mostra

“Prospettiva arte contemporanea – La collezione di Fondazione Fiera Milano” aperta fino al 7 maggio presso Gallerie d’Italia

Pubblicato il 15 Mar 2019 alle 7:30am

La collezione d’arte di Fondazione Fiera Milano fa il suo debutto alle Gallerie d’Italia con la mostra “Prospettiva Arte Contemporanea. La Collezione di Fondazione Fiera Milano”. Organizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo, l’esposizione sarà visitabile dal 14 marzo al 7 maggio 2019 presso la Sala delle Colonne delle Gallerie.

Prospettiva Arte Contemporanea” presenta per la prima volta al pubblico le opere acquisite da Fondazione Fiera Milano nell’ambito di Miart, la fiera internazionale di arte moderna e contemporanea. La mostra nasce con l’intento di evidenziare la diversità di linguaggi, materiali e provenienza delle opere acquisite a partire dal 2012.

Le 43 opere in esposizione sono state selezionate da Fondazione Fiera – tra le 82 che compongono la sua collezione – per restituire uno spaccato della ricerca contemporanea internazionale attraverso il lavoro di artisti attivi dalla seconda metà del Novecento fino ai giorni nostri.

Il progetto allestitivo, a cura dell’Architetto Andrea Anastasio, si snoda come all’interno di una domus immaginaria, un susseguirsi di stanze e rientranze che rivelano e, al tempo stesso, proteggono le opere.

«La Mostra alle Gallerie d’Italia – spiega Giovanni Gorno Tempini, Presidente di Fondazione Fiera Milano – rappresenta un viaggio nella nostra collezione d’arte che, in 7 anni dall’istituzione del nostro fondo acquisizioni, ha ormai raggiunto una consistenza significativa di qualità oltre che in quantità. Fondazione Fiera Milano intende rafforzare il proprio ruolo come attore protagonista, non solo economico, ma anche restituendo un valore fruibile, sotto il profilo culturale, del proprio patrimonio alla società. Così come è stato un successo l’esposizione, conclusa a gennaio 2019, in Triennale Milano, dedicata ad un “viaggio” nei cent’anni di storia imprenditoriale e sociale italiana durante la Fiera Campionaria di Milano attraverso il nostro Archivio Storico, così con Prospettiva Arte Contemporanea mi auguro un analogo importante risultato di pubblico, grazie anche alla consolidata e fruttuosa collaborazione con Intesa Sanpaolo, per una mostra aperta alla cittadinanza nel cuore di Milano che, dallo scorso anno, è tra le prime dieci capitali al mondo per la cultura e l’arte contemporanea.»

Dal 2012 Fondazione Fiera Milano attraverso il proprio fondo acquisisce a Miart e a Investec Cape Town Art Fair – la mostra d’arte contemporanea organizzata ogni anno da Fiera Milano a Città del Capo – le opere d’arte con cui, anno dopo anno, sta arricchendo la propria collezione. Le acquisizioni vengono stabilite da una commissione presieduta dal Presidente di Fondazione Fiera Milano e composta da esperti di livello internazionale. Dal 2017 sono entrate a far parte della collezione anche le opere acquisite in passato dall’Associazione Amici di miart.

La raccolta, nella sua interezza, si trova nella storica Palazzina degli Orafi in largo Domodossola, sede di Fondazione Fiera. L’archivio digitale completo delle opere è consultabile sul sito www.fondazionefieramilano.it.

Prospettiva Arte Contemporanea costituisce un ideale prologo a miart, che vede Fondazione Fiera Milano nel ruolo di Partner e Intesa Sanpaolo in quello di Main Partner.

La mostra rientra nel palinsesto dell’Art Week, un ricco calendario di iniziative dedicate all’arte moderna e contemporanea promosso dal Comune di Milano|Cultura e miart per accompagnare la Fiera con una settimana di appuntamenti e di eventi collaterali che hanno confermato il posizionamento della città come nuovo centro culturale internazionale.

