Francia

Immagini delle risonanze magnetiche del cervello trasformate in opere d’arte

Pubblicato il 20 Feb 2019 alle 6:05am

Grazie a filamenti colorati e sfere fosforescenti e vivaci, il radiologo francese, Denis Ducreux, trasforma le immagini delle risonanze magnetiche al cervello in vere e proprie opere d’arte. (altro…)

Allarme pannolini, trovate sostanze tossiche

Pubblicato il 27 Gen 2019 alle 7:35am

Arriva dalla Francia la notizia che i pannolini per bambini contengono sostanze chimiche tossiche, potenzialmente cancerogene. In particolare, è stato trovato il glifosato, una sostanza chimica usata in un diserbante. Gli esperti dell’Agenzia Francese per l’Alimentazione e la Salute Ambientale e Occupazionale (ANSES) dichiarano di aver trovato “livelli pericolosamente alti” di sostanze che potrebbero causare danni ai bambini e hanno esortato le aziende a smettere di usarle. (altro…)

In Francia 14 bambini sono nati senza braccia o mani, ma non si conosce la causa

Pubblicato il 12 Ott 2018 alle 7:05am

Tra il 2009 e il 2017 sono nati in Francia sette bambini senza braccia, mani o avambracci nelle regioni rurali della Loira atlantica, nei pressi della città di Nantes e in Bretagna. Altri sette hanno presentato le stesse malformazioni nel paese di Druillat, al confine con la Svizzera. Tale tipologia di malformazione genetica è denominata scientificamente “agenesia”, malattia dello sviluppo dell’embrione che ne compromette la completa formazione tra il 26esimo e 56esimo giorno dopo il concepimento.

Sulla questione si è pronunciata l’autorità francese, pubblicando un rapporto in cui si escludono cause genetiche o cromosomiche per spiegare l’origine delle malformazioni. Il dottor Bertrand Gagnière, epidemiologo, ha commentato: “Sappiamo che è inutile lanciare studi in assenza di ipotesi. La letteratura scientifica mostra che la loro capacità di identificare una causa è inferiore all’1%”.

L’agenzia di sanità pubblica ha poi incontrato le famiglie dei bambini nati malformati per capire eventuale nesso, se avessero assunto droghe durante la gravidanza o alcolici. Alla risposta negativa delle madri l’autorità ha deciso di sospendere le indagini.

Tuttavia alcuni epidemiologi hanno contestato la decisione dell’ente di sanità pubblica, attribuendogli degli “errori di valutazione”. Secondo alcuni scienziati l’origine di queste malformazioni potrebbe da attribuirsi all’ambiente circostante che, essendo rurale, viene spesso contaminato da pesticidi. Tuttavia il legame tra ambiente e agenesia non è stato ancora scientificamente dimostrato, essendo i casi analizzati molto pochi per formare un campione valido.

Monte Bianco: spostato da Google Maps il confine Italia-Francia

Pubblicato il 05 Gen 2018 alle 5:54am

Google Maps ha deciso di spostare i confini del massiccio del Monte Bianco aprendo di nuovo la diatriba sul contenzioso che da anni vede protagonista la vetta più alta delle Alpi, insinuando di fatto la possibilità che il punto più alto della catena montuosa, fissato a 4.808 metri sul livello del mare, sia anche italiano e non soltanto francese.

Una decisione quindi in contrasto rispetto a quanto stabilito da Parigi nel 1865 e, di conseguenza, da gran parte dalle carte ufficiali.

I nuovi confini “doppi” mostrati da Google viaggiano quindi da un lato lungo i confini stabiliti dalla Francia e dall’altro lungo la linea dello spartiacque, quella che secondo l’Italia dovrebbe essere considerata di territorio italiano.

Macron ha Napoli nel cuore “E’ la più bella del mondo”

Pubblicato il 10 Mag 2017 alle 9:58am

Il neopresidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron molto l’Italia, ma nutre una passione particolare per la città di Napoli, che considera “la città più bella del mondo”. A raccontarlo è la 36enne bresciana Caterina Avanza, la 36enne unica italiana nello staff del leader di ‘En Marche’.

