sport

Boom di mal di schiena già a 11 anni a causa dei tablet. Lo sport può ridurre il rischio

Pubblicato il 24 Set 2018 alle 9:00am

Il mal di schiena colpisce sempre più i bambini, con dolori anche invalidanti fin dall’inizio della pubertà. La colpa è da attribuire anche alle ore passate con la schiena china su tablet e pc, fare sport in modo regolare può ridurre il rischio di sviluppare lombalgie. “Sempre più spesso i bambini iniziano a soffrire di mal di schiena in età adolescenziale, intorno agli 11 anni, e la colpa è delle abitudini scorrette, mancanza di attività motoria e passatempi sedentari, che modificano l’atteggiamento posturale – spiega David Pomarici, fisioterapista, osteopata, responsabile del Servizio di posturologia dell’età evolutiva presso il GRUPPO INI, Istituto Neurotraumatologico Italiano -. Ma attenzione, postura sbagliata non significa maggior rischio di patologie della colonna vertebrale, come la scoliosi e la cifosi. Lì c’è un aspetto genetico e familiare”.

Se si vuole prevenire il mal di schiena, bisogna dunque dire no a tablet, smartphone e videogames in nome dello sport. “In Italia molti bambini praticano sport solo un’ora a settimana, la maggior parte ha la televisione in camera, molti altri, invece, passano più di due ore al giorno davanti alla tv e ai videogiochi. Questo è uno dei principali fattore di rischio non solo per l’aumento del peso ponderale ma anche per il mal di schiena.

Secondo l’esperto “L’ideale sarebbe quello di praticare almeno un’ora di attività fisica al giorno, sport, gioco all’aria aperta, corsa o passeggiata”.

“Si deve iniziare già dai 6 anni, preferibilmente sport individuali, come arti marziali e nuoto, perché il bambino inizia ad avere consapevolezza del proprio corpo, poi dagli 8 ai 12 anni può passare a uno sport di squadra – afferma l’osteopata -. Lo sport infatti aiuta nel percorso di crescita fisica e psichica e, insieme a sane abitudini alimentari, contrasta sedentarietà e cattive abitudini posturali. Poi per il mal di schiena ci sono alcuni sport più indicati di altri. L’equitazione, ad esempio, migliora la postura e l’equilibrio, a differenza del nuoto, della danza classica o del tennis”.

Ma allora cosa fare nel caso in cui, invece, i primi dolori e fastidi alla schiena siano già insorti? “L’osteopata fa una prima valutazione clinica generale – spiega Pomarici – Valuta l’armonia o la disarmonia della colonna vertebrale, l’appoggio podalico, la masticazione, il sovrappeso ponderale, ma anche l’aspetto psicologico, perché la postura risente delle emozioni, del nostro carattere. Laddove si riscontrano dei problemi, dei paramorfismi o dimorfismi, scoliosi già strutturate o ipercifosi, si invia il paziente da uno specialista ortopedico”.

Anche solo camminare è il primo passo contro la sedentarietà

Pubblicato il 22 Lug 2018 alle 6:52am

Camminare è un’attività molto semplice, economica e facilmente praticabile da tutti, ovunque si trovino. Lo sforzo, tra l’altro, è anche meno intenso rispetto alla corsa o alla camminata a passo veloce ad alta intensità, quindi consente di prolungare l’esercizio per più tempo, offrendo maggiori risultati. (altro…)

Noemi in bikini mostra una splendida forma fisica: colleghe e fan in delirio

Pubblicato il 18 Lug 2018 alle 6:00am

Noemi è in splendida forma fisica e si gode le tanto meritate vacanze. La prova costume sembra essere stata superata alla grande.

Su Instagram la cantautrice posta una foto. Nella quale appare sorridente, molto dimagrita, in costume a due pezzi, e in splendida forma fisica.

L’artista con questo post chiede ai fan: «Prova costume superata?». E ancora: «…per me con qualche debituccio a settembre».

Immediati i commenti da parte di colleghe e fan.

«Stai benissimo!» ha scritto Laura Pausini. Sei «Top», le ha fatto eco Emma.

E a chi le chiede come sia arrivata ad avere una forma fisica così invidiabile, Noemi risponde: «Non ho fatto niente di particolare, solo attività fisica e ho mangiato poco la sera», rivelando anche di essersi affidata a una nutrizionista.

Bebe Vio a Giochi senza barriere 2018 – Giovedì 14 giugno Stadio dei Marmi di Roma ore 20.30

Pubblicato il 13 Giu 2018 alle 6:58am

Giovedì 14 giugno ritorna anche quest’anno l’ottava edizione dei Giochi Senza Barriere, l’evento a scopo benefico all’insegna dell’integrazione e della promozione dello sport paralimpico ideato dall’Associazione art4sport ONLUS (www.art4sport.org), nata in seguito alla vicenda di Beatrice “Bebe” Vio, campionessa di scherma paralimpica, oro individuale alle Paralimpiadi di Rio 2016 e ai Mondiali di Roma 2017.

