Secondo una recente ricerca condotta in diversi Paesi, 7 donne su 100, soprattutto giovanissime, sono convinte che la Coca Cola sia un valido contraccettivo.

In tante sosterrebbero di lavarsi con tale bevanda, dopo un rapporto sessuale, perché efficace spermicida.

A lanciare l’allarme sono i ginecologi della Sigo (Società italiana di ginecologia e ostetricia), che dopo aver illustrato, durante un congresso della Società europea di Contraccezione (Esc) in corso a Lisbona, i risultati emersi da un sondaggio, che ha coinvolto 17 Paesi, fra cui appunto anche l’Italia, hanno scoperto che su 9mila giovani donne tra i 20 e i 30 anni, di cui 456 italiane, il 7% di esse è convinta la coca-cola possa essere utilizzata come mezzo di contraccezione.

Gli esperti si sono detti molto preoccupati per tanta disinformazione, anche perché sono emerse altre inesattezze che che li hanno allarmati, come ad esempio il credere che si possa restare incinte con un semplice bacio, o il ritenere che il coito interrotto possa essere sicuro per scongiurare una gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.