Domnica Cemortan dopo l’ultimatum a Schettino rivela: “Eravamo saliti sul ponte per attendere un elicottero”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Set 2014 alle ore 3:20pm


Scaduto l’ultimatum che Domnica Cemortan ha dato l’ex amante e Capitano della Costa Concordia, racconta ora la sua versione dei fatti in esclusiva al sito Oggi.it.

La notte del nubifragio, mentre i passeggeri si accalcavano ad andare sui ponti più bassi per raggiungere una scialuppa che li mettesse in salvo, il comandante Francesco Schettino andò invece al ponte 11 “per aspettare un elicottero che ci portasse via“, rivela la Cemortan.

La quale ai microfoni di Oggi.it prosegue dicendo: “Nessuno parlò dell’arrivo di un elicottero, ma mentre eravamo lì, aveva un’aria impaziente come se aspettasse qualcosa”.

Ed infine: “Subito dopo l’impatto Schettino si fece raggiungere in plancia da Ciro Onorato, maitre di bordo, che non dimentichiamolo, è fratello di Gianni, che all’epoca era direttore generale di Costa Crociere. Schettino era sempre al telefono. Parlava con qualcuno, ma non capivo cosa dicesse. Dopo aver dato l’ordine di abbandonare la nave, chiese a me e a Ciro di seguirlo sul ponte 11. Sinceramente non capivo. Perché andare lassù?”.

Particolari i suoi molto importanti che se confermati dagli inquirenti rischiano di aggravare la situazione di Schettino.