L’ictus, non tutti sanno che, può verificarsi anche nelle giovani donne.

Secondo uno studio recente, infatti, pubblicato sull’American Heart Association, i ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di 20.000 pazienti negli anni che vanno dal 2001 al 2014, scoprendo proprio questo.

Le donne tra i 25 e i 44 anni sono state quelle più colpite. Tenendo conto anche di altri fattori di rischio, quali ad esempio: fumo, obesità, stile di vita sedentario, età. Tuttavia, nelle donne hanno tenuto conto anche delle possibili gravidanze avute, dell’assunzione di contraccettivi ormonali, e emicrania con aura.

Il mal di testa, in particolare, può essere un segnale d’allarme molto chiaro e preciso che qualcosa che non va come dovrebbe andare. Infatti, potrebbe dipendere anche da una malformazione del cuore che può generare un ictus. Dunque, che cosa fare per prevenirlo?

Ebbene, gli esperti, consigliano sempre:

– Andare dal medico e raccontare la propria storia familiare
– Fare accertamenti clinici periodici sulle malattie che hanno colpito la famiglia
– Tenere sempre sotto controllo glicemia, colesterolo e pressione
– Non fumare e non bere
– Condurre uno stile di vita sano con attività fisica
– Mangiare in modo equilibrato, più prodotti freschi e meno prodotti industriali

I sintomi dell’ictus non sono però comuni a tutte quante le persone.

Variano infatti, da soggetto a soggetto, perché dipende moltissimo anche dalla grandezza del coagulo di sangue che si è formato, dipende anche dall’ostruzione o di una rottura di un vaso sanguigno.

In generale si nota come metà del corpo umano perda tono, dalla faccia, al braccio alla gamba. Si sente intorpidimento e possono sopraggiungere anche nausea, vomito, mal di testa, vertigini, vista offuscata, difficoltà nel linguaggio.

Quando si avverte qualcosa di questo tipo che non va, bisogna subito andare a pronto soccorso. O chiamare un’ambulanza.

Fare un test delle braccia: allungando le braccia davanti a voi, se
vi accorgete che non si riuscite o se all’improvviso, senza che lo vogliate, un braccio si abbassa da solo, allora il caso di chiamare subito i soccorsi, c’è in atto un ictus.

ph crediti Inran

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.