Venezia

Tatuaggi per raccontare il femminicidio. Alla Biennale l’arte di Marco Manzo dal 9 maggio

Pubblicato il 28 Apr 2019 alle 11:29am

Una performance-artistica incentrata sul femminicidio va in scena alla Biennale di Venezia, e porta la firma dell’artista-tatuatore Marco Manzo, che il 9 maggio presenterà nella sede del Padiglione Nazionale Guatemala della Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, una performance sul tema della violenza sulle donne e un’installazione che resterà in mostra fino al 24 novembre 2019.

Due opere monumentali composte da oltre venti sculture in marmo bianco di Carrara, che vogliono rappresentare il tema di scottante attualità sociale. La performance vede alcune donne tatuate interagire con l’installazione “El muro del silencio”, costituita da quattro pareti titolate “Tatuana” e “Salvarse el pellejo”. Sulla pelle delle donne si delineano motivi tipici dello stile “Ornamentale”, di cui Marco Manzo è un maestro, arricchiti a volte da elementi decorativi di tessuti guatemaltechi frammisti a pizzo veneziano, macramè, dentelle, mandala e preziosi gioielli di epoca vittoriana che adornano la donna coprendone le cicatrici fisiche e quelle dell’anima. A tal proposito lo stile “Ornamentale” se da un lato, nei suoi tratti stilistici, fa pensare ad un atto di vanità al contrario, in tale contesto, si trasforma in simbolo di resistenza e ribellione contro le leggi maschili, in testimonianza autobiografica dolorosa e narrazione collettiva, in luogo di memoria per un processo catartico finalizzato al superamento del dramma laddove la femminilità diviene motivo di solidarietà e speranza.

Nel corso della performance sarà presentato il “Manifesto del tatuaggio ornamentale” di cui Manzo è autore, testo pubblicato sul catalogo dedicato del Padiglione, in cui emerge una visione sublimata della donna da parte dell’artista in netto contrasto con una condizione che la vede vittima di soprusi e sopraffazioni. Il Manifesto indaga diverse culture e diversi periodi storici, conferendo alla figura femminile un ruolo centrale.

Il Padiglione del Guatemala è a cura di Stefania Pieralice, diretto dal Ministro della Cultura Elder de Jesus Suchite Vargas, in rappresentanza dell’arte guatemalteca partecipa, alla sua terza edizione, la scultrice Elsie Wunderlich.

Zucchero Sugar Fornaciari: il 3 e 4 Luglio in Piazza San Marco a Venezia con “The Best Live”

Pubblicato il 19 Mag 2018 alle 10:19am

Dopo 7 anni di assenza la grande musica pop-rock torna a incantare Piazza San Marco a Venezia: il 3 e 4 luglio ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI sarà in concerto in una delle piazze più belle del mondo con “The Best Live”. Ad annunciarlo è il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

«Venezia, città fatta apposta per l’armonia, per la grazia e per l’arte» così Zucchero descrive una città che ha sempre avuto nel cuore e che lo vede spesso perdersi tra le calli. L’artista ha aderito anche alla campagna #EnjoyRespectVenezia, promossa dal Comune di Venezia per la promozione dei comportamenti virtuosi per tutti gli ospiti e i visitatori.

Queste le altre date del tour che Zucchero porterà in giro per l’Europa questa estate:

30 giugno – Montreux Jazz Festival – Montreux (Svizzera)

1 luglio – VAZ St. Pölten – St. Pölten (Austria)

3 e 4 luglio – Piazza San Marco – Venezia

6 luglio – Sigulda Medieval Castle – Sigulda (Lettonia)

8 luglio – British Summer Time Festival (Hyde Park) – Londra (Regno Unito)

10 luglio – The Queen’s Hall – Edimburgo (Regno Unito)

11 luglio – The Glasgow Royal Concert Hall – Glasgow (Regno Unito)

13 luglio – Cornbury Music Festival – The Great Tew Park, Oxfordshire (Regno Unito)

15 luglio – Rivierenweg Weert – Bospop Weert (Paesi Bassi)

17 luglio – Festival Opatija – Zert bb, 51410 Abbazia (Croazia)

21 luglio – Festival Guitare En Scene – Saint Julien En Genevois (Francia)

23 luglio – Ancient Theatre – Plovdiv (Bulgaria)

25 luglio – Ancient Theatre – Ohrid (Macedonia)

27 luglio – Schloss Kapfenburg Festival – Lauchheim (Germania)

28 luglio – Flumserberg Open Air – Flumserberg (Svizzera)

I biglietti per le due date “The Best Live” in Piazza San Marco, organizzate da F&P Group, saranno disponibili dalle ore 18.00 di ieri, venerdì 18 maggio, su Ticketone e a seguire nei punti vendita abituali. Per informazioni: www.fepgroup.it.

