Una presenza in quella casa, l’horror di Paige MacKenzie ispirato alla serie web “The Haunting of Sunshine girl”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Feb 2016 alle ore 6:33am

una presenza in quella casa
Una presenza in quella casa è il primo romanzo di Paige McKenzie, tratto dalla serie web The Haunting of Sunshine Girl che ha totalizzato oltre 130 milioni di visualizzazioni, disponibile in tutte le librerie da Gennaio 2016 (Giunti Editore pp 300, costo 16 euro).

Tutto comincia nel 2010, quando una sedicenne simpatica e carina posta su YouTube un brevissimo filmato e confessa di sospettare la presenza di fantasmi nella sua abitazione. Nel giro di pochi anni la serie di brevi filmati che la vedono protagonista diventa virale sul web.

Nella nuova casa di Sunshine – questo il soprannome della ragazza – si avverte qualcosa di inquietante: oggetti che si spostano, risatine nel cuore della notte, ombre misteriose nelle foto che scatta… La madre adottiva, con cui Sunshine ha un rapporto aperto e affettuoso, insiste nel dire che è tutto frutto di immaginazione e comincia a comportarsi in modo sempre più incomprensibile. C’è solo una persona che dà credito ai timori di Sunshine: Nolan, un compagno di liceo che condivide la sua passione per la fotografia ed è disposto ad affiancarla per studiare i vecchi casi di cronaca nel tentativo di capire cosa stia davvero succedendo. La tensione sale inarrestabilmente alle stelle e le cose peggiorano quando le risatine si trasformano in urla e singhiozzi.

Cosa nasconde quella casa? Sunshine è in preda al terrore, ma deve farsi forte se vuole salvare la madre da una sorte che sembra addirittura peggiore della morte.

Una presenza in quella casa è un romanzo pieno di sorprese, eccitante e incredibilemnte divertente.

“Un racconto che – come scrive Wes Craven, regista di Nigtmare e Scream – ti scivola alle spalle, una gelida mano bianca che ti afferra la spina dorsale e non la molla. Leggetelo se ne avete il coraggio, ma non ditemi che non vi avevo avvertito“.

Paige McKenie, giovanissima, ha già fatto parlare di sé la stampa internazionale, dal New York Times al Corriere della Sera e l’Espresso. Tutto comincia nel 2010, quando la sedicenne simpatica e carina posta su YouTube un brevissimo filmato: «Ragazzi, so che vi sembrerà strano» e confessa il sospetto che la casa in cui si è appena trasferita sia infestata dai fantasmi. L’esperimento, che nasce da una collaborazione con il produttore Nick Hagen, nel giro di pochi anni diventa una serie web di straordinario successo, con 130 milioni di visualizzazioni e oltre 363.000 follower. Il romanzo, scritto a quattro mani con l’autrice Alyssa Sheinmel, è il primo di una trilogia che dona profondità al racconto che ha stregato così tanti seguaci. I diritti cinematografici del video sono stati venduti a un’importante casa di produzione.