A poche ore dal raddrizzamento della Costa Concordia, l’attenzione è già calata sulla fase successiva, ovvero il traino e lo smantellamento della nave. Operazioni che prevedono un business milionario, che darà occupazione a centinaia di operai per mesi e mesi. Così, diverse città portuali tra cui Piombino, Genova, Civitavecchia, Palermo e Napoli, si contendono tale appalto.

Ma il candidato con maggiori possibilità sembrerebbe essere proprio il porto di Piombino. Trattasi del porto più vicino dove sono già in corso i lavori infrastrutturali intrapresi appunto per accogliere la nave. Tra l’altro, tale porto, sembrerebbe essere anche quello con una filiera più corta per lo smaltimento dei rifiuti ferrosi. Tuttavia, in gara restano anche gli altri porti.

Ecco allora che le diverse amministrazioni di questi comuni, stanno tentando di tutto per accaparrarsi il relitto. Altro super favorito, sarebbe il capoluogo siciliano per la capacità del suo porto. Fincantieri infatti, è costruttrice della Concordia nonché fornitore di Costa, ed ha già un cantiere pronto per accogliere i lavori.

Palermo sfida dunque Piombino. Staremo a vedere come finirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.