Una ricerca condotta da Toluna, società digitale nel settore delle ricerche di mercato, ha evidenziato come oltre il 70% degli italiani sia consapevole di quanto usi i social media soprattutto dal proprio smartphone. Il periodo storico di pandemia che stiamo noi tutti vivendo ha cambiato le nostre abitudini, e in tanti a lavorare anche da casa.


Per questo motivo gli adulti passano più tempo su Facebook, mentre i ragazzi fino ai 23 anni su Instagram e tra i giovanissimi spopola ancora di più TikTok. Inoltre, circa il 60% degli intervistati dichiara di passare più di due ore sui social media, tendenza in netta crescita e destinata ancora oggi a continuare.

Computer e Smart Working
L’aumento del tempo trascorso in casa e la necessità di avere una fonte illimitata di Internet a casa, il monitor del pc o del telefono è diventato l’unico compagno o collega presente fisicamente causando disagi come ad esempio il coinvolgimento, la motivazione e orari di lavoro non ben definiti. Lo smart working, tuttavia anche quando questa pandemia da Covid 19 sarà finita, sarà una delle nuove modalità di lavoro dei prossimi anni poiché è utile per chi necessita di lavorare da casa, o addirittura da un’altra città e per chi lo offre il lavoro. Soprattutto per determinate attività.

Photo credits attualissimo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.