In Francia nelle scuole le studentesse non potranno più indossare l’abaya, IL tradizionale abito femminile islamico che copre tutto il corpo a eccezione di viso e mani.

Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione, Gabriel Attal. ” Entrando in una classe non si dovrebbe essere in grado di identificare la religione degli alunni a colpo d’occhio. La scuola della Repubblica è costruita intorno alla laicità”, ha spiegato Attal. Molto critica la parte politica di sinistra con il leader di La France Insoumise, Melenchon, che si è scagliato contro la “nuova assurda guerra di religione”. Mentre la deputata Clementine Autain ha parlato di “polizia dell’abbigliamento”.

Questo abito è molto diffuso nei Paesi di religione musulmana, in Arabia Saudita l’abaya è di colore nero ed è stato obbligatorio per le donne in pubblico fino al 2018, data in cui il principe Mohammed bin Salman ne ha abolito l’obbligo.

foto crediti da internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.