Al Museo Vincenzo Vela una mostra dedicata a Carl Burckhardt, dal 10 giugno al 28 ottobre 2018

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Giu 2018 alle ore 6:47pm

Si è tenuta oggi, 8 Giugno, al Museo Vincenzo Vela di Ligornetto la conferenza stampa di presentazione della mostra Echi dall’antichità, Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto, aperta al pubblico dal 10 giugno al 28 ottobre 2018.

Una mostra monografica dedicata ad una figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento. Curata da Gianna A. Mina e Tomas Lochman, l’esposizione presenterà per la prima volta nella Svizzera italiana un nucleo consistente di opere scultoree di Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.

Dopo Ligornetto la mostra verrà presentata, in forma più circoscritta, al Kunstmuseum di Basilea dal primo dicembre 2018 al 31 marzo 2019. Entrambe le sedi sono due tappe salienti dell’itinerario umano e professionale di Carl Burckhardt: Basilea è la città che lo vide attivo per molti anni e che conserva tuttora diverse delle sue importanti realizzazioni, mentre Ligornetto, è la località dove ultimò diverse opere distintive della sua maturità artistica, e dopo abitò negli ultimi anni della sua vita.

Le opere esposte al pubblico saranno circa 120, provenienti da musei e collezioni di prestigio (tra cui il Kunstmuseum di Basilea e il Kunsthaus di Zurigo), oltre a diverse raccolte private svizzere.

L’obiettivo principale di questa mostra è quello di illustrarne il percorso biografico e artistico nelle sue differenti sfaccettature: dalla formazione a Basilea e a Monaco ai soggiorni romani, dal fecondo periodo basilese fino a quello, breve ma altrettanto proficuo, trascorso in Ticino. Un’attenzione particolare verrà riservata alle opere scultoree che Burckhardt eseguì per tre importanti edifici progettati dal celebre architetto Karl Moser: la Pauluskirche di Basilea, il Kunsthaus di Zurigo e la stazione badese di Basilea.

Il titolo della mostra, Echi dall’antichità, evoca un tratto essenziale della sua produzione: Burckhardt attinge infatti i soggetti delle proprie sculture dalla mitologia classica, per poi tradurli in una cifra personale. Da Zeus e Amore a Venere, dalle Amazzoni alle figure allegoriche, dalle divinità fluviali ai cavalieri eroici: queste opere, benché caratterizzate ognuna da una peculiare ricerca espressiva, condividono un repertorio tematico che le unisce in un ideale filo rosso.

Informazioni
Località evento: Museo Vincenzo Vela
Largo Vincenzo Vela 5
6853 Ligornetto

Prezzo: Ingresso: fr 12.­- / Ridotto: fr. 8.-, audioguida (italiano/tedesco/inglese) inclusa
scuole del Canton Ticino: ingresso gratuito
altre scuole: fr. 3.-
visite guidate (massimo 20 persone): fr. 150.- (italiano) / 180.- (francese/tedesco/inglese)

Orari d’apertura
Gennaio-maggio/ottobre-dicembre: ma-sa 10-17 e do 10-18; giugno-settembre: ma-do 10-18, lu chiuso. Chiuso 1°gennaio, 24,25,26 dicembre . Aperto: Lunedì di Pasqua, 6 gennaio, 1°maggio, 1° agosto, 15 agosto, 1° novembre, 8 dicembre.