Radio Italia è radio partner dei due concerti di Zucchero a Venezia.

Le borse Bradford realizzate da Malefatte Venezia in pvc con un laboratorio di carcerati

Pubblicato il 11 Mag 2017 alle 10:40am

Arrivano le borse belle, eco-compatibili e solidali, grazie alla creatività di un noto artista di Los Angeles e la sua collaborazione con Malefatte Venezia. Che ha portato alla nascita di una linea di accessori dai materiali e dal taglio unici, esclusivi, realizzati dal Laboratorio di PVC riciclato della Cooperativa Sociale Rio Terà dei pensieri di Venezia, che accoglie i detenuti del carcere maschile di Santa Maria Maggiore, offrendo loro un percorso formativo e di riabilitazione professionale. (altro…)

Venezia, proposta ticket di 5 euro per visita basilica di S. Marco

Pubblicato il 01 Mag 2017 alle 8:37am

La città di Venezia parte dall’idea di applicare un ‘numero chiuso’ a San Marco e un ticket per visitare il salotto di Venezia.

Il massimo previsto di capienza è di 65mila unità, quanto gli abitanti della città e delle isole.

Il costo del San Marco-pass di 5 euro, moltiplicati per 12 milioni l’anno, cifra a cui potrebbe scendere il numero dei turisti (escluso chi pernotta in hotel) si tradurrebbe in 60 milioni di euro per le casse comunali.

E’ la proposta di Marco Scurati, 48 anni, veneziano, ex dirigente Telecom, attuale consulente turistico, il cui progetto per un turismo sostenibile nell’area marciana è divenuto una delle linee guida ispiratrici della delibera di indirizzo sul turismo approvata dalla giunta comunale.

Venezia 2016, al via l’iniziativa Cinema2Day

Pubblicato il 02 Set 2016 alle 10:31am

È stata presentata oggi a Venezia, l’iniziativa Cinema2Day, fortemente voluta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini. Presente al lancio, al Lido di Venezia per presentare la promozione, proporre il biglietto al cinema per due euro ogni secondo mercoledì del mese a partire da settembre a febbraio, insieme alle associazioni cinematografiche.

Proiettati a giornalisti e operatori alcuni spot – di vari tagli – che saranno da oggi su tutte le reti Rai, nelle sale cinematografiche, su YouTube e sui social network, realizzati dagli studenti del corso “Pubblicità e Cinema d’impresa” della sede milanese del Centro Sperimentale.

Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito www.cinema2day.it dove sarà possibile trovare tutte le informazioni e l’elenco delle sale che aderiscono all’iniziativa.

“L’operazione è frutto di una riflessione collegiale”, ha spiegato il ministro Franceschini. “Da tempo la parte del ministero che si occupa di cinema lavora, in collaborazione con le associazioni, per aumentare la platea di pubblico in sala, in Italia più ristretta che in altri paesi, perché vedere un film al cinema è tutta un’altra storia. Serve un lavoro di squadra, in cui ognuno faccia la propria parte: un lavoro che ha già portato risultati, come la stesura di un disegno di legge approvato dal governo e dalla Commissione Cultura del Senato, e che presto sarà approvato dal Parlamento. Un ddl che offre più risorse al settore, ma non solo, anche per le sale: 120 milioni tra ristrutturazioni e apertura di nuove sale”.

“Siamo partiti da un modello funzionante come i musei gratis la prima domenica di ogni mese, con effetti importanti anche sugli incassi: apprezzare una bella esperienza porta a volerla ripetere. Il cinema è un settore diverso, per questo siamo arrivati all’idea di un mercoledì al mese a due euro. Abbiamo preparato una forte campagna, non solo istituzionale sulle reti Rai ma anche sui new media che i giovani utilizzano, perché uno degli obiettivi è avvicinare i giovani al cinema. Dobbiamo lavorare sull’aumento dei consumi culturali: un altro strumento per questo obiettivo sarà la carta per i 18enni”.

