Parigi, assalto terroristico al giornale Charlie Hebdo, 12 morti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Gen 2015 alle ore 2:27pm


Un commando armato ha fatto irruzione nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo uccidendo 12 persone.

Tra di loro anche il direttore Stephane Charbonnier, che firma le sue vignette. Tra le vittime anche i tre vignettisti Georges Wolinski, Cabu (Jean Cabut) e Tignous (Bernard Verlhac).

A riferirlo è France Info. Venti, invece, i feriti, di cui 5 in condizioni gravi. Armati di kalashnikov, due uomini sono entrati nella sede del giornale satirico, indossando cappucci e vestiti neri.

Almeno una trentina i colpi esplosi con un arma da fuoco esplosi sul boulevard Richard-Lenoir.

Il governo ha deciso di aumentare il livello di allerta. Si teme si tratti di un attentato terroristico.

E pertanto, polizia e gendarmi sono stati schierati davanti a scuole, edifici pubblici e redazioni di giornali. Al momento dell’irruzione i due assalitori gridavano “Allah akbar“.

I due attentatori sarebbero fuggiti, aggredendo un automobilista e impossessandosi della sua auto. Posti di blocco sono organizzati in tutta Parigi.

L’ultimo tweet di Charlie Hebdo è stata una vignetta sul leader dello Stato Islamico, Abu Bakr al-Baghdadi. Nell’immagine si vede il califfo augurare buon anno e buona “salute” a tutti.