Il marchio H&M accusato di razzismo, definisce un bambino “scimmia”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Gen 2018 alle ore 9:00am

H&M finisce nella bufera con la pesante accusa di razzismo. Il gigante svedese della moda low cost è finito nell’occhio del ciclone per via di una scelta pubblicitaria sbagliata, che ha suscitato molte polemiche sul web.

L’azienda infatti ha fatto posare, come modello, un bambino di colore con indosso una felpa con la scritta “The coolest monkey in the jungle” (ossia “La scimmia più cool nella giungla”).

La felpa, acquistabile sulla pagina inglese dell’azienda, è stata notata domenica scorsa dalla blogger Stephane Yeboah, che ha catturato l’immagine in uno screenshot diventato subito virale e scatenando l’ira degli utenti della Rete.

Definita senza mezzi termini “razzista” e “di pessimo gusto”.
L’immagine è stata poi rimossa dal brand che ha provveduto anche a diffondere delle scuse ufficiali.