La Squadra Mobile della Questura di Caserta ha arrestato Antonio Schiavone, fratello di Francesco Schiavone, detto “Sandokan”.

L’uomo è stato fermato vicino alla sua abitazione di Giugliano (Napoli) con l’accusa dell’omicidio di Aldo Scalzone, avvenuto nel 1991.

Di tale omicidio sono accusati anche il boss Francesco Bidognetti e il figlio Aniello, già detenuti. All’epoca, Aldo Scalzone era considerato affiliato al clan di camorra dei “De Falco”, gruppo che si contrapponeva a quello delle famiglie Schiavone e Bidognetti.

Antonio Schiavone ha già precedenti penali per reati di camorra e – da quanto dedotto dalla Dda di Napoli – avrebbe assunto le redini del clan dopo gli arresti dei figli del fratello “Sandokan”.

Il merito di questa cattura e della ricostruzione del ruolo avuto da Antonio Schiavone, è anche del pentito che partecipò al delitto come esecutore materiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.