Joan Mirò in mostra al MoMa di New York

Pubblicato il 26 Feb 2019 alle 8:35am

Il MoMA a New York presenta Joan Miró: “Birth of the World”, una mostra che attinge soprattutto dalle collezioni del museo e esplora lo sviluppo dell’universo figurativo del pittore catalano. Si comincia con il monumentale “Nascita del Mondo” del 1925, “una sorta di genesi” come lui stesso lo definì, per poi proseguire con altri 60 tra dipinti, opere su carta, libri illustrati, oggetti di ceramica realizzati tra 1920, l’anno del primo viaggio a Parigi, e l’inizio degli anni ’50, quando il suo linguaggio creativo lo rese celebre in tutto il mondo. (altro…)

Mosè di Michelangelo oltre il visibile, scopri l’esperienza tattile

Pubblicato il 17 Dic 2018 alle 5:55am

Michelangelo ora è per tutti, grazie al nuovo percorso visivo-tattile che la Soprintendenza Speciale di Roma, nell’ambito dell’Anno del Patrimonio Culturale Europeo 2018, vuole dedicare alla Tomba monumentale di Giulio II, all’interno della Basilica di San Pietro in Vincoli. (altro…)

Jovanotti – Lorenzo Live Analogico e digitale, la mostra con le opere di Leandro Emede // Sabato 17 e Domenica 18 Novembre all’Area Pergolesi di Milano

Pubblicato il 16 Nov 2018 alle 6:00am

Canon per celebrare LORENZO JOVANOTTI e il suo incredibile successo con il LORENZO LIVE 2018, il tour dei record e per far rivivere le emozioni di quelle serate, ha voluto realizzare una speciale esposizione, LORENZO live ANALOGICO E DIGITALE con opere di Leandro Emede, storico collaboratore di Lorenzo, fotografo e regista del nuovo dvd Oh, Live! che sarà pubblicato il prossimo 30 novembre, contenente l’album “Oh, vita!” e la registrazione in dvd del concerto “Lorenzo live 2018”. (altro…)

Al Met di New York il potere del gioiello

Pubblicato il 11 Nov 2018 alle 7:24am

“Jewelry: The Body Transformed” è la grande rassegna pubblica che il museo su Fifth Avenue dedica dal 12 novembre al gioiello nell’arte, alla cultura e alla società. (altro…)

Al Pan di Napoli una mostra dedicata a Maurits Escher, aperta al pubblico sino al 22 aprile 2019

Pubblicato il 02 Nov 2018 alle 8:18am

Sono duecento le opere di Maurits Escher esposte al Pan di Napoli a partire da ieri 1 novembre al 22 aprile 2019. La città partenopea ospita per la prima volta l’evento che negli ultimi anni ha battuto ogni record di visitatori. (altro…)

Al Castello di Windsor in mostra gli abiti del Royal Wedding del principe Harry e Meghan Markle

Pubblicato il 29 Ott 2018 alle 9:14am

Al Castello di Windsor, dopo diversi mesi di preparazione, ha aperto al pubblico la mostra: Royal Wedding: The Duke and Duchess of Sussex , sul matrimonio del principe Harry e Meghan Markle. Avvenuto il 19 maggio scorso. Un giorno magico, non solo per gli sposi, ma anche per i sudditi e i milioni di persone che in tutto il mondo, in diretta tv, hanno seguito gli istanti che hanno portato al fatidico sì del principe Harry con l’attrice Meghan Markle.

Quel giorno nella cappella di St George ha preso vita una fiaba. Così, per l’esposizione degli outfit del duca e della duchessa del Sussex, inaugurata lo scorso 26 ottobre (che proseguirà fino al 6 gennaio 2019), di cui si prevede già il tutto esaurito.

La mostra, curata nei minimi dettagli, segue le tracce dell’esposizione avvenuta nel 2011 a Buckingham Palace, dedicata al matrimonio tra il Principe William e Kate Middleton.

