Dl “Terra dei fuochi” va in aula, 50 mln per Campania e Puglia, screening gratuiti per la popolazione

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Gen 2014 alle ore 10:05am


Nuove modifiche più sostanziose sotto il profilo della tutela ambientale e della salute per il decreto sulle emergenze ambientali e industriali, che riguarda essenzialmente la Terra dei fuochi e l’Ilva.

Tre i punti che cambiano la sostanza del provvedimento, che approda oggi in Aula a Montecitorio, dopo l’approvazione degli emendamenti in commissione Ambiente. E’ prevista infatti, l’introduzione dello screening sanitario gratuito per le popolazioni delle aree inquinate, oltre che l’aumento di capitale delle risorse per l’attuazione dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) dell’Ilva, oltre che un maggior sostegno alla filiera agroalimentare.

Via libera allo screening sanitario gratuito per Campania e Puglia. Il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, spiega che sta seguendo da vicino l’iter parlamentare del decreto ed aggiunge che “è un importante miglioramento del provvedimento. Si sono inserite delle certezze su una serie di temi, comprese le condizioni di salute dei cittadini”.

L’emendamento mette infatti a disposizione ben 50 milioni di euro: 25 per la Campania (per le aree inquinate, esclusi capoluoghi) e 25 per la Puglia (comuni di Taranto e Statte) per il biennio 2014-2015; affinché gli esami per i pazienti siano gratuiti. Inoltre, le regioni potranno muoversi su proposta dell’Istituto superiore di sanità.