sparatoria

Ucciso a Sesto San Giovanni, per puro caso, l’attentatore di Berlino del mercatino di Natale

Pubblicato il 23 Dic 2016 alle 1:47pm

Durante un controllo casuale di una pattuglia di polizia, a Sesto San Giovanni 1 Maggio, è stato ucciso il killer di Berlino, il tunisino Anis Amri. È accaduto alle tre della notte scorsa, proprio davanti alla stazione dei treni. (altro…)

Seattle, arrestato il giovane killer della sparatoria al centro commerciale

Pubblicato il 25 Set 2016 alle 10:52am

Dopo meno di 24 ore è stato arrestato il ventenne con la t-shirt scura, inseguito dalla polizia di Washington e dall’Fbi dopo aver commesso l’attentato al Cascade Mall, centro commerciale di Burlington, ad un centinaio di chilometri da Seattle.

«Catturato l’uomo col fucile, dettagli al più presto», questo l’annuncio dato su Twitter dalle autorità locali.

Il killer era stato ripreso col fucile in mano dalle telecamere di sorveglianza, venerdì sera, mentre compiva la strage entrando nel reparto make up di Macy’s, dove uccideva 4 donne e feriva in modo grave uno dei commessi, un uomo di 50 anni che poi è deceduto subito dopo, essere giunto in ospedale.

Poi caccia all’uomo. Arcan Cetin, questo il nome del presunto assassino, sarebbe residente a Oak Harbor (dove è stato rintracciato, a 45 chilometri dal luogo della sparatoria), ma sarebbe originario della Turchia, non ispanico come si credeva in un primo momento. Era già stato arrestato in precedenza per aggressione.

In prognosi riservata il carabiniere ferito a Marsala

Pubblicato il 01 Giu 2016 alle 12:54pm

E’ in prognosi riservata il maresciallo dei carabinieri ferito gravemente da un colpo d’arma da fuoco a Marsala (Trapani), ricoverato all’ospedale Civico di Palermo dov’è stato trasferito in mattinata con l’elisoccorso.

Il sottufficiale, 53enne, è stato colpito alla schiena ieri sera mentre era appostato assieme a un collega nei pressi di una serra utilizzata per la coltivazione di marijuana nelle campagne tra le contrade Ciavolo e Ventrischi. Sconosciuti hanno sparato ripetutamente contro i due militari e un proiettile ha raggiunto il maresciallo alle spalle.

Soccorso dal collega, è stato trasportato all’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala, per poi essere trasferito a Palermo per essere sottoposto a un intervento chirurgico.

Sulla sparatoria indagano i carabinieri. L’ipotesi più plausibile è che a sparare siano stati i responsabili della piantagione indoor di cannabis, sottoposta sotto sequestro.

Usa, in Georgia cinque morti in due sparatorie: killer suicida

Pubblicato il 23 Apr 2016 alle 10:21am

Dopo la strage in Ohio, dove persero la vita 8 persone, sono avvenute altre due sparatorie che hanno provocato la morte di cinque persone ad Appling, in Georgia. (altro…)

Sparatoria in California, in centro per disabili, 14 morti e 17 feriti. Possibile attentato terroristico

Pubblicato il 03 Dic 2015 alle 10:07am

Sono stati uccisi i due coniugi, i killer, responsabili della strage in California al centro per disabili di San Bernardino, di cui ancora non è noto il movente ma che secondo l’Fbi potrebbe trattarsi di “terrorismo interno” o islamico.

L’attacco sarebbe avvenuto in seguito a pianificazione da parte di una coppia di origine araba. I due armati hanno fatto fuoco in una sala del centro disabili massacrando 14 persone e ferendone 17, durante una festa natalizia.

I killer avrebbero sparato per circa 30 secondi, per poi fermarsi per ricaricare e colpire ancora. Poi la fuga a bordo di un Suv nero, raggiunti poi nella cittadina di Redlands, nella contea di San Bernardino, dove il mezzo è stato avvistato.

Lì è iniziato un inseguimento le cui immagini sono state trasmesse in diretta tv ed è avvenuto uno scontro a fuoco tra la polizia e gli assassini che si sono sbarazzati di diversi tubi esplosivi lanciandoli dal finestrino. L’auto dei killer è stata crivellata di colpi mentre gli agenti accerchiavano la zona.

