E’ morto Gene Wilder, il dr. Frankenstein più amato del cinema

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Ago 2016 alle ore 12:01pm

Gene Wilder

E’ morto all’età di 83 anni l’attore americano Gene Wilder. Affetto dal morbo di Alzheimer, da parecchio tempo.

Sceneggiatore, regista e scrittore, aveva raggiunto la grande popolarità grazie alla collaborazione con Mel Brooks, del quale era diventato l’attore-feticcio. I suoi ruoli più celebri sono quelli di Willy Wonka (in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato) e quello del dottor Frankenstein in Frankenstein Jr, in cui pronuncia alcune battute entrate nella storia del cinema internazionale.

Jerome Silberman, questo il suo vero nome, era nato a Milwaukee l’11 giugno del 1933 da una famiglia di ebrei russi immigrati. Dopo aver completato gli studi in America si era trasferito in Inghilterra dove aveva frequentato la Bristol Old Vic Theatre School.

Durante il soggiorno inglese aveva anche frequentato una scuola di scherma, disciplina che gli fu d’aiuto al ritorno in patria dove, per mantenersi, fu costretto a tenere lezioni di scherma. Negli Usa ha cercato il suo spazio nei piccoli teatri di periferia, spettacoli poco redditizi in termini economici e di popolarità che tuttavia gli sono serviti per farsi le ossa e imparare il mestiere.

Una prima svolta, con la quale era riuscito ad accedere all’Actor’s Studio. Il suo debutto sul grande schermo avvenne solo come comparsata, in Gangster Story di Arthur Penn, nel 1967.