In base ai dati raccolti da un’indagine “Abitudini e Stili di vita degli adolescenti” condotta anche quest’anno dalla Societa’ Italiana di Pediatria su un campione nazionale di 1300 studenti delle scuole medie inferiori di eta’ compresa tra gli 12 e i 14 anni e patrocinata dal Ministero della Gioventu’, si è scoperto che il consumo di sigarette e alcolici tra gli adolescenti italiani, è calato ma è salito quello del consumo di spinelli.

Il 2 dicembre a Salsomaggiore si terrà il Convegno “la Societa’ degli Adolescenti” e si discuterà su quanto è emerso.

Meno di un adolescente su tre ha dichiarato di fumare sigarette, dato calato rispetto allo scorso anno (27,7 contro 29,5). In lieve diminuzione anche il consumo di alcolici, rimane ancora alto (beve birra il 47%, vino il 40%, liquori il 18%).

Cresce il consumo di “canne”: il 9% del campione ha ammesso di aver provato almeno una volta uno “spinello” contro l’8% dello scorso anno. L’1,5% del campione (contro lo 0,3% di un anno fa) ha addirittura provato l’ecstasy che non viene considerata più una droga pericolosa, infatti, il 77,5% la pensa così contro il 66,3%, di coloro che pensano che lo sia.

Poi ancora..Oltre un ragazzo su cinque ha fatto una dieta dimagrante, ma di questi soltanto il 32% si è rivolto a un medico per farsela prescrivere. La dieta fai da te è stata sperimentata, in tutto, dal 35% degli adolescenti, ma sono soprattutto le ragazze con il 43%.

Sempre più ragazzi, poi, ammettono di ubriacarsi o di avere rapporti sessuali non protetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.