Il 2021 è l’anno degli ingredienti semplici, salutari e grezzi. Vegetali, dai ceci alle lenticchie, passando per le fave, noci, mandorle, erbe naturali, frutta secca ed essiccata, dolcificati naturali (come miele o zucchero di cocco, sciroppo d’acero), meno grassi e soprattutto più ecologici. L’abbandono dello zucchero e delle farine è in corso in molte aziende alimentari.

non resteranno a guardare.

Lo chef svizzero Daniel Humm del rinomato Eleven Madison Park di Manhattan, è il primo ristorante al mondo con tre stelle Michelin che da giugno scorso, serve solo piatti vegani, fatti con frutta, chicchi, semi, legumi, funghi e cereali. La scelta segue la lunga chiusura dovuta alla pandemia, come scrive egli stesso sul sito del ristorante: “La scorsa estate ho fatto una promessa: se fossi riuscito a riaprire il ristorante sarebbe stato drasticamente trasformato. Dopo la pandemia ci siamo resi conto che non solo il mondo è cambiato, ma anche noi siamo cambiati”.

Il nuovo trend dilaga e si estende anche nel campo degli snack, dei prodotti da forno e dei cereali pronti, attesta Mintel Global Food and Drink in un nuovo report che sonda le tendenze delle industrie dolciarie e alimentari. Spiega l’analista Katya Witham. “I semi e i chicchi sono centrali energetiche che ci danno l’opportunità di migliorare i prodotti da forno, cereali, frittelle dolci e snack, con nuovi sapori, consistenze e livelli nutrizionali, perciò il loro impiego inizia ad espandersi nel mondo”.

Semi, noci, noccioli, frutta a guscio e chicchi sono ricchi di proteine, fibre e vitamine e omega 3, e ora possono essere inseriti ancora di più nella nostra alimentazione, in dolci, snack, ricette particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.