Per il terzo anno consecutivo, i Giochi Senza Barriere saranno di scena nel suggestivo Stadio dei Marmi di Roma (dopo essere partiti nel 2011 da Mogliano Veneto, sede dell’Associazione, ed essere passati nel 2015 per l’Arena Civica di Milano in occasione di Expo).

Sono tanti gli ospiti attesi del mondo dello sport e dello spettacolo che parteciperanno ai Giochi Senza Barriere e avranno un ruolo attivo nel corso della serata. Oltre a Bebe Vio, saranno presenti come sportivi: Demetrio Albertini, Martin Castrogiovanni, Jury Chechi, Valentina Marchei, Luca Marin, Carlo Molfetta, Carlton Myers, Massimiliano Rosolino, Stefano Tonut, Valentina Vezzali e Ivan Zaytsev. Mentre, tra i grandi della musica italiana a “scendere in pista” saranno Lorenzo Baglioni, Benji & Fede, Elodie, Fedez, Paola Turci. Parteciperanno alla serata anche Giovanni Bruno, Martina Colombari, Paolo Conticini, Danilo da Fiumicino, Pio e Amedeo, Sofia Viscardi e i ragazzi di Amici.

Le grandi protagoniste, però, saranno 8 squadre provenienti da altrettante città d’Italia (Torino, Milano, Treviso, Livorno, Fano, Assisi, Roma, Oristano). Le squadre, pronte a scendere nell’Arena per sfidarsi, saranno composte da adulti e bambini, disabili e normodotati insieme e saranno capitanate dai grandi ospiti della serata.

Le varie sfide in programma saranno ispirate al tema di questa ottava edizione: i supereroi. Molto spesso, infatti, i ragazzi di art4sport e, più in generale, gli atleti paralimpici vengono visti come dei supereroi, soprattutto dai bambini con disabilità (ma non solo da loro…). Questo per art4sport è molto importante perché aiuta tanti bambini e le loro famiglie a trovare le motivazioni e la forza per andare avanti ed uscire di casa, socializzare attraverso l’attività sportiva, vero cuore della mission dell’associazione.

A presentare quest’edizione di Giochi Senza Barriere, per il terzo anno consecutivo, il Trio Medusa.

Foto stampa Settimio Benedusi

Sclerosi Multipla, ambiente e vela per combatterla

Pubblicato il 03 Mag 2018 alle 7:49am

La lotta contro la sclerosi multipla si combatte con una buona alimentazione, un ambiente sano, tanto esercizio fisico, benessere mentale e vela. (altro…)

Gravidanza, in forma per battere il diabete gestazionale

Pubblicato il 04 Apr 2018 alle 7:31am

Tenersi in forma prima della gravidanza abbassa il rischio di sviluppare il diabete gestazionale di tipo2. Si riduce infatti la possibilità del 21% proprio in virtù di una forma fisica migliore derivante da attività fisica costante e moderata prima della gravidanza. (altro…)

Giochi senza barriere: la VIII edizione a Roma il 14 giugno con i ‘Supereroi’ allo Stadio dei Marmi

Pubblicato il 13 Mar 2018 alle 5:05am

Quest’anno, l’appuntamento con l’ottava edizione dei Giochi Senza Barriere è per giovedì 14 giugno alle 20.30 presso lo Stadio dei Marmi di Roma. (altro…)

Come aggiungere massa muscolare dormendo

Pubblicato il 24 Feb 2018 alle 7:52am

Usando alcuni piccoli accorgimenti si può guadagnare muscolo anche durante il sonno. Parola di esperti. (altro…)

Oms: la scarsa attività fisica tra gli adolescenti, mette a rischio lʼ81% di essi

Pubblicato il 13 Feb 2018 alle 8:24am

I ragazzi di oggi fanno poca attività fisica, cosa motlo garve. Andando incontro a seri rischi per la salute e anche a un pericolo di morte superiore alla norma. E’ la fotografia che emerge da uno studio condotto dall’Organizzazione mondiale della sanità sulel abitudini degli adolescenti, scoprendo che la maggior parte di essi è a rischio. (altro…)

Lo sport aiuta a smettere di fumare, parola di esperti

Pubblicato il 21 Dic 2017 alle 8:49am

Un recente studio condotto su animali mostra che l’attività fisica aiuta a sconfiggere la dipendenza dalla nicotina e la sensazione di crisi d’astinenza tipica di quando si tenta di smettere di fumare. (altro…)