Mantova, uccide il figlio disabile e poi si toglie la vita

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 04 Nov 2015 alle ore 12:25pm


Ha staccato la spina del respiratore a cui era attaccato il figlio disabile, e poi si è tolto la vita Luigi Santachiara, 88enne residente a Suzzara, in provincia di Mantova.

L’anziano prima di suicidarsi, secondo quanto rivelato dagli inquirenti avrebbe chiuso la bocca e il naso del figlio con un cerotto, lasciandolo inerme e agonizzante nel letto.

E avrebbe scritto un biglietto: “Scusate del gesto folle”. Poi si sarebbe impiccato al balcone della propria abitazione dove è stato trovato subito dopo dai vicini di casa.

I vigili del fuoco avvertiti da loro, una volta sfondata la porta di casa, avrebbero trovato steso sul letto, il corpo senza vita del figlio Paolo, 51 anni, disabile dalla nascita costretto su una sedia a rotelle.

La madre e moglie dei due era stata di recente ricoverata in ospedale.