inquinamento atmosferico

Inquinamento: un morto ogni 5 secondi, il killer silenzioso ci sta uccidendo

Pubblicato il 09 Mar 2019 alle 7:35am

L’inquinamento è un killer silenzioso che sta uccidendo la popolazione mondiale, in certe aree del pianeta più che in altre. Un morto ogni 5 secondi. E noi restiamo immobili, impassibili a tutto ciò che avviene. Le Nazioni Unite, tramite David Boyd, spiegano la situazione attuale, lanciando un allarme e chiedendo di intervenire subito, prima che sia troppo tardi. (altro…)

Natale, Coldiretti: gli alberi finti inquinano 10 volte di più rispetto a quelli veri

Pubblicato il 19 Dic 2018 alle 6:20am

Secondo la Coldiretti gli alberi artificiali di circa 1,90 metri ha un’impronta di carbonio equivalente a circa 40 chili di emissioni di gas serra, inquinando 10 volte più di un albero vero, peraltro utilizzabile dopo le feste come pellet per combustibile. (altro…)

Sos smog per riscaldamenti senza metano, molto importante è la sostituzione degli impianti

Pubblicato il 28 Ott 2018 alle 9:00am

Anche quest’anno torna il rischio molto alto di picchi di smog con la riaccensione degli impianti di riscaldamento privati e pubblici per la stagione invernale, soprattutto nei 1.300 Comuni – in cui vivono 4 milioni di persone (isole comprese) – ma anche in frazioni e case isolate di Milano e Roma che non sono serviti dalla rete di metano. Le polveri sottili (Pm10 e Pm2,5) e l’anidride carbonica prodotte da gasolio, legna e pellet sono pronte per tornare a inquinare la nostra aria.

Una soluzione per frenare questo inquinamento è possibile grazie ai gas Gpl (Gas di Petrolio Liquefatti) e Gnl (Gas Naturale Liquefatto) ma occorre cambiare gli impianti.

“Servono misure in grado di sostenere concretamente la sostituzione degli impianti e l’adozione di fonti sostenibili da parte dei cittadini” dice Andrea Arzà, amministratore delegato di Liquigas e vicepresidente Assogasliquidi – presidente Gruppo Combustione che sollecita all’erogazione di incentivi.

Gpl e Gnl, spiega, ancora l’esperto, sono “una risposta concreta e immediatamente disponibile all’esigenza di adottare soluzioni energetiche sostenibili per il riscaldamento domestico nelle aree non metanizzate” ma per fare ciò, aggiunge ancora, “occorre favorire la diffusione di queste fonti energetiche sostenibili non solo attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui rischi dell’inquinamento, ma anche attraverso misure in grado di sostenere concretamente la sostituzione degli impianti”.

L’inquinamento atmosferico fa male ai reni

Pubblicato il 30 Ago 2018 alle 6:22am

Lo smog oltre che ai polmoni fa male anche ai reni. E’ la conclusione a cui sono arrivati i ricercatori dell’Università del Michigan in uno studio pubblicato su Plos One. (altro…)

Lo smog fa male alla salute delle ossa e incentiva l’osteoporosi

Pubblicato il 14 Nov 2017 alle 9:00am

Secondo una recente ricerca pubblicata sulla rivista The Lancet Planetary Health, i ricoveri per frattura aumentano al crescere dell’inquinamento atmosferico. Inoltre lo studio, condotto presso la Columbia University’s Mailman School of Public Health, evidenzia che lo smog può essere associato a una perdita di densità ossea (condizione tipica dell’osteoporosi) e ridotta concentrazione di ormone paratiroideo nel sangue (l’ormone che presiede all’assorbimento del calcio e ha un ruolo nella mineralizzazione delle ossa). (altro…)

Inquinamento, causa di morte per 9 milioni di morti nel mondo solo nel 2015

Pubblicato il 23 Ott 2017 alle 9:19am

L’inquinamento uccide 9 milioni di morti l’anno (questi i dati relativi al 2015), ovvero un decesso su sei. (altro…)

Inquinamento Cina, a breve vietata la produzione e vendita di auto a benzina e diesel

Pubblicato il 13 Set 2017 alle 8:51am

La Cina vieterà la produzione di auto a benzina e diesel per ridurre le emissioni inquinanti, sulle orme delle decisioni prese già nei mesi scorsi da Francia e Gran Bretagna. L’annuncio è stato dato dal vice ministro dell’Industria e dell’Information Technology, Xin Guobin, nel corso di un forum dell’industria automobilistica a Tianjin. Le ricerche per preparare la svolta ecologica, ha spiegato, sono già cominciate, anche se ancora non è stata stabilità una data ben precisa entro cui il divieto di vendita entrerà in funzione.

