animali

Ricetta elettronica per cani e gatti, veterinai nel caos

Pubblicato il 13 Mag 2019 alle 6:10am

Si chiama Rev, ovvero ricetta veterinaria elettronica, ed è andata in vigore dal 16 aprile, sostituendo di fatto, in via definitiva la vecchia ricetta cartacea in virtù della Legge 20 novembre 2017 n.167 (Legge europea 2017) Art.3, ed è già impopolare. Soprattutto fra i padroni di animali d’affezione, equiparati agli esemplari destinati alla macellazione da un provvedimento concepito per una maggiore tracciabilità dei farmaci somministrati. Cani, gatti, cavalli, uccelli, mucche e maiali non. Ma la nuova normativa sta creando non pochi problemi a proprietari di animali, medici veterinari e farmacisti perché sono previste sanzioni per chi sbaglia, costi aggiuntivi per i padroni, lungaggini problematiche in situazioni di emergenza.

Queste le loro dichiarazioni di malcontento.

Luca Lombardini, medico veterinario a Trento e vicepresidente nazionale di Lndc-Animal Protection dice al giornale: «Quando mi chiamano alle due del mattino per un cane in difficoltà, se prima in un lampo mandavo il proprietario in farmacia, ora devo collegarmi al sistema e stare attento a non derogare da indicazioni molto rigide».

Massimo Mana, farmacista rurale e presidente di Federfarma Piemonte, spiega: «Tremila euro a confezione per il farmacista e qualcosa di simile per il veterinario. Nella banca dati cui il veterinario attinge per compilare la ricetta elettronica, sono stati inseriti tutti i farmaci registrati, un numero superiore a quelli realmente in commercio. Di uno stesso prodotto esistono varianti, ma il codice richiesto è univoco e il medico non ha modo di distinguerlo. Con la ricetta cartacea potevamo dare il farmaco realmente disponibile, con l’elettronica di mezzo non ci è più consentito».

Infine, i veterinari che lavorano su animali da reddito: «Quando ti trovi in una scuderia in campagna senza Internet e devi fare una ricetta, magari urgente, oggi devi cambiare zona» Valerio Serata, chirurgo ippiatra nel Lazio. «Ormai per prescrivere 20 vermifughi ti tocca trascrivere i codici dei microchip di altrettanti cavalli: animali a uso sportivo, non macellabili. Sarebbe stato più logico incrementare controlli e sanzioni sulla salubrità dei più sfortunati avviati alla produzione alimentare».

Baubeach diventa lido ecofriendly

Pubblicato il 17 Apr 2019 alle 1:09pm

Comincia il prossimo 19 aprile la stagione estiva della Baubeach, la spiaggia per cani ecofriendly di Maccarese, vicino Roma che quest’anno tra le tante novità apre anche una BauSpa organizzata da yolettatori professionisti, per cui sarà possibile tornare a casa dopo la giornata al mare, con il cane profumato e asciutto, sempre nel rispetto dell’ambiente, grazie all’utilizzo di prodotti biocompatibili. (altro…)

Michela Brambilla: “Inseriamo animali in Costituzione, solo così possiamo tutelarli”

Pubblicato il 21 Mar 2019 alle 8:10am

Michela Vittoria Brambilla già nella passata legislazione aveva tentato più volte di introdurre nell’ordinamento giuridico italiano la soggettività degli animali, ovvero il riconoscimento del fatto che siano essi esseri senzienti e, come tali, soggetti portatori di diritti e non semplicemente “res”, ovvero cose, così come previsto nel codice civile del 1942. “Nonostante la cosiddetta fase costituente che aveva caratterizzato il passato Parlamento – spiega la deputata di Forza Italia, che è anche presidente dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali che raccoglie esponenti di tutte le forze politiche – non se n’è fatto nulla. L’attuale maggioranza, nonostante gli sforzi di un buon ministro dell’Ambiente come il generale Costa, non ci lascia molte speranze, ma siamo nel 2019, abbiamo una popolazione che ha un forte sentimento animalista e non possiamo permetterci di avere ancora dei codici che come mentalità sono fermi al periodo della seconda guerra mondiale”.

La nuova campagna per introdurre in Costituzione il riconoscimento degli animali come soggetti, lanciata in questi giorni a Milano a margine dei lavori assembleari della Leidaa, la Lega italiana per i diritti degli animali e dell’ambiente, riguarda anche una petizione online, che nelle prossime settimane sarà portata nelle piazze italiane, con la quale si chiederà al Parlamento italiano di affrontare la questione e dare seguito alla proposta di legge Brambilla per la modifica di due articoli della carta costituzionale, il 9 e il 117. Il primo, in particolare, è quello in cui i padri costituenti inserirono la tutela del patrimonio artistico ed archeologico. Una definizione generica che tuttavia non comprende l’ambiente in senso stretto, gli ecosistemi e la fauna. “Introducendo queste modifiche nella principale delle nostre leggi – spiega ancora la Brambilla – anche gli altri codici dovranno essere adeguati. Facendolo l’Italia si metterebbe al pari di altri Paesi che da questo punto di vista sono culturalmente più avanzati. Senza andare troppo lontano basterebbe guardare agli esempi di Germania, Austria e Svizzera, che già riconoscono la protezione agli animali, e copiarli”. Una protezione necessaria secondo la parlamentare affinché anche gli episodi gravi di violenze nei confronti degli animali – in Italia nel 2017 sono stati almeno 750 quelli denunciati e resi noti – vengano perseguiti nelle giuste forme e con il giusto peso”.

