Un sacco nero con dentro un cadavere, a circa due metri di profondità. È questo quello che hanno trovato i carabinieri a Novellara a meno di cinquecento metri dalla casa dove viveva Saman Abbas con la sua famiglia.

I genitori alle dipendenze di un’azienda agricola. In corso i primi accertamenti del Ris che proseguiranno nelle prossime ore e sono presenti carabinieri di Reggio Emilia e Vigili del Fuoco.

Il sacco era in un casolare diroccato. Davanti ha un campo incolto, a fianco un boschetto e dietro altri edifici, alcuni dei quali anche abitati.

Si tratterebbe di un luogo già perlustrato per il passato, subito la scomaprsa della ragazza.

Al momento il padre e i parenti sono stati arrestati, mentre la madre è ancora ricercata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.