Il particolare sarebbe emerso nel corso di un’intervista rilasciata da Avanza all’agenzia di stampa Adnkronos, in cui la collaboratrice di Macron raccontava le nuove sfide del nuovo corso politico in Francia.

Pronto l’intervento del primo cittadino di Napoli Luigi de Magistris: “Da sindaco e da napoletano non posso che essere contento dell’opinione di Macron su Napoli. Ciò ci rende orgogliosi”.

De Magistris ha poi sottolineato “il profondo legame storico” tra Napoli e la Francia. “Mi auguro – ha aggiunto il sindaco di – che un giorno Macron possa venire in visita a Napoli”.

E’ Emmanuel Macron, 39 anni, il nuovo presidente francese

Pubblicato il 08 Mag 2017 alle 10:28am

Il centrista Emmanuel Macron, 39 anni, è il più giovane presidente della storia della Repubblica di Francia, dai tempi di Napoleone Buonaparte. Con il 66,06% delle preferenze il candidato centrista pro-Europa si è aggiudicato il ballottaggio contro la leader del Front National, Marine Le Pen.

«Vi servirò con amore». Con queste parole il neo eletto rpesidente francese ha ringraziato ieri sera gli elettori francesi.

«Si apre una nuova pagina, voglio che sia quella della speranza e della ritrovata fiducia», ha detto al Louvre davanti a un centinaia di migliaia di persone, sulle note dell’Inno alla Gioia. Durante il discorso la promessa di «proteggere» e «tenere unita» la Francia, e quella altrettanto solenne di «difendere il destino comune dell’Europa».

Nei primi cento giorni di mandato Emmanuel Macron li dedicherà al varo di un taglio di 10 miliardi di tasse ai ceti meno abbienti, all’abolizione della taxe d’habitation per l’80% delle famiglie e all’assunzione di migliaia di giovani nelle banlieue, oltre a 5mila nuovi agenti per il controllo delle frontiere e 10mila poliziotti in più per l’organico nazionale.

Il premier italiano Gentiloni ha espresso su Twitter tutto il suo entusiasmo per l’elezione del nuovo presidente di Francia: Evviva #Macron Presidente Una speranza si aggira per l’Europa.

Emmanuel Macron nasce ad Amiens da una famiglia borghese della città. Con i genitori, entrambi medici, il rapporto è molto freddo. La figura più importante nella sua formazione è la nonna, che lo ha cresciuto e indirizzato verso la letteratura e i valori di sinistra. “Mia nonna mi ha insegnato a studiare. Da quando avevo cinque anni, una volta finita la giornata a scuola, tornavo a casa e passavo con lei ore ad apprendere la grammatica, la storia, la geografia. Leggevo in continuazione”, confida Macron al settimanale francese Le Nouvel Observateur (Obs), “sono stato profondamente segnato da Gide, Giono e Camus, che mia nonna mi ha fatto leggere quand’ero adolescente”. La letteratura è la prima grande passione di Emmanuel Macron che inizialmente, come ha più volte dichiarato alla stampa, pensava di essere destinato a una brillante carriera di uomo di lettere. Per questo, dopo il diploma al Liceo Henri IV di Parigi, uno dei più antichi e importanti della capitale, fa domanda per entrare all’École Normale Supérieure, l’università di eccellenza che forma una parte dell’élite francese in due macro-aree: la letteratura e la scienza. Macron però fallisce il concorso, probabilmente perché, come dichiarerà all’Obs: “Non avevo né l’anima di un seminarista né la vocazione per l’insegnamento. Avevo altre vibrazioni e altre aspirazioni”. Per altre aspirazioni Macron intende l’azione, la possibilità di raggiungere traguardi importanti in breve tempo.