“Queste misure promuoveranno profondi cambiamenti nell’ambiente e daranno slancio allo sviluppo dell’industria automobilistica della Cina”, ha dichiarato il vice ministro.

Il governo cinese da anni è convinto che il settore delle auto elettriche, con incentivi all’acquisto e leggi che impongono l’uso di mezzi pubblici alimentati a fonti di energia pulite a livello locale, e con investimenti sulle stazioni di ricarica supercharger nelle maggiori vie di scorrimento delle grandi città e sui tratti autostradali più battuti, siano le decisioni più giuste da seguire per migliorare i livelli di smog, oltre ogni misura, presenti nell’aria.

Uno degli obiettivi principali è quello di arrivare a un quinto del totale delle vendite composto da auto elettriche o da veicoli ibridi entro il 2025.

Smog e inquinamento atmosferico rallentano attività del cervello dei bambini

Pubblicato il 12 Giu 2017 alle 6:00am

Lo Smog rappresenta uno dei maggiori mali del 21esimo secolo, un male silenzioso e molto drammatico. Solo in Europa, si stima che ogni anno sono quasi 500 mila le vittime causate da patologie strettamente legate all’inquinamento.

In Italia, invece, secondo gli ultimi dati trasmessi dall’Agenzia europea dell’ambiente (Aea) l’inquinamento dell’aria provoca circa 84.400 morti premature.

E secondo un recente studio effettuato da ricercatori Spagnoli, lo smog rallenterebbe le attività del cervello dei bambini. Vivere in città iperattive, tra migliaia di auto, moto, industrie, scarichi, sarebbe molto pericoloso per la salute dei più piccoli.

Esposti allo smog, e all’inquinamento atmosferico, i più piccoli possono avere maggiori difficoltà di concentrazione, una scarsa prontezza di riflessi mentali (capacità di elaborare una risposta immediata ad una precisa domanda), e stanchezza fisica.

Google Street View contribuisce alla realizzazione della mappa dell’inquinamento atmosferico

Pubblicato il 11 Giu 2017 alle 7:27am

Google Street View potrà contribuire a realizzare la mappa dell’inquinamento atmosferico nelle nostre città. Alcune delle auto impiegate per scattare immagini a livello stradale, sono state utilizzate da un team di ricercatori per mappare l’inquinamento atmosferico, strada per strada a Oakland, in California.

Il progetto, pubblicato su Environmental Science and Technology, è stato realizzato da un gruppo di ingegneri delle università di Washington, Texas, Brtish Columbia e Utrecht, che è riuscito a realizzare una mappa dell´inquinamento, più dettagliata di sempre.

I ricercatori grazie a Google car appositamente equipaggiate hanno monitorato per un anno un’area di 200 chilometri quadrati nella città californiana.

Il sistema utilizzato ha permesso loro di rilevare i livelli di inquinamento con una risoluzione 100mila volte superiore rispetto a quella possibile con i sistemi tradizionali di monitoraggio usati nelle città.

Oms, inquinamento atmosferico e scarse condizioni igieniche uccidono ogni anno 1,7 milioni di bambini nel mondo

Pubblicato il 18 Mar 2017 alle 7:43am

L’Organizzazione Mondiale della Sanità rivela che l’inquinamento atmosferico e carenti norme igieniche – sanitarie uccidono ogni anno 1,7 milioni di bambini nel mondo.

Molte cause, tra quelle principali, per quelli sotto i cinque anni potrebbero essere risolte con semplici accorgimenti con l’aiuto dell’uomo e della tecnologia.

In un primo rapporto Oms, stilato da esperti, si scopre infatti che buona parte dei decessi per polmonite, diarrea e malaria, potrebbero essere evitati con acqua pulita, combustibili non tossici per cucinare, giuste condizioni igienico- sanitarie.

Nel secondo invece che tra le cause di morte, al primo posto, con 570mila vittime, ci sono le infezioni dell’apparato respiratorio causate dall’inquinamento indoor e outdoor e dal fumo passivo.