Lombardia, prima regione che autorizza la sepoltura congiunta di animali e padroni

Pubblicato il 28 Feb 2019 alle 12:19pm

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la riforma della legge sui servizi funerari e cimiteriali, introducendo una importante novità riguardante le ceneri degli animali domestici. Novità che farà sicuramente piacere a affezionati degli amici a 4 zampe. (altro…)

Pet friendly, anche il relax condiviso con gli amici a 4 zampe

Pubblicato il 30 Apr 2018 alle 7:36am

Secondo una recente ricerca condotta da Vente-privee che ha coinvolto i propri clienti in una indagine, al primo posto tra i migliori amici dell’uomo per il 66,5% degli intervistati ci sono i cani e i gatti, di razza e non, in molti casi adottati in canili e gattili (28%): animali con cui si crea una relazione unica e profonda, un legame che si consolida nel corso del tempo.

I dati raccolti evidenziano infatti che coloro che possiedono un cane o un gatto si sentono meno stressati (41%), diventano più responsabili, dovendo prendersene cura (33%) e si relaziona con più facilità con gli altri, essendo stimolato alla conoscenza di nuove persone e ad uno stile di vita più sano (15%), soprattutto con riferimento ai cani.

A dimostrazione dell’estrema importanza dei loro amici a 4 zampe, il 53% dei proprietari dichiara di non badare a spese per la cura del propri amici, arrivando a spendere una media di circa 60 euro al mese tra cibo e accessori, funzionali o estetici.

In crescita anche i locali, le spiagge e gli hotel, le spa, pet friendly che consentono alle persone e ai loro animali di condividere momenti insieme di relax soprattutto durante le vacanze.

E che dire della Giornata Mondiale dei cani in Ufficio?

L’appuntamento è fissato per l’ultimo venerdì di giugno (quest’anno sarà il 29) in cui si celebra tale ricorrenza. Un’occasione annuale per recarsi al lavoro con i propri quadrupedi che secondo studi, beneficerebbe su produttività e ambiente circostante.

E per gli amanti dei gatti, ci sono i Cat Café, bar tematici nati (ovviamente) in Giappone, ma arrivati anche a Milano, Cagliari, e altre città italiane.

Empoli, il cane Ulisse è il primo amico a 4 zampe ad entrare in corsia

Pubblicato il 11 Feb 2018 alle 7:21am

Ulisse, è il primo amico a quattro zampe che quest’anno entra nell’ospedale di Empoli. Il barboncino di taglia piccola ha incontrato la sua padroncina, ricoverata da qualche giorno al Santo Stefano di Prato, dopo un periodo di lontananza forzata. Durante l’appuntamento, avvenuto in sala di attesa, si sono scambiati tante coccole e dimostrazioni di affetto. (altro…)

Ikea, in arrivo a febbraio 2018 la collezione ‘Lurving’ per cani e gatti

Pubblicato il 18 Gen 2018 alle 6:10am

Il marchio Ikea sta pensando anche agli amici a 4 zampe. Infatti, secondo la ricerca Assalco-Zoomark 2017, avrebbe pensato ad una collezione disegnata appositamente per loro, chiamata ‘Lurvig’ (che significa appunto, “peloso” in svedese). (altro…)

Moncler e Poldo Dog Couture insieme per una speciale capsule collection per gli amici a quattro zampe

Pubblicato il 31 Ott 2017 alle 7:03am

Moncler veste anche gli amici a quattro zampe. Il brand lancia infatti la mini capsule collection dedicata al miglior amico dell’uomo, il cane. (altro…)

Michela Vittoria Brambilla da’ vita al Movimento Animalista

Pubblicato il 21 Set 2017 alle 8:29am

«In un Paese dove si ferma tutto, solo la caccia non si ferma mai. Rifletta il ministro Galletti e attivi i poteri del governo per sostituirsi all’inerzia delle Regioni e sospendere in extremis la stagione venatoria». (altro…)

Vacanze: come partire in auto, in tutta sicurezza, con gli amici a 4 zampe

Pubblicato il 16 Lug 2017 alle 9:34am

Estate è tempo di vacanze e di partenze, e per chi non vuole separarsi dai propri a 4 zampe è anche tempo di attivarsi su come rispettare gli obblighi imposti dalla legge. (altro…)