Nello scontro a fuoco è rimasto ferito anche un poliziotto.

I due killer Syed Rizwan Farook, cittadino americano 28enne, dipendente della contea presso l’ispettorato della Sanità, e Tashfeen Malik, di 27 anni avevano posizionato anche un pacco sospetto e dell’esplosivo nella casa di cura.

Il padre di Farook si è detto scioccato del possibile coinvolgimento del figlio. “Non mi è stato detto nulla ancora”, ha detto al New York Daily News. “Era molto religioso. Andava al lavoro, tornava, pregava. E’ un musulmano”, ha aggiunto. E intanto emerge che Farook in primavera era andato in Arabia Saudita per circa un mese ed era tornato negli Stati Uniti già sposato.

La polizia federale non esclude nessuna pista, neanche quella del terrorismo.

Barack Obama, appreso quanto successo è tornato a parlare con forza della violenza causata dalle armi invocando ancora una volta al congresso “misure bipartisan” per garantire la sicurezza dei cittadini americani.

Colorado Springs, 59enne si barrica e spara in una clinica per aborti, 3 morti e 9 feriti

Pubblicato il 28 Nov 2015 alle 10:02am

Momenti di terrore a Colorado Springs dove per cinque ore un uomo armato è rimasto barricato nella sede di un consultorio per la pianificazione familiare, una clinica per aborti, prima di venire catturato dalla forze di polizia.

Da qui avrebbe fatto fuoco. Il bilancio è di 3 vittime, un agente e 2 civili, e di 9 feriti, tra cui 5 poliziotti.

Oltre 150 le persone che sono rimaste bloccate all’interno della clinica, dove l’uomo, che imbracciava un fucile a canna lunga, si era asserragliato.

L’aggressore dopo diverse ore è stato arrestato. Si chiama Robert Lewis Dear e ha 59 anni.

L’agente rimasto ucciso si chiamava Garrett Swasey, aveva 44 anni. Le altre vittime sono due dipendenti della struttura sanitaria. Per quanto riguarda il killer, al momento la polizia ha rivelato che proviene dalla Carolina del Nord.

Ancora non sono note le ragioni del suo gesto. Secondo fonti locali, si tratterebbe di un fondamentalista di estrema destra, forse appartenente al Ku Klux Klan.

New Orleans, sparatoria in un parco, almeno 16 feriti

Pubblicato il 23 Nov 2015 alle 12:28pm

E’ di almeno 16 feriti il bilancio provvisorio di una sparatoria avvenuta nel parco Bunny Friend di New Orleans in Louisiana dove circa 500 persone stavano registrando un video musicale.

Secondo quanto comunicato dall’emittente locale Wwl, che parla di una testimone, sarebbero almeno due gli uomini che hanno aperto il fuoco sulla folla.

La polizia ha lanciato una caccia all’uomo. La sparatoria ha avuto luogo alle ore 19 (2 di notte in Italia).

In precedenza, poco lontano dal parco, si era svolta anche una parata.

Usa, uomo armato entra in un cinema e uccide due donne, 7 i feriti

Pubblicato il 24 Lug 2015 alle 11:26am

Paura in Louisiana. Un uomo di 58 anni, ha fatto irruzione nel Grand Theatre di Lafayette, dove si trovano un centinaio di spettatori. Ha ucciso due donne e ferito sette persone, prima di togliersi la vita. (altro…)

Svizzera, sparatoria in un’abitazione. Si parla di almeno 8 morti

Pubblicato il 10 Mag 2015 alle 10:30am

Diverse persone hanno perso la vita in una sparatoria che si è consumata nella notte in un’area residenziale di Wuerenlingen, nello svizzero canton Argovia. (altro…)

Milano, Palazzo di Giustizia: imputato spara in aula, morti e feriti

Pubblicato il 09 Apr 2015 alle 1:04pm

Nel Palazzo di Giustizia di Milano, poche ore fa, è avvenuta una sparatoria. Ci sarebbero almeno tre vittime e due feriti. (altro…)