Sarno, bimba di 3 anni seviziata e uccisa. Il padre accusa i vicini

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 31 Lug 2015 alle ore 10:47am

violenza su minori cronaca oggi
Una bambina di tre anni è stata portata ieri sera in ospedale dal padre con evidenti segni di violenza subita.

Lidia è giunta verso le 22 al pronto soccorso dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno, ma per lei i medici non hanno potuto fare niente, era già morta. Era nuda e indossava soltanto un paio di mutandine. Presentava lividi su tutto il corpo e lacerazioni nelle parti intime.

La causa del decesso, secondo i sanitari, potrebbe essere stata un’emorragia interna, dovuta a violenza sessuale.

Si attendono ora i risultati autoptici.

Allertate le forze dell’ordine dai sanitari, hanno subito interrogato il padre e alcuni amici e vicini di casa.

La bimba viveva insieme al papà a San Marzano sul Sarno, mentre sua madre, dalla quale l’uomo aveva divorziato, era tornata al suo paese di origine, la Romania.

L’uomo ha detto alle forze dell’ordine di non essere lui il colpevole, ma i vicini di casa. Ai quali affidava la figlia tutte le mattine di recarsi a lavoro.