Un recente studio fa chiarezza sul nesso esistente tra inquinamento e cancro.

La Società italiana di medicina ambientale (Sima) afferma che ci sono prove concreete che esista un reale legame tra inquinamento atmosferico e tumore al polmone, anche per chi non è fumatore. Per arrivare a questa conclusione, gli studiosi hanno esamitato i risultati raggiunti da uno studio condotto dalla University College of London, il quale prendeva in esame 247 campioni bioptici polmonari.

Questo studio inglese è riuscito ad individuare uno dei meccanismi che causa l’insorgenza dei tumori polmonari nei non fumatori, ovvero le polveri sottili, in particolare il PM 2.5. L’esposizione a questa sostanza è stata in grado di indurre il cancro al polmone nei topi portatori di mutazione del gene EGFR. Lo studio inglese conclude pertnto che il PM 2.5 si comporta proprio come una miccia pronta ad esplodere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.