Venezia, Luca Zaia “Daspo ai turisti sporcaccioni – vandali”

Pubblicato il 25 Ago 2016 alle 12:12pm

Il governatore del veneto Luca Zaia, a seguito dell’idea di emettere un “Daspo per i turisti sporcaccioni -vandali”, che deturpano Venezia, bivaccano e usano gli angoli della città come latrine a cielo aperto, spiega: “Sul degrado serve andar giù con la mano pesante, pensando a un daspo, ad esempio, per chi urina contro i muri: a Venezia non deve più entrare”.

Venezia, prosegue il governatore, “è un museo, un patrimonio dell’umanità, e bisogna punire per bene chi si rende protagonista di certi atti. Mi aspetterei la stessa indignazione mostrata ad esempio contro le grandi navi”. Quanto al sovraffollamento della città, soprattutto in estate, rilancia l’idea della prenotazione, “che risolverebbe tutti i problemi, visto che ormai si fa per ogni cosa, dallo sci al cinema, per cui non sarebbe problematico programmare sul web anche una visita a Venezia”.

Infine sulla questione dei turisti maleducati Zaia dice: “La Polizia Municipale può contestare, a chi fa ad esempio la pipì su un muro, vari reati: dagli atti osceni in luogo pubblico, alle molestie e così via, per una lista di capi d’imputazione lunga un chilometro. Ho letto che il sindaco Brugnaro ha chiesto la possibilità di far passare una notte in carcere e anch’io sono convinto di questo: che differenza c’è, tra fare la pipì su un muro o all’interno di un museo? In entrambi i casi si merita la gogna pubblica. Penso che sia un fatto di buona educazione e quindi eviterei di risolvere il problema riempiendo Venezia di vespasiani o wc chimici, che ne segnerebbero la fine. Piuttosto, ripeto, meglio un Daspo, perché basta punire uno per educarne cento”.

Al via oggi il Carnevale di Venezia

Pubblicato il 23 Gen 2016 alle 7:45am

Si apre ufficialmente oggi il Carnevale di Venezia «Creatum ovvero delle Arti e delle Tradizioni», sotto la nuova direzione artistica di Marco Maccapani.

Al via i festeggiamenti che porteranno in città, per tre settimane, migliaia di turisti e di maschere straordinarie.

In Piazza San Marco, gli artigiani si cimenteranno nella costruzione di una gondola, nella realizzazione di maschere e oggetti, mentre il palco in piazza non sarà più quello di sempre, ma allestito su un ponte, recuperato nei magazzini de La Fenice che lo adoperò per un’opera.

Le danze si apriranno oggi con la Festa veneziana sull’acqua e continueranno fino al prossimo 31 gennaio con la possibilità per tutti di potersi divertire a Piazza San Marco e dintorni, con tante manifestazioni collaterali.

L’ultimo giorno di gennaio sarà caratterizzato dal Volo dell’angelo, altro simbolo di questo Carnevale.

Ricco di appuntamenti il calendario del “Carnevale in Terraferma”. Divertimento itinerante con il trenino “Arte & mestieri”, che dal 30 gennaio al 9 febbraio attraverserà tutto il territorio, raggiungendo anche Pellestrina, ospitando a bordo laboratori di artigiani su arti e antichi mestieri.

Sfilate di carri allegorici a Marghera, il 6 febbraio, a Favaro Veneto il 7 febbraio, a Zelarino il 9 febbraio.

Venezia, l’ultimo saluto a Valeria Solesin. Il padre: “No al fanatismo in nome della religione”. L’Imam: “Allah protegga l’Italia”

Pubblicato il 24 Nov 2015 alle 12:45pm

“Grazie ai rappresentati di tutte le religioni presenti”. Queste le parole commosse e composte di Alberto Solesin ai funerali della figlia Valeria, uccisa nell’attentato al Bataclan il 13 novembre scorso. “Dedichiamo la sua vita ai ragazzi come lei”, ha aggiunto. “Grazie a tutti coloro che non si arrendono”. (altro…)

Venezia, le opere di Klimt e Chagall presto all’asta per risanare i conti della città

Pubblicato il 11 Ott 2015 alle 12:01pm

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro pensa a vendere le opere d’arte pubbliche, per risanare i conti della città. (altro…)

L’Attesa di Piero Messina, applausi per il primo film italiano in concorso a Venezia

Pubblicato il 06 Set 2015 alle 7:30am

L’attesa di Piero Messina, assistente di Sorrentino ne Il divo e La grande bellezza, ha portato in concorso alla Mostra del cinema di Venezia, la sua prima opera, in uscita in tutte le sale il prossimo 17 settembre, è stata accolta con grande entusiasmo dal pubblico in sala e dalla critica. (altro…)