Milano, Palazzo Reale, aperta al pubblico dal 18 ottobre al 17 febbraio 2019 la mostra ‘Picasso Metamorfosi’

Pubblicato il 18 Ott 2018 alle 7:15am

Apre a Milano, a Palazzo Reale, dal 18 ottobre la mostra ‘Picasso Metamorfosi‘: dedicata al rapporto multiforme e fecondo che il genio spagnolo ha sviluppato, per tutta la sua straordinaria carriera, con il mito e l’antichità, che si propone come fine principale quello di esplorare per la prima volta da questa particolare prospettiva il suo intenso e complesso processo creativo. Promossa e prodotta da Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale e MondoMostreSkira, la mostra curata da Pascale Picard, direttrice dei Musei civici di Avignone, resterà aperta sino al prossimo 17 febbraio 2019. (altro…)

Milano, mostra dedicata a Carlo Carrà, aperta al pubblico a Palazzo Reale sino al 3 febbraio 2019

Pubblicato il 07 Ott 2018 alle 7:00am

La città di Milano rende omaggio a uno dei più grandi maestri del ‘900, Carlo Carrà (1881-1966), con una mostra a lui dedicata, in corso a Palazzo Reale, aperta al pubblico sino al 3 febbraio 2019. (altro…)

A Milano la nuova “Real Bodies”: la mostra con 500 cadaveri e organi, e lo spazio dedicato a Leonardo Da Vinci

Pubblicato il 26 Set 2018 alle 6:36am

È pronta a sbarcare di nuovo sotto la Madonnina “Real Bodies oltre il corpo umano”, la mostra che mette “a nudo” l’anatomia umana facendo vedere ai visitatori cadaveri e organi reali di donne e uomini che hanno deciso di “donare” il proprio corpo dopo la dipartita.

Il nuovo appuntamento con Milano – si terrà nello “Spazio Ventura XV” in via Giovanni Ventura – il 6 ottobre, quando sarà inaugurata al pubblico la mostra che due anni fa ha raggiunto il record di 280mila visitatori.

Tre le novità di quest’anno: la presenza di organi animali – cervelli e cuori – comparati con quelli umani, una sezione dedicata alla biomeccanica e un angolo per le installazioni “firmate” da Leonardo da Vinci. Il tutto accompagnato, naturalmente, dai cinquecento corpi e organi umani – conservati con la tecnica della plastinazione.

Fra gli organi più impressionanti, il cuore di una megattera che, con il suo metro di larghezza, rappresenta uno dei più grandi muscoli cardiaci di tutto il pianeta.

“Il viaggio oltre il corpo umano partirà da una sensazionale area espositiva dedicata al Cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci allestita con 30 installazioni storico artistiche di veri reperti umani plastinati riproducenti i suoi bozzetti anatomici contenuti nel Codice Windsor”, ad anticiparlo è il curatore della mostra, il medico legale Antonello Cirnelli.

“Sarà – assicura il dottore – un’edizione dai grandi contenuti didattico scientifici studiata appositamente per le scuole di ogni ordine e grado, ma anche educativa per tutti i tipi di pubblico, grazie agli approfondimenti ed alle campagne di dono realizzati in collaborazione con associazioni Onlus e fondazioni famose a livello nazionale nelle varie sezioni che sveleranno i segreti e gli studi più avanzati sugli apparati del corpo umano”.

Nella sezione “Immortalità”, novità di questa edizione: ci sarà un’area dedicata agli approcci scientifici in grado di permettere all’uomo di prolungare la sua esistenza, tra crioconservazione e biogenetica, in anteprima europea.

Nella sezione dedicata a Leonardo Da Vinci, invece, genio di cui nel 2019 ricorrerà il Cinquecentenario della morte, ci saranno oltre 30 riproduzioni ispirate ai suoi bozzetti, una sezione di biomeccanica ed una di anatomia comparata fra organi umani e animali.

La mostra, che aprirà i propri battenti al pubblico dal 6 ottobre fino a marzo 2019 allo “Spazio Ventura XV”, in via G. Ventura 15, zona Lambrate, organizzata e promossa da Venice Exhibition con il patrocinio del Comune di Milano, Telethon, Avis, Admo, Aido e Accademia di Brera, ha come fine ultimo, come due anni fa, quello di promuovere le campagne sulla prevenzione delle malattie e sulla lotta alle dipendenze e stimolare i visitatori a raggiungere il benessere fisico attraverso lo sport.