Come scegliere il tavolino ideale per il salotto e non solo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Mag 2013 alle ore 1:25pm


I tavolini da salotto sono complementi di arredo molto utili da usare in diversi ambienti e per diverse funzioni, essi trovano la loro giusta collocazione anche in altri ambienti:

– in salotto ad esempio, la loro funzione classica è quella d’appoggio davanti o di fianco al divano. Mentre nell’angolo lettura il tavolino potrebbe essere usato come piano per appoggiare libri e riviste e/o per lampade da lettura;

– in camera da letto, il tavolino potrebbe fungere da comodino se posto ai lati del letto;

– in bagno, invece, la funzione del tavolino potrebbe essere quella di appoggio per creme, sali da bagno o anche asciugamani durante il bagno in vasca o la doccia;

– nello studio, il tavolino potrebbe essere utilizzato per l’appoggio di libri o accessori;

– nel ingresso infine, il tavolino potrebbe integrare il ruolo della cassettiera o del comò, oppure addirittura sostituirli per un arredamento più minimale, a cui possa aggiungersi un particolare ed originale specchio.

Vediamo allora quelli scegliere.

Ebbene se abbiamo una delle necessità elencate sopra, la soluzione è molto semplice, basta puntare su di un “tavolino da salotto”. Ma i criteri da valutare prima dell’acquisto sono tanti:

– le dimensioni, che variano in funzione dello spazio a disposizione, e della funzione della destinazione d’uso del tavolino;

– la finitura e i colori, che possono seguire lo stile dell’ambiente in cui il tavolino sarà inserito, o essere in contrasto con esso;

– infine l’eventuale trasformabilità del tavolino: alcuni infatti possono con pochi gesti diventare tavoli da pranzo.

In commercio ne troviamo un vasto assortimento, dalle forme più svariate e in materiali più economici o di pregio.

Ve ne proponiamo alcuni di CentroConvenienza.it (foto in alto), Ikea.it, Designerblog.it, MondoConvenienza.com: