La popolare app di messaggistica ad inizio del 2015 dovrebbe avere le stesse funzioni di Viber e Skype.

Quindi mesi di ritardo sulla tabella di marcia Jan Koum, l’amministratore della società acquistata da Facebook, ha annunciato che ci sono state delle difficoltà nella fase di test delle chiamate vocali.

Koum all’evento Code/Mobile ha spiegato che i problemi riguardano la cancellazione del rumore con l’accesso a più microfoni, altri invece la volontà del team di WhatsApp di far funzionare il servizio anche dove la copertura è assente o viene usato il protocollo di rete 2G-Edge, come accade nei paesi in via di sviluppo.

Visto che la maggior parte dei nuovi utenti WhatsApp, è in India o in Brasile.

Poi, nel corso della stessa conferenza stampa, l’amministratore delegato ha spiegato anche che spera che gli utenti attivi arrivino ad un miliardo nei prossimi mesi.

Per ora, però, ha sottolineato che non ci sono novità, circa l’introduzione degli annunci pubblicitari sull’app, che secondo Koum non sarebbe gradita a tanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.