 anni, passando dai 519 km quadrati del 1962 agli attuali 368 km. (altro…)

Mal di schiena: l’uomo, la scimmia e il legame con questo disturbo

Pubblicato il 02 Mag 2015 alle 6:00am

L’uomo proviene dalla scimmia e da lei ha ereditato diverse patologie tra cui in primis il mal di schiena. (altro…)

Prada: campagna pubblicitaria, primavera-estate 2015 uomo, con pool di giovani attori

Pubblicato il 10 Gen 2015 alle 6:39am

Ansel Elgort, Ethan Hawke, Jack O’Connell e Miles Teller sono stati ritratti dal fotografo Craig McDean per la campagna pubblicitaria primavera-estate 2015 di Prada. (altro…)

La crisi economica non incide sulla medicina estetica, è boom anche tra gli uomini

Pubblicato il 26 Mag 2014 alle 6:28am

Nonostante la crisi molti italiani che possono premetterselo, continuano a voler migliorare il proprio aspetto, e per questo ricorrono alla medicina estetica. (altro…)