Altra figura importante nella sua vita è la moglie Brigitte Trogneux. Insegnava letteratura alla scuola dei gesuiti La Providence di Amiens. Aveva 36 anni, un marito che si occupava di finanza, André-Louis Auzière, e tre figli. Emmanuel Macron era un suo studente. Leggeva poesia ad alta voce nella classe, aveva 17 anni e si è innamorato della sua professoressa. “Scrivere ci ha fatto incontrare il venerdì e questo creò una sintonia incredibile tra noi”, ha detto l’ex professoressa nel documentario Macron, la stratégie du météore. Sposati dal 2007, l’ex professoressa lo ha aiutato nel suo percorso politico, nella campagna elettorale del candidato di En Marche!. Proprio lei, 24 anni più grande, ha insistito per la candidatura di Macron nel 2017, senza aspettare altri cinque anni. Nata ad Amiens, Trogneux ha 64 anni, mentre Macron ne ha quasi 40. È stata lei a creare la sua immagine politica e personale di uomo moderno, non convenzionale, in mezzo al tradizionale mondo della politica francese.

In Francia il diritto del dipendente di dire no a mail fuori dall’orario di lavoro

Pubblicato il 04 Gen 2017 alle 6:58am

Dal primo gennaio 2017 i francesi posso far valere il loro diritto di dire no a mail, SMS e qualsiasi attività digitale dopo l’orario di lavoro. (altro…)

Consiglio di Stato Francese dice sì al burkini a Villeneuve-Loubet, ma il sindaco dice no

Pubblicato il 27 Ago 2016 alle 10:15am

Il Consiglio di Stato francese dice no al provvedimento anti-burkini di Villeneuve-Loubet, sulla Costa Azzurra, uno dei 30 comuni francesi che hanno vietato di indossare sulle spiagge il costume femminile da bagno integrale islamico.

Ma il sindaco della località francese si rifiuta di ritirare il provvedimento attaccando a gran voce i magistrati.

Lionel Luca, primo cittadino della cittadina francese, deputato del centrodestra, anticipa che il suo gruppo parlamentare, Les Republicains, l’ex Ump presieduto da Sarkozy, presenterà presto in parlamento una proposta di legge nazionale anti-burkini.

Francia, test su strada della Model S90D, ma l’auto si incendia

Pubblicato il 17 Ago 2016 alle 9:16am

Mentre dagli Usa partono critiche dell’ambiente finanziario sul programma di sviluppo della Tesla (in termini di utili e di convenienza dell’acquisizione di Solar City), dalla Francia, da Biarritz, arriva la notizia di un incendio che ha colpito alcuni giorni fa, durante un test su strada una Model S90D.

L’auto, messa a disposizione di potenziali clienti durante l’Electric Road Trip, un evento che Tesla ha organizzato per promuovere in varie parti del mondo i propri Model S e Model X, ha preso fuoco dopo che sul display di bordo era apparso l’avviso di un problema riguardante la ricarica ed era stato avvertito un forte rumore.

Nessun danno, per fortuna, per le tre persone a bordo (un dipendente Tesla, un cliente alla guida e un passeggero), ma il veicolo è andato completamente distrutto, nonostante il tentativo da parte dei vigili del fuoco di salvare il salvabile.

Foto Ansa

Cannes, dice no ai burkini sulle spiagge

Pubblicato il 13 Ago 2016 alle 7:27am

La città di Cannes ha emesso un’ordinanza municipale che vieta l’utilizzo del burkini, il costume da bagno che copre tutto il corpo, sulle proprie spiagge, perché “manifesta in maniera ostentata un’appartenenza religiosa” e per questo “rischia di creare disturbo all’ordine pubblico”.

L’ordinanza, firmata dal sindaco di centrodestra David Lisnard, vieta “l’accesso alle spiagge e ai bagni” alle persone “che non hanno una tenuta corretta, rispettosa del buon costume e della laicità, che rispetti le regole d’igiene e di sicurezza dei bagnanti nel dominio pubblico marittimo”.

Il direttore generale dei servizi della città di Cannes spiega che non si tratta di vietare un simbolo religioso, ma “una tenuta ostentata che fa riferimento a un’adesione a dei movimenti terroristi che ci fanno la guerra”.