mal di testa

Emicranie, un’app per ridurle

Pubblicato il 08 Giu 2019 alle 6:55am

Secondo una recente ricerca scientifica, lo smartphone può diventare un nuovo alleato contro le emicranie, grazie ad una semplice app che aiuta al rilassamento, usata per almeno due volte alla settimana, è possibile arrivare a ridurre il mal di testa per una media di quattro giorni al mese. È questo il risultato a cui è giunto uno studio che ha portato i ricercatori della Scuola di medicina della New York University a sviluppare la app Relaxahead, che altro non è che una guida digitale per il rilassamento muscolare progressivo.

Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Digital Medicine ed è il primo a valutare, sotto una supervisione medica, una app per il trattamento dell’emicrania e una per l’uso di cure tradizionali.

I partecipanti allo studio hanno avuto in media 13 giorni di emicrania al mese. Il 39% di loro ha riferito di avere ansia e il 30% depressione.

La terapia con rilassamento muscolare progressivo, utilizzando l’app, ha però avuto un calo dell’uso nel corso del tempo: gli utenti sono scesi al 51% dopo sei settimane e al 29% dopo tre mesi. Gli autori dello studio hanno pensato ore di identificare possibili tecniche per incoraggiare sessioni più frequenti di utilizzazione.

Mal di testa, può essere sintomo di ipertensione e ictus

Pubblicato il 03 Giu 2019 alle 10:01am

Il mal di testa è una condizione che può riguardare tutti, almeno una volta nella vita. Secondo le stime OMS, rappresenta la patologia più diffusa al mondo. (altro…)

Mal di testa, la soluzione c’è: dimagrire

Pubblicato il 27 Mar 2019 alle 8:07am

Se soffrite di mal di testa e non trovate alcuna soluzione, alcun beneficio da nessun rimedio, forse è arrivato il momento giusto, per mettervi a dieta. Parola di esperti. (altro…)

Mal di testa: come riconoscerlo, fattori scatenanti e cura

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 7:02am

In Italia sono oltre 7 milioni le persone che soffrono di mal di testa, che rappresenta una delle forme di dolore più diffuso nella popolazione. Il mal di testa, il cui nome scientifico è cefalea, non è pericoloso e può essere curato con dei farmaci antidolorifici da banco o con semplici accorgimenti allo stile di vita quotidiano. (altro…)

Mal di testa: gli 8 rimedi naturali per sconfiggerlo

Pubblicato il 11 Nov 2018 alle 6:17am

Se volte sapere come sconfiggere il mal di testa forte o leggero che sia, ecco alcuni rimedi naturali che fanno per voi!

Se però questi rimedi non si dovessero rivelare efficaci, non vi resta allora che consultare il vostro medico di base, per capire cosa è più giusto da fare. (altro…)

Shiatsu efficace contro l’emicrania: lo dice anche un trial condotto al Sant’Andrea di Roma

Pubblicato il 03 Nov 2017 alle 8:22am

Lo shiatsu può essere un rimedio molto efficace contro il mal di testa, in quanto è sicuro ed è privo di effetti collaterali. (altro…)

Lo zucchero in infusione contro il mal di testa

Pubblicato il 12 Giu 2017 alle 5:16am

Roberto De Simone dell’Università Federico II di Napoli in occasione della recente edizione del congresso internazionale sul mal di testa che si tiene ogni due anni a Stresa, ha spiegato come eliminare una serie di farmaci che spesso risultano impotenti a risolvere il mal di testa che dura oltre 72 ore e spesso porta le persone anche ad andare al Pronto Soccorso dove, nonostante le dosi massicce di triptani, analgesici, ergotaminici, antiemetici, ansiolitici, corticosteroidi per via endovenosa, in genere non si riesce ad ottenere sollievo. (altro…)

Cefalea tensiva, colpisce il 75% degli italiani: ecco come curarla

Pubblicato il 09 Giu 2017 alle 7:00am

Il 75 per cento degli italiani è affetto da cefalea tensiva. (altro…)

Emicrania, scoperte 44 varianti di Dna legate al disturbo: si cercano nuove terapie

Pubblicato il 22 Giu 2016 alle 6:42am

Un gruppo di ricercatori australiani e americani ha scoperto che esiste un legame serio tra l’insorgenza dell’emicrania e 44 varianti di Dna.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Genetics, ha come obiettivo quello di migliorare il trattamento di un disturbo fra i più diffusi e debilitanti nel mondo.

Test clinici hanno dimostrato proprio questo su 8 milioni di varianti di Dna appartenenti a 60mila persone affette da emicrania e un gruppo di controllo di 316mila partecipanti con 22 differenti studi sul genoma.

“Non sappiamo cosa faccia scattare il disturbo – ha spiegato l’autore dello studio -, ma studi di gemelli e di gruppi familiari indicano che l’emicrania ha una significativa componente genetica”.

Tant’è che il fine di questi ricercatori è quello di “individuare una particolare variante di Dna che sia più frequente nei casi di emicrania, in confronto con il gruppo di controllo”.

Mal di testa, presto un vaccino per ridurre attacchi del 63% in soli 3 mesi

Pubblicato il 21 Feb 2016 alle 7:33am