Spari nel parlamento di Ottawa. Morto un attentatore e un soldato. Spunta l’ombra del terrorismo islamico

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Ott 2014 alle ore 10:09am


Il parlamento canadese di Ottawa è finito sotto attacco. Due attentatori si sono introdotti ingaggiando uno scontro a fuoco con l’esercito. Uno dei due, è stato colpito ed ucciso, mentre il secondo è ancora a piede libero.

Secondo i media canadesi sulla vicenda ci sono ancora molti punti da chiarire.

Un soldato è stato ferito davanti al monumento ai caduti, poco distante dal parlamento federale, è di origini italiane. Spari anche all’interno dell’edificio.

Nessuno parla ancora ufficialmente di terrorismo. Ma uno di questi, era Michael Zehaf-Bibeau, cittadino canadese di 32 anni convertito all’Islam.

Secondo le prime ricostruzioni Zehaf-Bibeau, capelli lunghi e neri, era armato con un fucile da caccia, vestito in abiti civili e con una kefiah che gli copriva la parte inferiore del volto. Proprio come appare in quella che dovrebbe essere la sua immagine postata su Twitter.