Si chiama Sonia e vive da 39 anni con la Sma3, una patologia genetica che non le permette di essere autosufficiente. Nonostante la patologia, oggi però, mamma di Leila, “una fantastica bimba di 3 anni e mezzo”.

Nella sua gravidanza ha avuto due accompagnatori ‘speciali’: uno è il papà, Francesco. L’altro è il Centro clinico Nemo, che in 13 anni ha aiutato 11 donne affette da distrofie e Sma ad avere figli.

Oggi Sonia è una mamma felice, e per la festa della mamma, racconta la sua storia definendola “non facile ma meravigliosa”.


“Ora io e Leila viviamo ogni giorno un’avventura diversa, Leila mi aiuta, mi alza il braccio se cade, mi aggiusta il busto se vado in avanti – dice – e così abbiamo trovato un nostro equilibrio, non sempre tuttavia è facile. Ci sono momenti in cui io e la mia patologia litighiamo, poi guardo il sorriso di Leila e tutto torna ad essere più semplice”.

I  Centri Nemo hanno al loro interno un team multidisciplinare composto da neurologo, fisiatra, pneumologo, nutrizionista, terapista, psicologo e molti altri specialisti, che agiscono in maniera coordinata e continuativa con il ginecologo per accompagnare l’esperienza della maternità in tutti i suoi aspetti. A partire dalla consulenza genetica, con i futuri genitori che stanno iniziando a pianificare una maternità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.